Speciale: PS4 vs XBO, esclusive a confronto

Articolo di · 1 Ottobre 2015 ·

ps4 vs xboxone newheader - Speciale: PS4 vs XBO, esclusive a confronto

Dopo quasi due anni sul mercato, tiriamo le somme con le console di nuova generazione.

Microsoft e Sony sono ormai colonne portanti dell’industria videoludica da più di un decennio e continuano, tra alti e bassi, a sorprendere la quasi totalità dei videogiocatori sfornando di volta in volta accordi in esclusiva o titoli first party in grado di lasciare a bocca aperta anche chi nell’industria ci lavora ed è ormai abitutato a tali situazioni. Negli ultimi tempi, complice anche l’aumento vertiginoso del costo delle produzioni, sempre più simile a quelli di un  film, le terze parti hanno provato a monetizzare il più  possibile sfruttando la base installata di più console. Il settore delle IP “in esclusiva” per questo si è andato sempre più assottigliando, rendendo il momento della scelta della console “una scelta di campo”, ovvero dettata principalmente da sentimenti di amore-odio verso una piattaforma, piuttosto che una scelta ragionata determinata dalla presenza di un titolo o dalla predominanza di un particolare genere.

Tuttavia anche in questa situazione di mercato anomala, in cui una console sembra valere un’altra, il settore delle esclusive di peso è, a parere di chi vi scrive, ancora in grado di fare la differenza. Questo speciale che arriva ad un anno e mezzo dall’uscita delle due ammiraglie Microsoft e Sony, si propone di farvi da guida all’acquisto della vostra console partendo proprio dalle esclusive che lo ripetiamo, dovrebbero rappresentare il parametro principale sul quale basare la vostra scelta.

Nel caso siate in dubbio sull’effettivo numero di esclusive disponibili sulle console di nuove generazioni e sulle produzioni che arriveranno nei mesi a venire, continuate a leggere questo approfondimento.

Dopo questa breve introduzione, ci è d’obbligo introdurvi alla modalità in cui analizzeremo l’offerta di esclusive di entrambe le console: tanto per cominciare è nostro dovere giudicare il numero di esclusive, la loro qualità ed il genere di appartenenza; vi informiamo inoltre che in queste “guerre” non c’è mai un vincitore. L’offerta di entrambe le console è vasta ed, in entrambi i casi, valida sebbene anche leggermente differente, stiamo pur sempre parlando di una console yankee e di una con gli occhi a mandorla, no?.

Sony PlayStation 4

Iniziamo col colosso nipponico che ha riscosso successi successi a partire dal 1994, con l’uscita di PlayStation. L’ammiraglia di Sony, PlayStation 4, mantiene intatta la filosofia adottata sin dall’alba dei tempi e punta ad offrire, indistintamente, la migliore esperienza di gioco per tutti i videogiocatori del mondo; il modo in cui lo fa, però, non si dimostra efficace e si concentra, alla fine, su pochi generi principali che portano avanti la “baracca”. Quali sono questi generi? Basta dare un’occhiata alla breve lista d’esclusive disponibili (che abbiamo integrato per voi poco più in basso), per capirlo:

1 FPS (Killzone Shadowfall)
2 Platform 2D/3D (Knack, Tearaway Unfolded)
1 Racing (Driveclub)
5 Action/Action RPG (The Order 1886, Bloodborne, Onechanbara Z2: Chaos, Infamous Second Son, Infamous First Light)
1 RPG (Omega Quintet)
1 Adventure (Everbody’s Gone To The Rapture)
1 Horror (Until Dawn)

Come voi stessi potete vedere, l’offerta di Sony fino a questo momento è piuttosto imbarazzante sotto ogni fronte; il basso numero di esclusive totale (12) ed il numero di anni di vita della console (2), indica che sono stati rilasciati circa 6 giochi esclusivi all’anno, sino a questo momento; per di più, inoltre, l’offerta si differenzia su un più ampio numero di generi (8), ed il più ampio numero di titoli (5) fa parte della categoria Action/Action RPG. A favore di Sony è però da segnalare l’alta qualità di alcune delle esclusive offerte: Bloodborne ed Infamous: Second Son sono infatti tra le opere migliori disponibili su PlayStation 4 e, probabilmente, rimarranno tra i titoli più belli di questa generazione di videogiochi.

