Siemens, Emobilty day

Articolo di · 7 Febbraio 2011 ·

siemens thumb - Siemens, Emobilty dayIl 25 Gennaio, a Milano, Siemens ha organizzato un evento per i traguardi raggiunti come partner tecnologico di Enel e Smart per il progetto E-mobility Italy.

Tutti i dettagli dell’evento nel comunicato stampa che vi alleghiamo di seguito:

e-mobility day: le novità di Siemens nella mobilità elettrica

SIEMENS ITALIA PARTNER tECNOLOGICO DI ENEL E SMART PER IL PROGETTO E-MOBILITY ITALY

Siemens Italia – tra le aziende destinatarie di una delle 100 smart elettriche del progetto e-mobility Italy di Enel e Smart – è partner tecnologico nell’ambito del progetto. Dopo la fase sperimentale, è stato rilasciato a Enel il software per la gestione dell’infrastruttura di ricarica delle auto elettriche.

Milano, 25 gennaio 2011 – E’ Siemens Italia il partner tecnologico di Enel per la realizzazione  del sistema di connessione alla rete delle smart elettriche, nell’ambito del progetto e-mobility Italy di Enel e smart.

“A mio avviso in fatto di mobilità elettrica in Italia abbiamo un vantaggio importante che deriva dalla forte spinta sull’innovazione delle utilities e di aziende come la nostra che stanno investendo risorse preziose. La giornata di oggi è la prova che la collaborazione tra industria e utilities è ormai realtà”, commenta Federico Golla, AD di Siemens Italia a margine dell’e-mobility day.

In qualità di partner tecnologico del progetto, il team italiano del Settore Energy di Siemens Italia ha realizzato insieme ad Enel la soluzione Operation Center – che gestisce l’infrastruttura di connessione alla rete delle smart elettriche, i contratti, i servizi, compresi quelli dedicati agli utenti, e il controllo della rete. Alla fase sperimentale, nei primi mesi del 2010, in cui un team congiunto di ricercatori Siemens e specialisti Enel ha messo a punto il software, è seguito il rilascio ufficiale della prima release dell’Operation Center. Nei prossimi due anni Siemens supporterà ulteriormente lo sviluppo del sistema oltre a occuparsi di tutti gli aspetti relativi alla manutenzione.

L’Operation Center si compone di tre moduli funzionali.

Il primo – power grid control – si interfaccia con il sistema di controllo della rete di distribuzione cui invia le notifiche riguardanti la presenza di nuovi punti ricarica (le cosiddette colonnine) installati sulla rete, le ricariche in corso e il consumo associato ad ogni colonnina. Il sistema di controllo elabora a sua volta queste informazioni e re-invia all’Operation Center i risultati segnalando eventuali sovraccarichi di rete. In questo modo è possibile ottimizzare il profilo di ricarica e massimizzare l’integrazione dell’energia proveniente dalle fonti rinnovabili.

Il secondo modulo garantisce un collegamento costante con i punti di ricarica distribuiti che possono essere localizzati sulle mappe digitali e consultabili attraverso un comune web browser.

Il modulo di gestione dei contratti, infine, salva ed utilizza tutte le informazioni relative ai contratti attivi di ricarica. A tale scopo genera tessere RFID che verranno utilizzate dagli utenti per autenticarsi alle colonnine. Il sistema configura le tessere sul proprio database e avvia il processo di produzione fisica delle tessere che verranno poi automaticamente inviate a casa del cliente finale dopo pochi giorni.

Il programma dell’evento prevede la cerimonia di consegna a Siemens della smart fortwo electric drive. Le chiavi dell’auto saranno consegnate a Federico Golla alla presenza di Livio Gallo, AD di Enel Distribuzione e Vittorio Braguglia, Direttore generale di Mercedes-Benz Italia. Nell’ambito del progetto e-mobility Italy Enel è responsabile dello sviluppo, implementazione e funzionamento dell’infrastruttura, costituita da oltre 400 unità di ricarica dedicate, del sistema centrale fornito da Siemens. Daimler fornisce e si fa carico della manutenzione di oltre 100 veicoli elettrici per clienti residenti a Roma, Pisa e Milano.

Il Settore Energy di Siemens Italia userà la smart elettrica per continuare l’attività di sviluppo del software oltre che come auto di reparto per gli spostamenti fuori sede.

I veicoli in circolazione in Italia sono circa 36 milioni. Le previsioni al 2020 stimano un numero di auto elettriche variabile tra 1 e 4 milioni, circa il 10% del parco installato. Gli osservatori sono concordi nel ritenere che molto dipenderà dal prezzo del petrolio, dagli incentivi governativi e dall’innovazione tecnologica. “Da un punto di vista tecnologico siamo pronti, se a questo si aggiungerà la definizione di alcuni aspetti normativi, come la regolamentazione della tariffa, nulla impedisce che nel nostro Paese ci possa essere una diffusione massiva delle auto elettriche. Siemens è in prima linea. Facciamo parte dei più importanti consorzi costituiti in Europa su tematiche smart grid e mobilità elettrica” aggiunge Golla.

Siemens, che ha investito nel settore della mobilità elettrica quando ancora non era un mercato maturo, continuerà a puntare sulle competenze locali. Le Business Unit Energy Automation e Smart Grid Applications di Siemens in Italia contano, infatti, oltre 150 tecnici specializzati nell’automazione dei processi elettrici, una ventina dei quali lavora sulle applicazioni della mobilità elettrica. “Trattandosi di applicazioni innovative siamo candidati a ricoprire il ruolo di competence center cross country. Abbiamo già collaborazioni aperte in Inghilterra, Austria, Singapore che rafforzeranno il team italiano” – dice Luigi Velati, Responsabile del Settore Energy di Siemens Italia – “il vantaggio della nostra organizzazione è di avere una competenza di tutti i processi elettrici, di automazione, di network management ed IT, elementi fondamentali per essere un player di riferimento della mobilità elettrica”.

{vsig}/societa/scienze/Siemens/20110207{/vsig}

Criterion 10

    Rispondi