Recensione LaserPecker 2, l’incisore laser portatile per hobbysti e professionisti

Il 2023 per il settore delle stampanti 3D è stato un anno di svolta e siamo sicuri che il 2024 lo sarà per il mondo del laser engraving. Nel settore dell’incisione laser, infatti, stanno arrivando sempre più dispositivi non più mirati ai soli professionisti ed utenti esperti, ma anche ad hobbysti e principianti che cercano soluzioni compatte, facili da usare e che dal punto di vista del design non vadano nascosti in un laboratorio.

LaserPecker con il suo LaserPecker LP2 ha, secondo noi, come obiettivo proprio queste due categorie di utenti: i principianti che cercano una soluzione semplice da usare, versatile e che non sfiguri in uno studio e i professionisti che invece hanno bisogno di una macchina portatile, che possa essere trasportata ovunque, anche direttamente dal cliente, per piccoli lavori di incisione che non richiedono il setup dei più costosi e complicati laser a C02.

Che cos’è Laser Pecker 2

LaserPecker 2 è un incisore laser compatto di nuova generazione arrivato sul mercato nel 2022 e in breve tempo diventato molto popolare grazie alla velocità e precisione di incisione e alla sua portabilità.

In particolare LaserPecker 2 è un laser cosiddetto “Galvo”, cioè un incisore che utilizza un sistema di specchi galvanometrici (da cui “Galvo”) per dirigere il raggio laser. A differenza di altri incisori “Plotter” in cui è il gruppo laser a muoversi sugli assi XY per incidere il materiale, in un laser galvo l’incisione avviene attraverso il movimento di specchi che ruotano su due assi muovendo rapidamente il punto focale del laser.

In poche parole, il laser, così come l’oggetto da incidere, è fisso al centro e il suo punto focale è indirizzato da un movimento di specchi che in questo modo “disegna” l’oggetto. I vantaggi di un laser galvanometrico sono innanzitutto le dimensioni della macchina, infinitamente più piccole rispetto a quelle di un laser a plotter, una maggiore velocità e precisione di incisione, una affidabilità maggiore non essendoci parti meccaniche in movimento e quindi un costo e una manutenzione ridotti.

D’altro canto però gli svantaggi di questa tecnologia sono innanzitutto la limitata area di stampa, nel caso di LaserPecker 2 (senza gli accorgimenti e gli accessori che vedremo) 100x100mm, e la limitata “potenza di fuoco”, che nel caso di LP2 è di 5w.

Laser Pecker 2

Caratteristiche principali

Di seguito vi riportiamo le caratteristiche principali di LaserPecker 2.

  • Potenza laser: 5W
  • Lunghezza d’onda: 450 nm
  • Area di lavoro max: 100×100 mm (espandibile a 100×2000 mm con asse rotante opzionale)
  • Velocità di incisione: fino a 600 mm/s
  • Velocità di anteprima: fino a 3750 mm/s
  • Precisione dello spot laser: 0.05 mm
  • Sistema di messa a fuoco: Manuale, con regolazione altezza da 0 a 16 cm
  • Software: App mobile (iOS e Android), software desktop (Windows e Mac)
  • Connettività: Bluetooth 5.0, USB
  • Alimentazione: 12V, batteria integrata da 6400 mAh
  • Dimensioni: 135 x 135 x 290 mm
  • Peso: 2.2 kg

Dalle specifiche riportate sopra, come potete notare, emergono immediatamente alcune delle principali caratteristiche di questo dispositivo, che sono le dimensioni e il peso estremamente ridotti (letteralmente può essere trasporato in uno zaino) la velocità di incisione e al contempo le limitate dimensioni dell’area di lavoro, per cui diventa fondamentale acquistare un accessorio (l’asse rotante) che ne permette una notevole espansione. Il prezzo di LaserPecker 2 non è basso, circa 800 euro sul sito ufficiale (e con il coupon 4N50 potete approfittare di un ulteriore sconto di 50$ per i nostri utenti), giustificabile solo se si ha davvero la necessità di un laser compatto; tuttavia le qualità intrinseche del prodotto, come vedremo, sono assolutamente innegabili.

Unboxing e installazione

La confezione di LaserPecker 2 include il corpo macchina con laser da 5W, la base e colonna di supporto, un paio di occhiali protettivi di discreta qualità, cavi di alimentazione e di connessione, chiave per il montaggio, manuale di istruzioni, un righello in legno per la regolazione manuale del fuoco, e alcuni materiali di prova per l’incisione.

