Resident Evil: Welcome to Raccoon City, ecco il nuovo trailer per il film

È disponibile un nuovo trailer per Resident Evil: Welcome to Raccoon City. Si tratta del primo film della serie non diretto da Paul W. S. Anderson, regista delle prime sei trasposizioni cinematografiche della celebre saga di Capcom.

Il regista Johannes Roberts si occuperà di far conoscere la serie a nuova generazione di appassionati. In Welcome to Raccoon City, quella che un tempo era la sede del colosso farmaceutico Umbrella Corporation è ora una città morente del Midwest. L’esodo della compagnia ha trasformato la città in una landa desolata con un grande male che si annida sotto la superficie. Quando questo male viene liberato, un gruppo di sopravvissuti dovrà collaborare per scoprire la verità dietro la Umbrella Corporation e restare in vita.

Claire (Kaya Scodelario), Chris (Robbie Amell) e Leon (Avan Jogia) saranno i protagonisti della pellicola con le apparizioni di molti personaggi iconici della saga come Wesker e Jill. Il film riprende le vicende dei primi due capitoli della serie videoludica (qui trovate la nostra recensione) e sarà ambientato in parte nella Magione Spencer e in parte nel Dipartimento di polizia di Raccoon City.

A giudicare dalle immagini, la versione di Roberts sembra molto più horror rispetto ai film di Anderson. Gli ambienti mostrati nel trailer sono infatti immersi nelle tenebre e pieni zeppi di creature che aspettano il momento giusto per aggredire i personaggi. La pellicola, dunque, si preannuncia come una rilettura interessante della storia di Resident Evil.

Resident Evil: Welcome to Raccoon City uscirà nei cinema italiani a partire dal 25 novembre 2021.

Antonio Rodofile
Già da prima di imparare a scrivere, i miei genitori mi hanno messo un pad tra le mani. Quel pad, nel corso degli anni, ha cambiato forma, dimensioni, peso ma la passione è rimasta invariata. Dopo tanti anni di studi tra media, cinema e videogiochi, sono sbarcato un po' per caso e un po' per destino nella critica videoludica che concilia le mie due più grandi passioni: scrivere e giocare.

Rispondi

Latest articles

Related articles