Apple Pay, supporto a Starbucks, KFC e Chili’s

Articolo di · 9 Ottobre 2015 ·

Servizio in espansione.

Grazie a continui accordi che la società di Cupertino continua a porre in essere, il supporto di Apple Pay sarà espanso a Starbucks, KFC e Chili’s, che accetteranno quest’ultimo come metodo di pagamento alternativo. Apple ha confermato che entro il 2016, il servizio sarà supportato appieno in tutti i 7500 store di Starbucks sul suolo statunitense; con probabile avvento successivamente anche in Europa (dove, per quanto riguarda le filiali inglesi di Starbucks, esse ne fanno già uso da un paio di mesi).
Per via dell’ancora scarso utilizzo del servizio, ormai il colosso californiano è intenzionato a dare la spinta necessaria affinché finalmente Apple Pay si affermi, almeno per ora, negli U.S.A.
Ricordiamo che Apple Pay è un servizio esclusivamente mobile, quindi molti commercianti fanno fatica a riconoscere le sue potenzialità; lo fanno però compagnie come queste, soprattutto per il «grande bisogno di pagamenti rapidi ed efficienti» in quanto fast food, spiega Jennifer Bailey, vice presidente del servizio Apple.
Anche KFC e Chili’s sottolineano il bisogno necessario di una transazione sicura ed immediata. 
Nel frattempo di questa ufficializzazione, la stessa Bailey afferma che la società sta definendo numerosi nuovi accordi, tra cui con Coca Cola, Walgreens, Kohl’s, Whole Foods, Panera Bread e molti altri. 

Criterion 10

    Rispondi