{media load=media,id=8868,width=853,align=center,display=inline}

La situazione per quanto concerne il futuro è destinata a cambiare nei mesi a venire; Sony infatti prevede un ampio numero di esclusive che saranno rese disponibili su PlayStation 4 entro la fine di quest’anno e per tutto il corso dell’anno successivo. Nello specifico sono queste le esclusive di cui stiamo parlando:

4 Action/Action RPG (Uncharted: The Nathan Drake Collection, Uncharted 4: A Thief’s End, Gravity Rush 2, Horizon: Zero Dawn)
2 RPG (Disgaea 5, Megadimension Neptunia VII)
2 Adventure (The Last Guardian, The Tomorrow Children)
1 Platform 2D/3D (Ratchet and Clank)

Anche qui, prevale il genere degli Action/Action RPG (4), e rispetto a quanto offerto sino ad oggi, sembrerebbe che il numero di esclusive che saranno rese disponibili aumenteranno esponenzialmente, aumentando nell’arco di un anno di ben 9 titoli. Tra i più importanti segnaliamo il nuovo capitolo di Uncharted, Gravity Rush 2 ed infine The Last Guardian, Ratchet and Clank e Horizon: Zero Dawn.

{media load=media,id=10402,width=853,align=center,display=inline}

Infine, per quanto riguarda l’intero arco di vita della console, sono inoltre previsti i seguenti titoli, attualmente senza una data d’uscita certa:

1 Fighting (The King of Fighters XIV)
6 Action/Action RPG (Ni-Oh, Yakuza 6, Kingdom Hearts HD II.8, Nier, Shadow of The Beast, Stories: The Hidden Path)
1 Racing (Gran Turismo 7)
2 Adventure (Dreams, Rime)
2 RPG (Inferno Climber, The Witch and The Hundred Knight 2)

Ancora una volta gli Action/Action RPG si posizionano al primo posto del podio (6), e sembrano posizionarsi indubbiamente al primo posto nella classifica dei generi prevalenti su PS4. Particolarmente interessanti Ni-Oh e Kingdom Hearts II.8.

{media load=media,id=10367,width=853,align=center,display=inline}

Questo è il nostro verdetto finale riguardo le esclusive disponibili ed in arrivo su PlayStation 4: pur approcciandosi ad una vasta gamma di generi, PlayStation 4 mostra un occhio di riguardo verso i giocatori che amano il genere Action/Action RPG, ove offre (ed offrirà) il maggior numero di esclusive (13). Non manca qualche RPG (5) ed un discreto numero di Platform 2D/3D (3). Non s
ono da sottovalutare infine Bloodborne ed Infamous: Second Son, che PlayStation 4 offre in esclusiva.

Microsoft Xbox One

Xbox 360 ha dominato la scorsa generazione di console da videogiochi, Xbox One in questa generazione, invece, sembra far fatica a raggiungere un alto numero di vendite. C’è chi da la colpa al marketing, chi alle esclusive e chi infine punta il dito verso la divisione Xbox di Microsoft; la colpa di questa “fatica” non sappiamo a chi attribuirla, tuttavia possiamo sciogliere in voi il dubbio in merito alle esclusive che Microsoft ha proposto ed ha intenzione di proporre sulla propria console di nuova generazione.

Iniziamo analizzando l’offerta di titoli già disponibili su Xbox One:

1 Sparatutto su Binari (Crimson Dragon)
2 Racing (Forza Motorsport 5, Forza Motorsport 6)
1 FPS (Halo: The Masterchief Collection)
3 Sport (Kinect Sport Rivals, Powerstar Golf, Shape Up)
1 Platform 2D/3D (Rare Replay)
1 Action/Action RPG (Sunset Overdrive)

