Soluzione From Dust

from-dust_thumbCome uscire vivi da questo mondo!

Cos’è From Dust?

From Dust non è il solito videogioco ma è una fantastica avventura che pone i giocatori nei panni di una divinità in grado di plasmare la Terra e poter guidare l’essere umano verso la meta della sopravvivenza… o perchè no, condurlo alla morte!

L’obiettivo principale di questo gioco è far nascere, crescere, portare in salvo una serie di “tribù” di umani, incarnando una guida che possa adorare e glorificare l’essere umano.

Spiegato a grandi linee lo scopo di “From Dust” nella nostra recensione vi accompagno lungo la strada della “speranza” spiegando missione per missione l’obiettivo e guidandovi alla fine di questo piccolo capolavoro del mondo videoludico.

Prologo

Il prologo funge principalmente da “Tutorial”, durante questa missione a schermo compaiono diverse istruzioni, il vostro scopo sarà premere i pulsanti che vi vengono richiesti per compiere alcune basilari azioni.
Dopo il breve filmato, dovete creare un ponte per proseguire verso la terra successiva, dovete utilizzare il tasto dorsale destro per raccogliere la “terra” da una collina nelle vostri vicinanze e rilasciare quest’ultima sull’acqua in modo da formare una sufficiente quantità di terreno che permetta di superare il passaggio.
Attendete che i vostri uomini superino il ponte da voi creato e solo allora premete il tasto X per passare al livello successivo.

Il Rituale

Questo livello sarà molto simile al precedente, il vostro scopo sarà creare un ponte per superare il “Totem”, raccogliete la terra dalle numerose colline che trovate all’inizio del livello e rilasciate parte della terra nell’acqua in modo che il vostro gruppo raggiunga (al momento il Totem).
Raggiunto il totem, fate si che i vostri uomini creino un villaggio, a questo punto siete in grado di utilizzare parte dei vostri poteri.
Come spiegato nel “Prologo”, usate il vostro potere per raccogliere l’acqua e quest’ultima rilasciatela nell’oceano. A questo punto non vi resta che creare un ponte di terra per raggiungere il secondo “Totem” e creare anche li un secondo villaggio. Se prestate attenzione nei pressi del villaggio è possibile recuperare la (pietra della memoria) che vi permetterà di completare una “quest secondaria” della “Memoria della Tribù”.
Ora creato il secondo villaggio avete due scelte: creare un nuovo ponte per raggiungere il livello successivo, oppure dedicare il vostro tempo a creare della vegetazione in modo da completare il livello al 100%.

Se scegliete la seconda ipotesi, per creare delle vegetazione dovete posizionare la terra nei pressi delle palme e portare dell’acqua ad esse.
Per completare questo livello al 100%, dovrete coprire buona parte della mappa con della nuova vegetazione.

Il ruggito del mare

Iniziato il livello, creato sin da subito un villaggio (basta che restiate nei passi del primo Totem).
Creato il villaggio, a schermo noterete delle istruzioni che vi suggeriscono i utilizzare il “respingi-acqua” per evitare che i vostri uomini vengano spazzati via dalla furia della natura: il tsunami.
Al momento non temete nulla e create un ponte di terra che vi porta in una zona collinare (l’unica presente sulla mappa al momento) in modo da recuperare il “respingi-acqua” di cui vi avevo citato in precedenza.
A questo punto, deviate il corso del fiume che vi ostacola dal vostro obiettivo; prima di tutto prestate attenzione poco più a nord di voi, c’è una cascata. Ora raccogliete terrà a sufficienza e cercate di bloccare l’inizio del fiume che viene generato dalla cascata, ora non vi resta che deviare il corso del fiume; per deviare il corso del fiume, dovete raccogliere molta terra e depositarla in punti strategici: ovvero in ogni curvatura del fiume.
Depositata tutta la terra raccolta nelle curvature del fiume raggiungete la parte finale del fiume (dove sono presente i vostri uomini), se analizzerete con attenzione il fiume noterete un insieme di rocce, cercate di depositare parte di terra anche in quel punto solo allora i vostri uomini potranno attraversare il percorso e raggiungere l’obiettivo sani e salvi.

(premessa, l’intera parte descritta qui sopra in dettaglio và effettuata con molta velocità perchè in questo punto del gioco dovete stare attenti che il tsunami non vi distrugga l’intero villaggio, quindi prestate attenzione al timer nell’angolo alla vostra destra)

Raggiunto l’obiettivo e visto passare il tsunami, dovete occuparvi ancora del corso del fiume.
A questo punto dovete ri-deviare il corso del fiume portandolo allo stato iniziale, per far si che questo avvenga, dovrete eliminare tutta la terra posta in precedenza i liberare la cascata.

