Primarie USA: Clinton conquista il Texas, l’Ohio e Rhode Island, Obama solo il Vermont

Articolo di · 5 Marzo 2008 ·

hillaryclintonth532008 - Primarie USA: Clinton conquista il Texas, l'Ohio e Rhode Island, Obama solo il Vermont

La corsa del senatore nero Barack Obama si arresta nel giorno che avrebbe dovuto sancire la sua nomination definitiva alla casa bianca, mentre la senatrice Clinton riprende la sua corsa puntando tutto sul 22 Aprile prossimo

Primarie Usa

Alla fine l’ha spuntata Hillary Clinton, tutti si erano spesi nel ricordarle che se avesse fallito anche in Texas e Ohio la sua corsa verso la casa bianca sarebbe stata senza più speranze. L’ex first lady però in questo supermartedì di Marzo avrebbe fatto il pieno di voto fra gli anziani e gli ispanici conquistando il Rhode Island e soprattutto i due stati con il maggior numero di delegati: il Texas e l’Ohio, lasciando dunque allo sfidante il solo Vermont.

Con queste vittorie decisamente importanti le quotazioni della senatrice Clinton risalgono ai massimi da un mese a questa parte quando Barack Obama sfruttando l’onda emotiva che sosteneva la sua candidatura aveva conseguito ben 11 risultati positivi, in altrettanti stati, ai danni della Clinton.
clintonobama532008 - Primarie USA: Clinton conquista il Texas, l'Ohio e Rhode Island, Obama solo il Vermont
Da parte sua Obama si affretta a ridimensionare il risultato ottenuto dalla sfidante, ricordando di essere ancora in vantaggio nel numero di delegati che a questo punto dovrebbero essere 1.357 per la Clinton contro 1.434 per Obama ai quali ovviamente vanno aggiunti i delegati ora membri del congresso, i quali vengono considerati “patrimonio del partito” (quindi non si sa dove collocarli per il momento).

A questo punto Hillary Clinton punta tutto sulle primarie del 22 Aprile nel Wyoming, Mississippi e Pennsylvania dove non può permettersi passi falsi se vuole ottenere la sicurezza di essere la sfidante Democratica del candidato Repubblicano, a questo punto sicuro dopo il ritiro di Huckabee, John MCcain.

Criterion 10

    Rispondi