L’assemblaggio iniziale è molto semplice e veloce. È sufficiente avvitare la base di supporto alla colonna regolabile e quest’ultima al corpo macchina tramite l’apposita ghiera. Il tutto richiede solo pochi minuti.

Successivamente è necessario collegare il cavo di alimentazione e scaricare sul proprio smartphone o tablet l’app LaserPecker per il controllo in wireless via Bluetooth. In alternativa, è possibile collegare LaserPecker 2 al computer tramite il cavo USB incluso e utilizzare il software desktop. L’operazione è davvero immediata e non richiede alcuno sforzo completandosi in una decina di minuti al massimo.

Design e qualità costruttiva

Il design e la qualità costruttiva sono uno degli aspetti che ci ha maggiormente stupito. Ad eccezione del cupolotto arancione di protezione che, come vedremo più avanti, funge anche da sistema per la messa a fuoco, il LaserPecker 2 è interamente costruito in alluminio. La finitura è satinata e la colorazione in un grigio canna di fucile estremamente accattivante. Nella parte superiore, dove è collocato il laser a diodo blu da 5w, è presente la grande maniglia per il trasporto e due pulsanti a sfioro, uno per l’anteprima e uno per l’avvio della stampa (funzioni che però ovviamente possono essere facilmente gestite tramite l’app iOS o Android).

Sul lato destro della colonna principale, altri due pulsanti a sfioro servono a gestire la messa a fuoco che avviene si manualmente ma tramite un motore elettrico che fa scendere e salire la testa del laser.

Sul retro del dispositivo sono presenti due porte USB tipo A per il collegamento degli accessori (il roller, ad esempio e la ventola integrata nel cupolotto di protezione) , una porta USB Tipo C per il collegamento al PC e il connettore di alimentazione.

Il nostro kit comprendeva anche la roller base, un accessorio a nostro parere essenziale per sfruttare al massimo questo dispositivo.  Anch’essa come LP2 è interamente costruita in metallo, con due grandi ruote girevoli in metallo zigrinato che consentono all’oggetto posizionato su di essa di ruotare.

La roller base, oltre a consentire l’incisione su oggetti cilindrici come tazze e bicchieri, o sferici (lo abbiamo utilizzato per personalizzare alcune palle di natale), permette di far “camminare” letteralmente il vostro LaserPecker 2. Ma di questo vi parleremo più avanti in un capitolo specificamente dedicato alle tante possibilità di incisione che vi si aprono con questo accessorio dal costo sicuramente non contenuto (272 euro) ma assolutamente indispensabile.

Prima configurazione e stampa

LaserPecker 2 una volta installato è già perfettamente configurato per la stampa tramite l’app companion. Laser Pecker 2 in modalità “fissa” può stampare sia su superfici piane, sia su superfici inclinate, semplicemente svitando la manopola posta sotto la testa del laser e ruotandola tramite la maniglia di trasporto. Prima di iniziare ad incidere, però è ovviamente necessario impostare la corretta distanza tra testa laser e superficie di lavoro, che dovrebbe essere di circa 110 mm

In entrambi i casi è possibile regolare l’altezza di fuoco dall’oggetto utilizzando il righello in legno incluso, il piccolo strumento di regolazione metallico integrato nella colonna di supporto, oppure direttamente utilizzando il pannellino in plastica di protezione che ha una altezza proprio di 110mm. Tramite i due pulsanti sulla colonna di supporto basterà infatti tenere premuto il pulsante di discesa e una volta che il sistema avrà rilevato, tramite un fine corsa a molla, che il cupolotto ha toccato la base, arresterà la corsa portando la testa alla giusta distanza di fuoco.

A questo punto è possibile avviare l’anteprima di incisione, regolare la posizione e la dimensione. Il laser fornisce anche un segnaposto per il centro dell’incisione, così da consentire il posizionamento dell’oggetto sulla base. L’intensità del punto di centro incisione può essere regolata anch’essa tramite l’app.

Il punto di forza di questo sistema di messa a fuoco semi-manuale è la semplicità e rapidità d’uso. In pochi secondi è possibile regolare la distanza corretta ed essere pronti ad incidere con la massima qualità e precisione. Non è necessaria alcuna regolazione fine o procedura complicata.

