Milano Moda Donna 2009

Milano, patria della moda Pret-a-porter, ha ospitato anche quest’anno l’evento-moda di fama mondiale:Milano Moda Donna.

Moda Donna 2009

Milano, patria della moda Pret-a-porter, ha ospitato anche quest’anno l’evento-moda di fama mondiale:Milano Moda Donna.

Sotto gli occhi di circa 20.000 visitatori, tra giornalisti e vip, le passerelle si sono tinte di luci e colori sgargianti. Le tendenze prevedono, infatti, un look ultrachic con pailette e pietre colorate ma anche tessuti leggeri che lasciano intravedere le morbide curve di un corpo abbronzato: linee fluide sfiorano la silhouette senza mai permettere di essere oppresse con tessuti aderenti e rigidi.

Abiti dalle linee semplici e dai colori pastello resi unici dalle pietre preziose e dai tessuti luminosi , come sempre, caratterizzano l’eleganza di Blumarine.


Ma il must dell’eleganza è stato ancora una volta conquistato dalla semplicità, dalla sobrietà ma, allo stesso tempo, dalla particolarità tres chic di Gucci.


Che dire, la casa di moda Gucci fa sempre parlare di sè, confermandosi una delle più grandi firme italiane, amata e ammirata da tutti. Per l’estate 2009, lo stile Gucci vuole linee leggere, vestiti di chiffon impalpabili, tagli da dea greca o kimono: dettagli che fanno la differenza.

Ovviamente importantissimi sono gli accessori come le zeppe sempre più alte per slanciare le gambe da scoprire con i mini-abiti, i grossi bracciali e i vistosi orecchini, preferibilmente in color oro, che danno un tocco etnico alla nostra estate.


Sexy e maliziosa la minigonna non perde il fascino trasgressivo che ha avuto fin da quando è apparsa per la prima volta negli anni ’60.

Non a caso la mini è uno dei capi preferiti da due “bad girl”dello schermo e della moda: Kate Moss espressione perfetta del “london look”, e Lindsay Lohan nuova stella di Hollywood.

Anche quest’anno la mini è cortissima ma ha una nuova versione:la vita alta spesso sottolineata da maxi-cinture per slanciare la figura.


Mettete in soffitta i calzoncini sportivi e gli “hot pants”di jeans degli anni ’70, gli shorts quest’anno diventano chic e raffinati.

Sono l’altra faccia del corto: fatti per scoprire gambe nude e silhouette affusolate, i pantaloncini sono un capo che vive solo d’estate, nei giorni in cui l’abbronzatura rende levigata la pelle.

Rispetto alla mini sono più maliziosi e un po’ più da bambina. Minimal nelle proporzioni, sofisticati nel taglio e fatti per osare.


Impareggiabile per esaltare il decolté il bustier torna protagonista nella moda di quest’estate.

Viene dal passato questo capo supersexy, dalla lingerie delle dame dell’Ottocento. Un simbolo segreto di erotismo, rigido e morbido insieme, da slacciare nei momenti più intimi.

Quest’anno il bustier si diversifica senza perdere niente della sua carica di provocazione. Aderentissimo sui pantaloni larghi, sportivi. Prezioso nei micro-abiti di seta. Basic a fascia su mini e fuseaux. Con zip sul davanti per scoprire il seno.


E per le più raffinate il fascino del “vedo non vedo”, un “nude look” romantico fatto di veli e trasparenze.

In uno stile più disinvolto le trasparenze soft sono la caratteristica di bluse e vestitini fatti di più strati sovrapposti. Perfetti per giochi di forme le camicine velate su calzoncini minimal, reggiseni a vista, tute da eroina dei fumetti. Tessuti leggerissimi in colori che ne amplificano l'”effetto nuvola”: dal celeste al crema, rosa cangianti, verdi chiarissimi. Ma anche nero e bianco assoluti.

Se questo articolo vi è piaciuto, supportateci iscrivendovi ai nostri social:
YouTube
Telegram
Facebook
Gruppo Facebook
Twitch
Twitter
Instagram

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles