De Blob per Nintendo Switch: la nostra recensione

Articolo di · 6 Luglio 2018 ·

Blob è tornato.

Sono passati circa 10 anni dalla prima apparizione di questa gelatina ribelle, il titolo infatti ha visto la luce nel 2008 per Iphone e Ipod touch prima e per Nintendo Wii poi. Le ottime recensioni ottenute al tempo hanno portato THQ a riproporre questo coloratissimo gioco su altre piattaforme.

Il titolo è uscito in versione rimasterizzata per PS4 e Xbox One lo scorso anno, tutti si chiedevano però “Quando arriverà su Switch?“. THQ Nordic e Blue Tongue Entertainment hanno esaudito il desiderio dei fan facendo uscire lo scorso 25 giugno una conversione proprio per la console ibrida targata Nintendo.

Trama.

Sicuramente in molti conoscerete il titolo e cosa tratta, per questo farò una sintesi dedicata a coloro che ancora non conosco Blob ed il suo mondo.

Il gioco si svolge presso Croma City, una coloratissima città popolata da altrettanto colorati Radiani (il nome deriva dal Lago Radya nelle vicinanze).

Tutto troppo bello, ed è proprio per questo che un giorno il Generale Black e i suoi scagnozzi (chiamati Inky) priva la città dei colori che la contraddistinguono e relega i Radiani in una Bidonville.

Il quartiere è dominato con fermezza dalla Chiesa Inchiostraia, alla cui sommità è piazzato un cannone spara-inchiostro.

Un piccolo, ma particolare gruppo di ribelli, composto da Arty, Bif, Prof e Zip, chiede a Blob di riportare Croma City al suo splendore originale. Questa missione porterà il nostro eroe ad affrontare il malvagio Generale Black in una intensa boss-fight.

Gameplay

De Blob è un titolo del genere puzzle-platform, che vi richiede di colorare nuovamente Chroma City, dopo che il malvagio Generale Black e la INKT Corporation hanno ingrigito l’intera città.

Per adempiere a questo importante compito, dovrete assorbire vari tipi di vernici e darvi al vandalismo. I colori principali disponibili nei Verni-bot sono rosso, giallo e blu, unendoli potrete creare altri colori, come l’arancione, il viola, il verde ed il marrone.

Blob tornerà trasparente appena lo bagnerete con dell’acqua.

Dopo aver assorbito i vari colori, potrete dipingere qualunque cosa, dagli oggetti di tutti i giorni ai personaggi, passando per la vegetazione, che acquisiranno il colore da voi scelto.

I livelli sono 10 in totale, ognuno racchiude però un particolare numero di sfide, completandole potrete proseguire nel gioco. Le sfide consistono generalmente nel dipingere certi palazzi con determinati colori, eliminare dei nemici, terminare una percorso a checkpoint o riconvertire le basi militari della INKT Corporation.

Le varie sfide dovranno essere portate a termine entro un certo limite di tempo o utilizzando un certo numero di punti pittura.

I Punti Pittura vengono accreditati ogni volta che assorbirete un Verni-Bot, ogni Bot vi darà 10 Punti Pittura, mentre per rilasciare colore vi verrà richiesto un singolo Punto Pittura.

I nemici presenti nel gioco, oltre che non essere impegnativi, sono particolarmente pochi. Ciò abbasserà notevolmente il livello di sfida.

Multiplayer

THQ Nordic con De Blob ha anche pensato a tutti quelli che vogliono farsi una partitella in compagnia di qualche amico. Infattti è disponibile una modalità libera ed una modalità party che vi permetteranno di sfidare gli amici in interessanti scontri di pittura.

de blob switch multiplayer - De Blob per Nintendo Switch: la nostra recensione

Personaggi

I personaggi principali, cioè Blob e la sua allegra banda di ribelli sono ben caratterizzati, riusciranno infatti durante il gioco a strapparvi qualche mezzo sorriso. I nemici invece rispettano il colore loro assegnato, sono “grigi” in tutto e privi di personalità, tranne in scena dove ricordano i Minion.

Controlli

Ogni tanto vi ritroverete ad urlare contro lo schermo “Perchè non ti muovi, maledetta gelatina?” (lo so, sono un giocatore tutt’altro che pacato), infatti in certe occasioni sarete costretti ad armeggiare con il pad o i Joy Con perchè il nostro amico ritiene giusto bloccarsi contro le pareti.

Per il resto i controlli rispetto alla versione Wii sono stati modificati, un esempio è il salto, che nella precedente versione richiedeva un movimento del Wii-Remote, in questa riedizione basterà premere il tasto A.

Per quanto riguarda la telecamera, vi accorgerete ben presto che il movimento della visuale è particolarmente lento, anche se setterete la sensibilità, il risultato sarà praticamente lo stesso.

Comparto Grafico

Nonostante il brio che De Blob riesce a portare, il gioco sembra in parte ancorato alla versione originale, si nota sin da subito che nemmeno la pulizia delle texture sia riuscita a “svecchiare” il titolo.

Un basso livello di dettaglio unito dai pochi effetti di luce, fanno sembrare De Blob un gioco costantemente opaco, come se avesse perso lo splendore e lo scintillio originale.

Colonna Sonora

Qui si cambia letteralmente musica, i brani che accompagneranno le avventure del nostro eroe gelatinoso, sono qualcosa di particolarmente stimolante. Inoltre, proseguendo nel gioco potrete sbloccare nuovi brani.

Elemento interessante resta quello di poter scegliere il proprio brano preferito, infatti potrete decidere quale musica ritmata vi sosterrà nei lavori di ritinteggiatura.

Purtroppo la sopracitata lentezza del titolo non tiene il passo con le briose musiche, creando una certa asincronia, ma basterà ascoltare qualche brano funk per farvi immergere nuovamente nella ribellione.

THQ Nordic ha annunciato lo scorso febbraio che anche il secondo capitolo arriverà su Switch, siete pronti?

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

De Blob
7.5 / 10 4News.it
Acquista suAmazon.it
Disponibile suPS4, XBOX One, PC, Switch
Pro
    - Colonna sonora magnetica
    - Divertente per grandi e piccini
    - Modalità multiplayer interessante
    - Personaggi principali ben caratterizzati
Contro
    - Grafica incollata al passato
    - Comandi e telecamera problematici
Riassunto
De Blob è nel suo piccolo un titolo sicuramente interessante e riesce ad offrire divertimento ai più piccoli, ma anche a chi ha qualche primavera in più sulle spalle. Il gioco però presenta delle pecche dal punto di vista grafico, infatti non riesce a scrollarsi totalmente di dosso quei difetti visti nelle precedenti edizioni, ciò non toglie che il gioco sia piacevole per gli occhi. Scatenate il vandalo rivoluzionario che è in voi (nel gioco ovviamente) e vedrete che vi diverterete.
Gameplay
Grafica
Sonoro
Longevità
Giudizio finale
Criterion 10

    Rispondi