Recensione EaseUS Data recovery Wizard (versione free)

Articolo di · 26 Gennaio 2017 ·

EaseUSDatarecoveryEXT - Recensione EaseUS Data recovery Wizard (versione free)

Eventi catastrofici? No problem!

Versione testata Windows 10 – File System NTFS – FAT 32 su USB.

La perdita di dati importanti, documenti di lavoro, immagini personali, può essere un evento davvero traumatico. A chi di noi infatti non è capitato almeno una volta di cancellare per errore un file sul quale stava lavorando o una cartella piena zeppa di ricordi, oppure l’improvviso malfunzionamento di un disco dovuto all’età o ad uno sbalzo di tensione sulla rete elettrica, o addirittura un virus particolarmente malevolo. La nostra vita è sempre più digitale e per questo appare di fondamentale importanza dotarsi di strumenti che prevengano, come usano dire gli amministratori di server, “eventi catastrofici”: dischi di backup e backup incrementali, immagini di ripristino, sistemi raid. Spesso però nemmeno questi strumenti preventivi riescono ad evitare la perdita di un documento importante, ed è proprio in questi casi che ci si rivolge a soluzioni che possano riesumare documenti oramai persi definitivamente.

Come funziona?

Il meccanismo di funzionamento di EaseUS Data Recovery Wizard Free, ed in generale di ogni altro programma di recupero dati è piuttosto semplice e si basa sul fatto che le informazioni cancellate per errore, o in seguito ad una formattazione o ad un malfuzionamento hardware, sono ancora registrate sul nostro disco fisico, le chance di recuperarle, tuttavia, dipendono molto dal motivo per cui quei dati sono stati perduti. A seconda del file system utilizzato, il sistema operativo opera in maniera diversa quando si tratta di cancellare un file. Il File System FAT, ad esempio, semplicemente cancella le informazioni sulla allocazione dei file, taggando come inutilizzato lo spazio dove quei file si trovano, in modo tale che altri file possano occupare quello spazio.
NTFS funziona in maniera simile, segna lo spazio come inutilizzato, cancella il record dalla directory e tagga il file entry come inutilizzato. Unix e Linux (che utilizzano file system BSD o UFS) invece, distruggono il “file descriptor”, un file che contiene le informazioni sulla posizione, il tipo e le dimensioni del file, permanentemente, e ciò, unito ad un’alta frammentazione tipica di questo file system, rende davvero difficile il recupero dei file. Come potete capire, il file esiste ancora sul vostro disco, ma il sistema operativo lo ignora sovrascrivendo lo spazio che lui crede inutilizzato.

Fondamentale perciò è evitare, una volta persi i dati, che la macchina venga utilizzata, perché ogni successivo funzionamento Cattura - Recensione EaseUS Data recovery Wizard (versione free)è in grado di sovrascrivere i dati persi, rendendo l’evento irrimediabile.

Un software professionale ma gratuito

La maggior parte dei software di recupero agisce proprio recuperando la struttura cancellata o cercando di ricostruire il file system danneggiato (in caso di un problema dovuto a virus, o mal funzionamenti hardware)e EaseUS Data Recovery Wizard non fa eccezione. Non tutti i sistemi di recupero però sono uguali, poiché diverso è l’algoritmico “euristico” con il quale il software si mette alla ricerca dei file perduti e tenta di ricostruire il file system dannegiato.

EaseUS Data Recovery Wizard è un software professionale in grado di ripristinare i vostri file memorizzati su partizioni FAT12, FAT16, FAT32, NTFS e EXT2/EXT3, sia da dischi interni che da USB, memory card o cellulari. Dispone inoltre di una incredibile lista di funzionalità aggiuntive in grado di venire incontro a pressochè ogni esigenza di recupero. E’ in grado ad esempio di ripristinare una partizione completamente danneggiata o eliminata per errore (quante volte vi sarà capitato durante l’installazione di un nuovo sistema operativo di cancellare proprio quella partizione di storage con tutti i vostri dati? Nel mio caso praticamente sempre!) oppure di individuare un disco anche quando il sistema operativo non lo riconosce più, permettendovi di recuperare i file al suo interno e salvarli in un’altra location.

Un’altra interessante funzionalità che abbiamo trovato molto utile soprattutto per operare su dischi non in grado di funzionare con la dovuta affidabilità, è quella che vi permette di creare una immagine del disco danneggiato, per poi operare su questa con la dovuta tranquillità, senza il rischio di una interruzione del procedimento di ripristino dei file.

Il software permette inoltre di operare con diversi gradi di accuratezza, il che si traduce naturalmente in tempistiche e risultati differenti. Quick scan, esegue una sommaria scansione dei file, ed è indicata soprattutto per il recupero di file cancellati per errore. Deep Scan invece permette un’analisi molto più approfondita, che puo’ impiegare anche diverse ore in caso di dischi particolarmente grandi, e che è consigliata soltanto in caso di file system danneggiati in maniera grave o di file che risultano inaccessibili o ancora nascosti dopo il primo scan. Nei nostri test siamo riusciti a recuperare dati (foto e file di testo) cancellati di proposito da una pennetta usb in maniera semplice già con un quick scan, ma nel caso di un disco oramai giunto al termine del suo ciclo di vita, è stato necessario un deep scan e soprattutto una analisi dei file RAW per recuperare file che credevamo perduti definitivamente.Cattura2 - Recensione EaseUS Data recovery Wizard (versione free)

Due cose abbiamo apprezzato particolarmente. Innanzitutto il software permette di avere una preview dei file individuati, permettendoci di selezionare soltanto quelli a cui siamo interessati, e la seconda, risultata fondamentale in caso di Deep Scan, di riavviare lo scan dal punto in cui ci eravamo fermati con la precedente scansione, saltando a piè pari i file già recuperati.

Altra cosa che ci è piaciuta particolarmente è il tipo di licenza offerta. EaseUS Data Recovery Wizard è offerto in una versione completa di tutte le funzionalità indicate, in maniera gratuita e con l’unico limite dei 2GB di recupero dati. In realtà di default il sistema è limitato a 500Mb ma basterà condividere su facebook o twitter il fatto di aver scaricato la versione gratuita per ottenere un bonus di altri 1,5 Gb. Un buon compromesso rispetto ad altre soluzioni concorrenti, che utilizzano limitazioni molto più stringenti, per ottenere un programma gratuito in grado di funzionare per la maggior parte delle applicazioni comuni.

Commento finale

EaseUS Data Recovery Wizard Free è un programma comodo ed utile da avere a portata di mano nel malaugurato caso di un evento catastrofico. E’ un programma completo dotato di funzionalità presenti solo su software professionali, che vi permetterà di recuperare file che credevate persi per sempre e con essi la vostra serenità. E’ infine un programma gratuito (uni
ca limitazione i due GB di dati massimi, ma esiste anche una versione a pagamento senza questa limitazione) e già solo per questo merita la nostra attenzione..

Pro Contro 
– Semplice da utilizzare
– Ricco di funzionalità
– Gratuito fino a 2GB
– Un po’ lento nel recupero dei file RAW
  Voto Globale: 80
 
{vsig}tecno/software/EaseUS/{/vsig}
Criterion 10

    Rispondi