In questo momento, dunque, Xbox One sembra essere più il “Wii” della nuova generazione, con più titoli “sportivi” (3) facilmente giocabili dai giocatori casual ed un bassissimo numero di esclusive che si affaccia ai restanti generi, tra cui segnaliamo una totale assenza di RPG. Nei suoi primi 2 anni di vita, Xbox One è stata in grado di offrire solamente 9 giochi in esclusiva, circa 4 all’anno. Forza Motorsport 5, Halo: The Masterchief Collection e Rare Replay potrebbero comunque condizionare la vostra scelta in merito alla console di riferimento. Stiamo infatti parlando del racing simulator migliore attualmente disponibile sulle console di nuova generazione, di una collezione che i fan di Xbox e Masterchief non posso farsi scappare ed infine di alcuni titoli che hanno fatto la storia del genere platform.

{media load=media,id=8479,width=853,align=center,display=inline}

Xbox One per quanto concerne il futuro, prevede le seguenti esclusive che saranno lanciate tra la fine del 2015 e l’intero anno 2016:

1 TPS (Gears of War 4)
1 FPS (Halo 5: Guardians)
1 Adventure (ReCore)

Con sole 3 esclusive, il futuro non si prospetta roseo per Xbox One, pur trattandosi di titoli di grandissima importanza, come Halo 5: Guardians e Gears of War 4.

{media load=media,id=10071,width=853,align=center,display=inline}

Per quanto concerne i titoli senza ancora una data d’uscita, questo è ciò che Xbox One potrà offrire:

4 Action/Action RPG (Crackdown 3, Judgement of Rage, Scalebound, Zombie Driver Ultimate Edition)
2 TPS (Global Mission 2, Quantum Break)
1 Strategy (Phantom Dust)
2 RPG (Stranger of Sword City, Stundents of The Round 2)
1 MMORPG (Sword of Legends)

Qui il numero di esclusive si fa più ampio, pur non garantendo però un elevato quantitativo di esclusive in generale; spicca, per la prima volta, il genere Action/Action RPG con un totale di 4 titoli, appaiono per la prima volta gli RPG (2) ed aumenta il numero di TPS (2). Segnaliamo esclusive di spessore come Crackdown 3, Scalebound e Quantum Break, che potrebbero rivelarsi essere eccellenti.

{media load=media,id=8869,width=853,align=center,display=inline}

Insomma, analizzando la situazione di Xbox One, non si può che parlarne poco bene: il numero di esclusive attualmente disponibili è bassissimo (9), che nel ciclo dei 2 anni di vita, corrisponde a circa 4 giochi l’anno. Anche il numero di esclusive in uscita a fine 2015 e nel corso del 2016 è raccapricciante (3), mentre i titoli senza ancora una data d’uscita sono quelli che potrebbero fare la differenza (10), vantando un alto numero di Action/Action RPG (4) e garantendo l’apparizione di titoli RPG (2) e di qualche TPS (2).

Considerazioni finali

Come già anticipato in apertura d’articolo, l’offerta di entrambe le console è differente e difficile da giudicare in maniera imparziale; ognuno di noi, d’altronde, porta nel cuore un genere preferito, oppure un titolo che giocherebbe decine e decine di volte nell’arco della propria vita. E’ per questo che abbiamo preferito offrirvi una panoramica complessiva di ciò che entrambe le console hanno da offrire, piuttosto che dilungarci inutilmente in discorsi che prevedano l’enfatizzazione dei punti cardine delle esclusive.

Sia Sony che Microsoft non offrono ancora un’ampia libreria di esclusive, siamo però certi che nel corso degli anni a venire i titoli che saranno resi disponibili non saranno solamente quelli dai noi elencati, ma anche future produzioni ancora non rivelate al pubblico; ci aspettiamo, comunque, che siano in grado di abbracciare ulteriormente i gusti e le preferenze dell’ampio bacino di utenza a cui si propongono, rispettando tutti i generi di videogiochi che l’industria è in grado di offrire e garantendo ore ed ore di divertimento a tutte le tipologie di videogiocatori.

Non dimentichiamoci, poi, che entrambe le console saranno in grado di supportare, negli anni a venire, le produzioni Third Party non esclusive, che ne arricchiranno ulteriormente l’offerta.

Criterion 10

    Rispondi