Battlefield 3, il nostro provato al GamesCom 2011

battlefield-3_thumb2La guerra secondo DICE, provata sia su PS3 che PC.

A solo una giornata dall’inizio ufficiale della GamesCom 2011 è arrivato il momento grazie allo stand messo a disposizione da Electronic Arts di dare una prima occhiata da vicino al pezzo da 90: Battlefield 3.

Nell’apertura della conferenza stampa, EA ci ha mostrato sia dal vivo che in alcuni trailer quello che il titolo ci potrà offrire, tra cui spicca la modalità co-operativa. Non ci è stato modo di fugare un dubbio: se il massimo numero di giocatori che potranno accedere contemporaneamente è due.

La demo giocata su Playstation 3 era localizzata in un villaggio medio-orientale e vedeva i nostri commilitoni, membri di una forza speciale, alle prese con il salvataggio e la scorta di un noto funzionario militare.

{hwdvideoshare}id=2804|width=640|height=354{/hwdvideoshare}

Sin dai primi minuti di prova Battlefield 3 fà dimenticare gran parte di ciò che Bad Company 2 ci offriva: addio guerra militare solida e pura, e porte aperte algi scontri con forze terroristiche.

Sul piano del comparto grafico siamo su nuovi standard. Se la grafica di Bad Company 2, riprendendo come termine di paragone lo spin-off uscito l’anno scorso nei negozi, risulta meravigliosa già ora, nonostante il codice provato non fosse completo, stiamo parlando di una versione Alpha, sicuramente tra i migliori mai visti ancora su console. A ciò si aggiunge il realismo nella riporduzione sul comportamento delle armi, dei relativi impatti sui personaggi e sull’ambiente, delle esplosioni gestite con effetti particellari egregi, senza tralsciare nemmeno una illuminaizone bellissima con scorci visivi, seppur in serrate sparatoie cittadine, molto spettacolari. Le animazioni che riproducono i movimenti dei personaggi sono di ottima fattura, persino quando ci sono momenti in cui bisogna ripararsi dietro un muretto, vedendo l’azione di accovacciarsi in ogni particolare.

Ma non è tutto oro quello che luccica. Una perplessità viene per quello che Battlefield 3 può offire su console. Il motore grafico è spinto al limite, credo che le prestazioni della console ps3 siano messe sotto stress e questo eccessivo spremere del motore grafico rischia a creare effetti pop-up con texture che si creano in modo tardivo o sporadici rallentamenti di gioco, come al momento ci sono nella demo provata, nonostante certi sono cosi fiduciosi e credano sia semplicemente dovuto al codice ancora imperfetto. Si spera quindi che la versione finale sia esente da questo difetto riscontrato al GamesCom 2011. In definitiva questo Frostbite 2.0, se i programmatori dovessero limare i bug sopra riportati, è pronto a insidiare qualunque altro motore grafico presente sulla scena videoludica su console.

Il comparto sonoro è un orchestra di suoni bellici per il nostro udito, difficilmente percepibile in altre produzioni. Ogni suono di arma, ogni passo, ogni soffio del vento, sembra praticamente di essere lì, nel corso della misssione. Il tutto è reso quindi in maniera suggestiva, davvero ottima.

L’azione di gioco è leggermente maggiore rispetto ai ritmi abbastanza blandi che ci vedeva partecipi in Bad Company 2 e sicuramente questo è un altro punto favore. Inoltre la tattica non mancherà di essere obbligatoriamente coadiuvata tra i giocatori, parlandosi in chat vocale, poiché spesso ci ritroviamo a riflettere sulle mosse da fare prima di finire all’altro mondo in breve tempo.

Ciò che sorprende nel titolo è l’ottima intelligenza artificiale (IA); i nemici si comportano in maniera perfetta e variano i loro comportamenti in base a come il giocatore agisce, in modo da risultare mai pre-calcolato. Il livello di difficoltà non era settabile ma si attestava probabilmente su quello normale.

Terminata la prova su PS3, è stata la volta della mastodontica mappa Caspian Border messa a disposizione per le sfide Multiplayer su postazioni Personal Computer.

Questa prova mette insieme sullo stesso teatro di guerra ben 64 giocatori, muniti di mouse e tastiera. A dispetto di quanti possono pensare ad un caos collettivo, il multiplayer è realizzato in maniera davvero perfetta, in quanto ogni piccola squadra appartenente a una delle due fazioni riceve costantemente suggerimenti dal Comandante, una figura gestita da un giocatore che monitorizza le evoluzioni della battaglia.

{hwdvideoshare}id=2803|width=640|height=354{/hwdvideoshare}

Le modalità messe a disposizione durante la nostra prova erano due: un tipico deathmatch a squadre e Corsa, dove a turno una fazione difende il punto di controllo M-Com mentre l’altra attacca, in 32 giocatori divisi in due fazioni. I veicoli presenti erano vari, sia di terra che in volo e, per la prima volta da quando è in svluppo BF3, su F-18 e Mig21. Mentre l’utilizzo dei mezzi già noti in Bad Company 2 non ha mostrato alcun cambiamento di rilievo, si nota una certa sensazione di freno a mano inserito nelle fasi di gioco a bordo dei caccia aerei. Ciò è dovuto al fatto, secondo quanto dichiarato dai PR di DICE presenti, di evitare un eccessivo realismo considerando la dimensione delle mappe seppur grandi mai vaste come nella realtà, dove un caccia aereo ha necessità di effettuare larghe virate, e poi per limitare una certa invincibilità che potrebbe scaturire se questi volassero sul campo di battaglia troppo veloci per essere colpiti.

Restano confermate le precedenti impressioni che vi abbiamo pubblicato in questo articolo riguardo l’uso delle classi, delle armi, ecc.

Questa sessione di prova sulle modalità multiplayer risulta ben definita in ogni aspetto con una definizione altissima, sopratutto sulle texture. Ovviamente la versione PC beneficia di tutta la potenza hardware delle attuali configurazioni disponibili sul mercato, mentre le console next-gen si devono spremere al massimo per rendere con un hardware nato nel lontano 2004.

Certezze

-Comparto grafico stupendo su PS3, eccezionale su PC
-Animazioni ottime
-Comparto sonoro da applausi
-Meccaniche di gioco che fanno adorare di giocare ad un FPS
-Il teatro di guerra a 64 giocatori è un’ altra esperienza

Perplessità

-la versione console PS3 non è esente da difetti minori
-basterà lo spettacolo grafico se la trama non dovesse risultare all’altezza?
-solo 2 giocatori in co-op?
-versione 360 ancora non pervenuta
-solo 24 giocatori online potrebbero non bastare a colmare il gap con la versione PC


Se questo articolo vi è piaciuto, supportateci iscrivendovi ai nostri social:
YouTube | Telegram | Facebook | Gruppo FB | Twitch | Twitter | Instagram

Seguici sui nostri social media

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles

Follow us on Social Media