Come la realtà virtuale sconvolgerà il settore delle slot online

Articolo di · 30 Luglio 2020 ·

L’innovazione tecnologica degli ultimi anni ci ha portato a vivere in un mondo sempre più digitale, in cui i confini tra la realtà fisica e la realtà virtuale vanno sempre più assottigliandosi. Dapprima è arrivato il “personal computer” in ogni casa, poi internet ma è solo con l’arrivo dei primi smartphone e della possibilità di accedere al world wide web che abbiamo compreso come questo fosse un elemento totalizzante, in grado di assorbire gran parte della nostra vita. Oggi infatti, gran parte delle nostre iterazioni con il mondo, dal lavoro, al gioco, allo studio, si svolgono online e il lockdown di questi mesi non ha fatto altro che esasperare ed accelerare questa tendenza. Anzi, proprio grazie alla realtà virtuale molti di noi sono riusciti ad affrontare con maggiore serenità il periodo di isolamento.

Grazie ad essa è possibile rivivere una realtà apparentemente verosimile attraverso un sistema totalmente immersivo, in cui tutti i sensi umani vengono utilizzati e messi alla prova come nel mondo reale. Un’esperienza alternativa che finora ha trovato applicazioni in diversi ambiti. Dalla scuola alla medicina, fino ad arrivare ai videogiochi e i casinò virtuali.

Casinò virtuali

Proprio con riferimento a quest’ultime c’è da dire che per un giocatore esperto e abituato alle sale giochi fisiche, passare alla versione digitale non rappresenta sempre un salto di qualità entusiasmante. Almeno all’inizio. La tecnologia, però, ha permesso con il tempo di ottenere veri e propri casinò virtuali a tre o quattro dimensioni, in cui ci si può immergere come fossimo fisicamente presenti in una sala reale. Il tutto semplicemente indossando uno dei visori VR in commercio anche a basso prezzo.

All’interno dei casinò in Realtà Virtuale si possono trovare tutti i giochi classici, dalle Slot alla Roulette, fino ad arrivare alle carte, Blackjack in primis. In ogni gioco, tra l’altro, si ha la possibilità di interagire con un croupier, un mazziere o una macchina digitale, pronti ad accompagnarti nelle varie fasi della giocata, dalla puntata all’eventuale vincita. Ma andiamo ancor più nello specifico a capire come funzionano le diverse parti di un casinò virtuale.

Esperienze mozzafiato

Partiamo dalle slot machines. La differenza tra quelle di un app su telefono o pc, in cui per giocare si devono premere delle icone o fare movimenti con il mouse o con il dito sullo schermo, e quelle in Realtà Virtuale riguarda proprio l’interazione con la macchina che si ha digitalmente davanti ai propri occhi. Per azionare gli spin bisognerà usare tutto il braccio, proprio come si farebbe a Las Vegas piuttosto che a Montecarlo. Le software house si stanno già dando da fare da alcuni anni per convertire le slot machines gratuite di alcuni casinò online in Virtual Reality. Alcune di esse hanno raggiunto livelli di esperienza davvero notevoli, con grafiche mozzafiato in alta definizione e effetti sonori che permettono al giocatore di immergersi a 360 gradi in una sala slot.

Per il Blackjack, invece funziona così. Un avatar, ossia una trasposizione digitale del giocatore reale, si siede al tavolo delle carte, di fronte al mazziere. Quando si inizia la partita, le carte vengono girate da quest’ultimo, di cui è possibile sentire la voce e percepirne le emozioni, come se di fronte avessimo una persona in carne ed ossa e non un ammasso di pixel.

Infine, c’è la Roulette. Grazie alla realtà virtuale, il giocatore verrà trasportato di fronte al tavolo, con il croupier che lancia la pallina. L’effetto del rimbalzo della piccola sfera tra i numeri è realistico a causa della fisica digitale adottata, che rende i movimenti fluidi e incredibilmente verosimili. In caso di vincita, poi, si riceveranno le fiches direttamente nelle proprie mani, anch’esse digitali. Insomma, la realtà virtuale implementa e rivoluziona un sistema già innovativo e apprezzato dai giocatori, come quello delle slot online o, più in generale, dei casinò digitali.

Criterion 10

    Rispondi