Il cupolotto laser può essere rimosso nel caso in cui risulti di intralcio all’incisione sull’oggetto, ma questo oltre ad essere un’importante protezione in fase di stampa, in quanto è in grado di proteggere gli occhi dalla radiazione laser, è utile anche a migliorare la qualità di stampa. Il cupolotto è infatti dotato di una ventola da 50mm attivabile semplicemente collegando il suo cavo di alimentazione alla porta USB sulla testa del LaserPecker 2. La ventola eliminando i fumi generati dall’incisione ed eventuali impurità consente una incisione più pulita priva di bordi bruciati.

Quando si è pronti, è sufficiente premere il pulsante di avvio direttamente sulla macchina oppure dall’app per far partire l’incisione vera e propria.

Il software Laser Pecker

Il funzionamento di LaserPecker 2 può essere controllato sia tramite l’app mobile, disponibile per iOS e Android, sia con l’app desktop per Windows e Mac. L’app mobile offre un’interfaccia molto semplice e intuitiva che consente di importare foto e immagini dalla galleria del telefono, creare scritte e forme geometriche, generare velocemente codici QR e barcode, regolare dimensioni, posizione e orientamento del disegno, impostare i parametri di incisione come potenza e velocità di incisione, sia manualmente, sia scegliendo quelli preimpostati in base al tipo di materiale.

Una volta selezionata l’immagine, poi si può scegliere tra cinque diverse modalità di incisione, Pencil, G-Code, Bin, Gray e Seal, ciascuna adatta al differente stile che si vuole dare all’incisione.

Pencil ad esempio converte l’immagine in uno sketch a matita, mentre G-Code la converte in vettoriali, dando poi la possibilità di selezionare il livello di “fill” delle linee. Bin converte le immagini in bianco e nero per una stampa più veloce, mentre Grey converte l’immagine in scala di grigi aggiungendo persino il dithering delle ombre, per l’incisione di fotografie per le quali è necessario mantenere un certo dettaglio. L’ultima modalità, invece, è Seal che inverte l’immagine per realizzare ad esempio dei timbri.  

Una funzionalità particolarmente utile dell’app è quella che permette di scalare e spostare l’immagine, semplicemente trascinadola con il dito all’interno dello spazio di incisione. In questo modo è possibile trovare la migliore collocazione dell’incisione senza spostare il materiale.

Laser Pecker 2

L’app desktop offre funzionalità più avanzate per l’importazione di file vettoriali e gcode, oltre alla possibilità di controllare manualmente gli assi X e Y del laser, ma in generale l’app mobile è piuttosto completa per le funzionalità di base di incisione.

Sicurezza

LaserPecker 2 integra diverse funzioni per garantire la sicurezza dell’utente durante l’utilizzo, innanzitutto lo schermo protettivo trasparente di cui vi abbiamo già detto che contiene la radiazione laser in maniera efficace. In secondo luogo, Laser Pecker 2 include un sistema di spegnimento automatico del laser in caso di ribaltamento accidentale della macchina, una feature essenziale per un prodotto compatto come questo.

E’ infine presente un sistema di protezione da surriscaldamento che blocca il laser quando rileva un aumento anomalo delle temperature (ad esempio un oggetto che ha preso fuoco).

Prima incisione

Il laser da 5W, nonostante la potenza contenuta, è in grado di incidere superficialmente un buon numero di materiali come legno e suoi derivati (compensato, mdf, bambu, sughero, ecc.), Pelle e cuoio, Tessuti, Cartone e carta, Acrilico e plexiglass (purchè di colore nero), Plastica e gomma, Vetro e cristallo (con le opportune accortenze, come ad esempio il dipingere il retro del vetro in un colore molto scuro matto), Ceramica, Pietra e ardesia, Anodizzato, Metallo verniciato, Alimenti. Lo spessore massimo di incisione tuttavia è circa 5 mm, mentre per materiali più spessi e duri come le pietre preziose la potenza non è sufficiente per ottenere risultati apprezzabili. La precisione dello spot di 0.05 mm, tuttavia, permette di ottenere dettagli molto fini e in pochissimo tempo, grazie ad una velocità di 600 mm/s,  su un’area 100×100 mm.  In generale, quindi, pur trattandosi di un laser a diodo da soli 5w, siamo rimasti davvero colpiti dall’efficienza di questo incisore, soprattutto dopo la prima stampa su ardesia, effettuata in pochissimi minuti e in appena due passaggi alla massima velocità.

