Taglio no, taglio si, taglio nì, alla fine Sony si decide: 100 dollari in meno per la PS3 in USA

Dopo le smentite del presidente Ryoji Chubachi della settimana scorsa, Sony da una scossa al mercato con un annuncio molto importante: il taglio di 100 dollari sul prezzo di PS3 negli Stati Uniti

-100 dollari

Ne avevamo parlato fino alla noia per poi sentirci dire, la settimana scorsa, dal presidente Ryojii Chubachi che Sony non avrebbe autorizzato un taglio di prezzo della PS3 nell’immediato. E invece no, la telenovela degli annunci sull’eventuale ribasso del prezzo è destinata a finire: dopo meno di un anno dal lancio, con un provvedimento “emergenziale” Sony decide il taglio del prezzo della sua Playstation 3 del 17 per cento sul prezzo totale, ossia 100 dollari.

Il taglio è stato deciso per il solo mercato americano e già da domani, la Playstation 3 sarà posta in vendita al prezzo, decisamente competitivo di 499 dollari. Con un prezzo simile, la concorrenza potrebbe essere sbaragliata, considerando l’indubbia qualità della console Sony e la possibilità di acquistare oltre ad una piattaforma da gioco anche un ottimo lettore blu ray .

Secondo altri invece, tra cui l’analista giapponese Seiichiro Iwamoto, il taglio di prezzo è “assolutamente insufficiente tanto da non consentire a Sony di recuperare le posizioni perdute”. La considerazione ha sicuramente un fondo di verità ma sarebbe stato impossibile per Sony autorizzare un taglio maggiore dopo solo un anno dal lancio, avrebbe significato perdite ingenti e uno smacco notevole.

Il taglio di prezzo al momento è stato circoscritto ai soli Stati Uniti, infatti afferma il capo dei PR Sony, David Karraker “Non abbiamo intenzione di abbassare il prezzo anche in altre regioni, almeno in questo momento”. Certo è che sarà difficile riuscire a vendere in altre “regioni” console ad un prezzo superiore sapendo che negli Stati Uniti Sony ha ribassato il prezzo e che effetto naturale è quello del ribasso a catena.


In effetti l’altro aspetto della vicenda è il possibile effetto domino che potrebbe avere la decisione di Sony sulle altre console, al momento PS3 sarebbe comunque la console più costosa con un prezzo di 499 dollari a fronte della Xbox 360 a 399 dollari e del Nintendo Wii a 249 dollari, possibile a questo punto una decisione al ribasso degli altri concorrenti al fine di indurre nuovamente la console di Sony nell’angolo delle scelte, con un divario sul prezzo, rispetto alle concorrenti, ancora notevole.



PRO


CONTRO

Carmine Iovino
In rete: TUTTOLOGO // Appassionato di Videogames e NERD tourettico // Nella vita: Avvocato Penalista

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles