Final Fantasy 16 non sarà open world: il team spiega il motivo

Final Fantasy XVI rappresenta senza troppi dubbi uno dei titoli più attesi di questo 2023. Previsto per il prossimo 22 giugno su PS5 (e successivamente su PC), il sedicesimo capitolo di una delle serie videoludiche più famose di tutti i tempi ha adottato delle scelte che vanno in controtendenza rispetto alle precedenti produzioni del franchise.

Una di queste è l‘assenza totale della componente open world che, stando a quanto riportato dal Director Hiroshi Takai, andrebbe a distrarre troppo i giocatori dalla trama. Il gioco infatti punterà molto sulla gestione del ritmo narrativo, e l’eccessiva libertà fornita dal mondo aperto darebbe meno mordente alla storia.

Che dire, sicuramente una decisione che farà felici molti appassionati del genere che al contempo mal digeriscono la dispersione generata dai mondi aperti.

Se questo articolo vi è piaciuto, supportateci iscrivendovi ai nostri social:
YouTube | Telegram | Facebook | Gruppo FB | Twitch | Twitter | Instagram

Seguici sui nostri social media

Lorenzo Bologna
Lorenzo Bologna
Nato con il Pad in mano, al punto tale che la prima parola pronunciata è stata: "Woah!" in pieno stile Crash Bandicoot. Appassionato e curioso di tutto ciò che concerne il mondo videoludico. Amante dei titoli horror, in particolar modo delle saghe di Resident Evil e Dead Space. Accumulatore di trofei/achievements compulsivo.

Rispondi

Ultimi articoli

Articoli che potrebbero interessarti

Follow us on Social Media