In generale sebbene sia possibile l’incisione anche su materiali ostici come plexiglass, metallo e vetro, occorre fare alcune precisazioni. Il metallo ad esempio, nelle nostre prove può essere inciso solo se verniciato o anodizzato. La vernice o l’ossidazione fanno da strato assorbente per il laser. Al contrario, il metallo lucido riflette quasi totalmente il raggio laser, non consentendo un’incisione apprezzabile. Lo abbiamo sperimentato con una borraccia cromata che avremmo voluto incidere con il nostro logo, ma purtroppo con scarsi risultati. Discorso diverso invece per il metallo satinato che può essere inciso tranquillamente anche con un diodo da 5w. Come vedete nella foto 1 qui sotto, anzi, i risultati sono più che soddisfacenti con la medaglietta completata in circa 5 minuti

Per quanto riguarda il vetro, il discorso è un po’ diverso. Teoricamente un laser da 5w come quello di LP2 può incidere vetri opachi con spessore fino a 3-4 mm, a patto però di applicare sui materiali riflettenti come appunto il vetro o il plexiglass una sostanza assorbente come vernice nera o spray acrilico. In ogni caso per ottenere risultati migliori, occorre aumentare la profondità di incisione, diminuire la velocità e aumentare al massimo la potenza. Se si ha necessità di incidere frequentemente questo tipo di materiali, potrebbe essere opportuno pensare alla versione più potente di Laser Pecker, LP4 con diodo da 10w.

In termini di taglio, LaserPecker 2 può tagliare al massimo materiali molto sottili come carta, stoffa, pelle, compensato, con uno spessore inferiore a 1-2 mm. Per tagliare materiali più spessi è necessario un laser più potente.

Roller Base, l’accessorio indispensabile.

L’accessorio roller base è ciò che trasforma LaserPecker 2 da un semplice incisore laser da tavolo per piccoli lavori hobbystici in una versatile macchina adatta ad ogni tipo di utilizzo. L’asse rotante è costituito da due rulli motorizzati in acciaio montati su una struttura rigida che si aggancia alla base dell’LP2. I rulli sono progettati per accogliere oggetti cilindrici come bottiglie, bicchieri, tazze, ecc. Per utilizzarlo, è sufficiente montare l’asse rotante sulla parte inferiore di LaserPecker 2 sopra la base d’appoggio standard. I rulli vanno posizionati in orizzontale, perpendicolarmente al percorso del raggio laser. A questo punto, è possibile prendere l’oggetto cilindrico da decorare, ad esempio come nel nostro test una confezione metallica per bottiglie di whysky, e farlo rotolare sopra i rulli metallici finché è ben bloccato e centrato. Il diametro dell’oggetto deve essere sufficiente per essere sorretto saldamente dai due rulli.

Tramite il software LaserPecker, è necessario poi attivare l’opzione third axis e selezionare a questo punto la modalità Cylinder e settare l’incisione normalmente come si fare con una tradizionale su piano. I rulli faranno ruotare automaticamente la bottiglia a velocità costante, mentre il raggio laser si muoverà linearmente creando l’incisione sulla circonferenza.

Tuttavia i vantaggi dell’asse rotante non si esauriscono qui. Con alcuni accorgimenti, infatti, è possibile incidere oggetti non perfettamente cilindrici. Ad esempio, è possibile incidere su oggetti ovali o con forma irregolare che possono essere fatte rotolare sui rulli purché abbiano una parte circolare che poggi su entrambi i cilindri; su superfici piane e flessibili più grandi dei 100x100mm disponibili in modalità normale, ad esempio montando il materiale su un supporto cilindrico (ad es. un cartone avvolto su se stesso) da far rotolare sui rulli. Infine è possibile incidere anche su oggetti conici/svasati, tenendo comunque presente che l’incisione avrà una leggera distorsione verso le estremità coniche.

L’accessorio oltre alla modalità Cilinder, può essere utilizzato attivando altre due modalità: Rolley e Slab

  • Rolley Mode: è la modalità standard per oggetti perfettamente cilindrici come bottiglie, bicchieri, tazze, ecc. L’oggetto viene semplicemente fatto rotolare sopra i rulli metallici per essere inciso sulla circonferenza.
  • Slab Mode: in questa modalità i rulli fungono da piano di scorrimento per incidere su superfici piane più grandi di 100×100 mm. Basta fissare la superficie piana su un supporto che scorra sui rulli (ad es. una tavola di legno) per espandere l’area di incisione.

