Secondo Yosuke Hayashi di Team Ninja i videogiochi non sono un male per i bambini

teamninjalogoE lui, come molti altri, ne è la dimostrazione vivente

Durante l’ultima puntata della serie Iwata Asks, in qualità di ospite era presente Yosuke Hayashi, attuale boss della software house Team Ninja.

Nel corso di una sorta di intervista Hayashi ha detto la sua in merito al fatto che molto spesso i videogames sono considerati un male per i bambini, svelando la sua esperienza personale.

Il boss di Team Ninja ha infatti rivelato di aver iniziato a giocare da bambino, ricordando che a quel tempo molti pensavano che i videogames potessero avere una cattiva influenza sulla crescita dei più piccoli, ed aggiungendo che arrivato ormai a 31 anni  è la dimostrazione vivente del fatto che si può diventare una persona decente pur avendo fruito sin da piccolo di videogiochi.

Lo stesso Hayashi ha poi parlato delle persone che sono dietro alla realizzazione di un videogioco, affermando che fino ad una certa età non si rendeva conto dell’enorme lavoro che può esserci dietro la realizzazione di un titolo, ma con il passare del tempo è riuscito a vedere la mano dell’uomo e persino le emozioni degli stessi sviluppatori che durante lo sviluppo vivono a stretto contatto con un gioco.

Attendiamo eventuali prossime dichiarazioni.

Se questo articolo vi è piaciuto, supportateci iscrivendovi ai nostri social:
YouTube | Telegram | Facebook | Gruppo FB | Twitch | Twitter | Instagram

Seguici sui nostri social media

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles

Follow us on Social Media