Notebook: guida alla scelta del modello perfetto

Il notebook è diventato in questi ultimi anni uno strumento indispensabile per moltissime persone: un vero e proprio must have sia in campo professionale che accademico, ma anche per lo svago ed il tempo libero grazie all’arrivo di processori sempre più potenti e di GPU integrate finalmente in grado di offrire prestazioni in grado di raggiungere le performance offerte dalle controparti desktop.

È per questo motivo che nel 2022 sarà proprio il notebook uno dei regali di Natale più popolari in Italia ed è sempre per questa ragione che sarà tra gli articoli più venduti nei prossimi giorni. D’altronde, per chi intende acquistare un notebook Black Friday e Cyber Monday rappresentano delle occasioni di risparmio uniche. Gli sconti saranno parecchi, su tutti i principali modelli, dunque conviene di certo approfittarne.

Vediamo allora insieme come scegliere il notebook perfetto: quali sono le caratteristiche da prendere in considerazione per non sbagliare e individuare il modello giusto.

Processore

Il processore può essere considerato il cuore pulsante di qualsiasi notebook ed è dunque determinante per quanto riguarda nello specifico le prestazioni della macchina. Recentemente sia AMD che Intel (gli unici due competitor in questo mercato se si escludono i portatili Apple che fanno un po’ mercato a sè) hanno presentato le loro nuove APU, cioè dei processori che includono anche una scheda grafica integrata sullo stesso SoC (system on a chip) davvero interessanti.

La prima ha infatti lanciato le nuove iGPU (integrated Graphic processing Unit) Iris Xe che consentono prestazioni interessanti per un gaming leggero anche in ambiente Intel. AMD dal canto suo, dopo l’ottimo riscontro avuto con i suoi processori con Vega integata, ora aggiorna i suoi processori portatili con la tecnologia RDNA2, in grado di garantire prestazioni davvero competitive in risoluzione 1080p.

La scelta quindi dovrebbe focalizzarsi, se cercate un buon processore che vi permetta anche di giocare, su portatili dotati di processori Intel di 11esima o 12esima generazione (tenete a mente che i processori di 13esima generazione sono ancora molto rari in ambito notebook) come gli Intel Core i7-12700H o Intel Core i5-12500H, oppure in ambiente AMD, Ryzen 7 6800H o 6800HS (anche qui la disponibilità di portatili dotati di processori appartenenti all’ultima generazione di AMD, ovvero gli AMD Ryzen 5 7520U e AMD Ryzen 3 7320U, è ancora molto scarsa).

Se giocare non vi interessa affatto, ma cercate una macchina estramemente economica, potreste puntare su un Ryzen 3 5300U o un Intel Core i3-1115G4 che rappresentano ottime soluzioni economiche per un utilizzo solo ufficio/internet/mail.

RAM

Altrettanto importante, sempre per quanto riguarda le prestazioni del notebook, è la RAM ossia la memoria volatile della macchina. Maggiore risulta la sua capacità e migliori saranno le prestazioni in generale del computer, dunque conviene scegliere con una certa attenzione perché se la memoria non è sufficiente si rischiano rallentamenti, blocchi improvvisi e via dicendo. In linea generale, possiamo dire che non conviene mai scendere al di sotto dei 16 GB di RAM per un notebook destinato anche ad un gaming leggero, mentre 8GB potrebbero essere sufficienti per una macchina destinata all’ufficio.

two white hyperx ram stick
Photo by Athena on Pexels.com

Display

Non ci stancheremo mai di ripeterlo, l’80% della piacevolezza d’uso di un portatile è determinata dallo schermo. Se lo schermo è di buona qualità passerete tanto tempo con la vostra macchina portatile senza avvertire affaticamento o anche solo la necessità di passare ad una soluzione desktop. La tecnologia alla base del pannello utilizzato (TN, VA, IPS e ora anche OLED) influisce sulla qualità dello schermo. In generale il consiglio è di evitare schermi TN che hanno pochissimo contrasto e fedeltà dei colori e l’unico vantaggio, i tempi di risposta praticamente immediati, sono stati compensati dalle soluzioni più moderne IPS e VA.

Se utilizzerete il portatile per giocare, scegliete un VA, mentre se avete bisogno di un portatile con una buona fedeltà dei colori, scegliete un portatile con pannello IPS. In soldoni le cose da sapere sono queste: gli IPS hanno una fedeltà dei colori più elevata, ma soffrono di un elevato clouding e bleeding (i neri sembrano grigi e lungo i bordi vedrete sempre delle parti più luminose o gialline) mentre i pannelli VA hanno un contrasto e una profondità dei neri molto elevata ma un angolo di visione piuttosto limitato.

Se volete strafare, puntate su un notebook con display OLED con risoluzione 4K: perfetti per chi è solito utilizzare il computer per guardare film e serie TV ma anche per la grafica ad esempio. Fedeltà dei colori, profondità dei neri e tempi di risposta sono allo stato dell’arte… ma preparatevi a sganciare molto, molto di più.

Sulla risoluzione, anche se puo’ sembrare una blasfemia, sappiate che è molto meglio avere un buon pannello 1080p FullHD piuttosto che un pannello solo discreto in 4k o 2k. Considerate le piccole dimensioni dello schermo del portatile infatti, il numero di pixel garantiti da una risoluzione 1080p è sicuramente più che sufficiente.

I nuovi Asus Zenbook 2022 con display OLED

Speriamo che i nostri consigli abbiano fatto un po’ di chiarezza sulle migliori tecnologie in ambito notebook, se avete bisogno di altri consigli, come sempre vi invitiamo a contattarci tramite i nostri canali telegram e facebook, che trovate qui sotto.

Se questo articolo vi è piaciuto, supportateci iscrivendovi ai nostri social:
YouTube | Telegram | Facebook | Gruppo FB | Twitch | Twitter | Instagram

Seguici sui nostri social media

Arturo D'Apuzzo
Arturo D'Apuzzo
Nella vita reale, investigatore dell’incubo, pirata, esploratore di tombe, custode della triforza, sterminatore di locuste, futurologo. In Matrix, avvocato e autore di noiosissime pubblicazioni scientifiche. Divido la mia vita tra la passione per la tecnologia e le aride cartacce.

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles

Follow us on Social Media