Ogni modalità sfrutta il movimento rotatorio dei rulli in modo diverso per adattarsi a forme e superfici differenti. Questa versatilità permette di incidere una vasta gamma di oggetti in maniera semplice e veloce.

L’asse rotante espande notevolmente le capacità di LaserPecker 2 tuttavia a differenza di altri accessori che afferrano il prodotto tenendolo saldamente, la roller base potrebbe darvi qualche grattacapo in caso l’oggetto sia troppo pesante o troppo leggero, o occorra effettuare più passaggi di incisione. Con oggetti troppo leggeri infatti, le due ruote zigrinate potrebbero non essere in grado di fare il giusto attrito e ruotare l’oggetto, così al contrario oggetti troppo pesanti non ruoterebbero in maniera costante sui due rulli. Se è necessario inoltre effettuare un doppio o un triplo passaggio di incisione, il prodotto non essendo ancorato ai rulli potrebbe muoversi, guastando la vostra incisione.

In ogni caso la roller base,  è comunque assolutamente indispensabile se si vuole espandere l’area di lavoro oltre i suoi confini e fino a 100×2000 mm.

Portatilità assoluta grazie al funzionamento con Powerbank

L’aspetto della portabilità è un altro dei grandi punti di forza di LaserPecker 2. Il dispositivo, infatti, può essere utilizzato anche all’aperto senza accesso alla rete elettrica, grazie ad una powerbank (fornita come accessorio) e persino su superfici verticali. Basta infatti staccare la base e piazzare il laser perpendicolarmente all’oggetto verticale tenendolo per la maniglia superiore. Questa estrema maneggevolezza rende LaserPecker 2 uno strumento estremamente utile anche ai professionisti che hanno bisogno di uno strumento di incisione che possa essere portato direttamente sul posto e per piccoli carichi di lavoro.

Commento finale

Nonostante il prezzo elevato, LaserPecker 2 è un prodotto davvero molto interessante sia per chi è alla ricerca di un laser estremamente semplice da usare per piccoli progetti hobbystici e non ha molto spazio per utilizzare un laser plotter, sia per i professionisti che hanno bisogno di un laser alternativo estremamente portatile per progetti in cui non è possibile utilizzare i tradizionali laser plotter a diodo o a Co2. Grazie ad una unità laser a diodo blu da 5w molto efficiente e alla roller base (venduta separatamente) è possibile utilizzarlo per tantissimi tipi diversi di materiali, dal metallo, alla ceramica, passando per l’acrilico e naturalmente il legno. Se vi riconoscete in una delle due categorie di cui sopra e riuscite ad approfittare di una delle tante offerte sconto, LaserPecker 2 è un prodotto che ci sentiamo di raccomandare al 100%.

Se questo articolo vi è piaciuto, supportateci iscrivendovi ai nostri social:
YouTube | Telegram | Facebook | Gruppo FB | Twitch | Twitter | Instagram

Seguici sui nostri social media

8

Laser Pecker 2


Nonostante il prezzo elevato, Laser Pecker 2 è un prodotto davvero molto interessante sia per chi è alla ricerca di un laser estremamente semplice da usare per piccoli progetti hobbystici e non ha molto spazio per utilizzare un laser plotter, sia per i professionisti che hanno bisogno di un laser alternativo estremamente portatile per progetti in cui non è possibile utilizzare i tradizionali laser plotter a diodo o a Co2. Grazie ad una unità laser a diodo blu da 5w molto efficiente e alla roller base (venduta separatamente) è possibile utilizzarlo per tantissimi tipi diversi di materiali, dal metallo, alla ceramica, passando per l’acrilico e naturalmente il legno. Se vi riconoscete in una delle due categorie di cui sopra e riuscite ad approfittare di una delle tante offerte sconto, Laser Pecker 2 è un prodotto che ci sentiamo di raccomandare al 100%.

PRO

Portatilità | Buona efficienza del laser | Con la roller base può essere utilizzato anche oltre i limiti di stampa

CONTRO

Prezzo decisamente elevato | la roller base non è sempre adatta per incisioni in cui sono richiesti più passaggi
Arturo D'Apuzzo
Arturo D'Apuzzo
Nella vita reale, investigatore dell’incubo, pirata, esploratore di tombe, custode della triforza, sterminatore di locuste, futurologo. In Matrix, avvocato e autore di noiosissime pubblicazioni scientifiche. Divido la mia vita tra la passione per la tecnologia e le aride cartacce.

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles

Follow us on Social Media