Internet, lo stato delle connessioni in Italia migliora

Articolo di · 22 Marzo 2017 ·

internetext - Internet, lo stato delle connessioni in Italia migliora

Status attuale della rete in Italia – dati generali, wifi gratuito e altre interessanti curiosità.

In questo periodo il discorso relativo alla connessione Internet a banda larga è spesso sulle prime pagine dei giornali: il motivo è dovuto al fatto che – stando agli ultimi sviluppi sulle politiche delle compagnie telefoniche e dei provider – pare che anche il nostro Paese potrà finalmente contare su una connettività di livello europeo, in grado di ridurre quel gap che viene sempre più spesso indicato con la dicitura “digital divide”. Parliamo di un fattore fondamentale per consentire agli italiani di ottenere gli stessi diritti digitali di cui godono gli altri cittadini delle nazioni più avanzate, soprattutto in merito alla facilità di reperimento delle informazioni contenute da una rete che – oggi – rappresenta di fatto il media preponderante per la crescita culturale e personale.

Connettività in Europa: il confronto con l’Italia

Il divario fra l’Italia e l’Europa in termini di connettività Internet è ancora piuttosto marcato: una situazione frutto di alcune incomprensioni a livello politico e di un ritardo tecnologico che, purtroppo, spesso lascia indietro l’Italia rispetto gli altri player europei. Eppure, piano piano, anche noi stiamo abbracciando il nuovo millennio e portando avanti la nostra piccola rivoluzione digitale.

Negli ultimi mesi è infatti aumentata la velocità media di connessione, passata da 8,2 Mbps a 8,7 Mbps, con dati ulteriormente positivi per quanto riguarda la velocità di connessione da smartphone: ben 11,2 Mbps. Il merito di questa crescita è da attribuire a ISP come Vodafone, un provider che oggi offre interessanti offerte ADSL e diverse novità in questo settore. Certo, siamo ancora lontani da paesi come la Svezia (22 Mbps) e i Paesi Bassi (18 Mbps), ma la forbice digitale si sta comunque riducendo col tempo.

WiFi gratuito: com’è la situazione?

Anche la situazione relativa al WiFi gratuito nelle borgate e nelle isole dimostra di godere di una buona salute: un’iniziativa fondamentale per rompere l’isolamento di queste zone, e per poter consentire a chi le abita di aprirsi al mondo e di ridurre dunque il già menzionato digital divide. Da questo punto di vista, l’iniziativa ha riscosso un particolare successo in Sardegna e nei Castelli Romani, dove il wifi gratuito ha fatto fare un deciso passo in avanti ai borghi in periferia in merito alla connettività Internet. Infine, vale anche la pena sottolineare il progetto “wifi gratuito in tutta Italia” avviato dal Governo proprio in queste settimane, il cui scopo è coprire l’intero Stivale con una rete wifi gratis frutto di un investimento pari a 2 milioni di euro.

Famiglie digitali: fattori di presenza e competenze

Per quanto concerne la diffusione della banda larga in Italia, le regioni del Sud appaiono quelle in maggiore difficoltà, a causa di una carenza a livello di infrastrutture che rende molto complessa la diffusione delle connessioni più veloci. Da prendere in considerazione l’età dei membri della famiglia per capire davvero la diffusione di internet, difatti si parla di un maggiore utilizzo della rete fra i nuclei familiari composti almeno da un minorenne, segnale che nel nostro paese essere connessi è una faccenda ancora piuttosto “giovanile”. Mentre per quanto riguarda le finalità di utilizzo della rete va sottolineato che sempre più persone accedono alla rete per fruire di contenuti di un certo livello, secondo i dati Istat sono apprezzati dall’85% degli navigatori, il che dimostra che gli italiani partono da una base culturale di tutto rispetto.

Criterion 10

    Rispondi