(Vi voglio ricordare, che il sistema di fluidi è stato riprodotto in maniera reale quindi poca terra, l’acqua si comporterà come nella realtà supererà la barriera che avete creato e se il letto del fiume sarà ridotto e piccolo, l’acqua passerà in quantità limitata).

Deviato il fiume, non vi resta che mandare i vostri uomini al secondo “Totem” ora disponibile e attendere il passaggio del nuovo tsunami.
Come nel livello precedente, anche qui avete due scelte, superare il ponte alla vostra destra e passare al livello successivo oppure continuare la vostra opera di costruzione per completare il livello al 100%.
Personalmente vi consiglio di continuare l’opera di costruzione, in quanto vi permetterà di recuperare una pietra della memoria. Per recuperare questa pietra, dovrete iniziare a ricoprire la mappa di vegetazione e spostarvi fino al primo villaggio. A questo punto recuperate la pietra della memoria.

Il primo potere

Come di consueto, create il villaggio nelle vicinanze del “Totem”, e prestate molta attenzione alle istruzioni che compaiono a schermo. Queste istruzioni, vi spiegheranno come ricostruire muri utilizzando la lava, in modo da proteggere il secondo “Totem” dalla furia del tsunami.
Come si può comprendere, lo scopo di questo livello è raggiungere il centro della mappa con il proprio gruppo di uomini e recuperare le materie per creare una protezione al secondo “Totem”.
Per raggiungere il centro della mappa, vi occorre solamente reperire della lava dalle vicinanze e depositarla sul corso del fiume in modo da solidificarla e creare una piattaforma che permetta al vostro gruppo di superare il primo ostacolo.
Ora dovrete creare due ponti con la terra, che vi circonda e successivamente ricreare una piattaforma solida con la lava per raggiungere la parte centrale della mappa.

(Non fallire questa missione sarà praticamente impossibile in quanto prima di comprendere le giuste meccaniche di combinazione, e il calcolo del tsunami non sarà molto facile)

Raggiunta la parte centrale della mappa (per essere certi di aver raggiunto il punto giusto, sopra la vostra testa sarà posto un vulcano), cercate di essere più veloci possibili nel creare un muro per il vostro gruppo di uomini e per il secondo “Totem”, in modo che ne il “Totem”, ne il vostro gruppo di uomini venga spazzato via.
Fatto questo passaggio, per ben due volte!! Si, dovrete ripetere questa azione per due volte, perchè il tsunami colpirà due volte, cercate di creare un ponte solido con la lava per raggiungere il “Totem” e creare cosi il villaggio. A questo punto della missione, vi vengono aggiunti due obiettivi, entrambi principali ed entrambi vi conduranno alla fine del livello.

1) Il primo obiettivo sarà creare una sorta di passaggio verso il terzo “Totem” difenderlo dal tsunami e restando attendi che il vostro gruppo resta protetto anch’esso.

2) Il secondo obiettivo, apparentemente molto semplice ma secondo il mio modesto parere molto più complesso, vi porterà a recuperare una “pietra della memoria” lungo un percorso dove sarete in balia dei tsunami. Il scopo di questo obiettivo sarà creare una serie di percorsi che vi permetterà di recuperare la pietra rifletti-acqua, recuperata quest’ultima dovrete portarla al secondo “Totem” quello precedentemente difeso e creare un secondo villaggio che vi permetterà di completare il livello.

In entrambi i casi, quando sarete pronti per passare al livello successivo, cercate di raggiungere il livello vegetazione che soddisfa la vostra inclinazione scelta e cercate di recuperare la pietra della memoria che sarà al di là del fiume.
(Per recuperarla, se non fosse chiaro dovrete solidificare il fiume con la lava).

Le mille fonti

Questo livello risulta particolarmente semplice nell’essere portato a termine.
Nonostante i vostri uomini siano posizionati molto distanti dal “Totem”, per poterlo raggiungere dovrete bloccare il corso di tre fiumi, prelevando del terreno nelle vostre vicinanze.
Raggiunto il “Totem” dovrete creare il villaggio e amplificarlo con le dovute attenzioni.
L’obiettivo che infrappone tra voi e la fine del livello è la fitta vegetazione che blocca il passaggio verso il successivo “Totem”, infatti per rimuovere la vegetazione, dovrete prelevare del terreno e far si che la vegetazione cresca altrove, successivamente posizionare della terra che ricopre la vegetazione che vi blocca il passaggio.
In questo modo non perdere il punteggio perchè avete fatto proseguire la vegetazione verso una nuova area, rimuovendo naturalmente quella che vi bloccava il vostro cammino.
Raggiunto il secondo “Totem”, non vi resta che creare un villaggio in questa zona, personalmente vi consiglio di farlo a “sud” dal “Totem”, in modo da non disturbare la rampa posta ai lati del “Totem” che se lasciati liberi, alla fine rilascerà una pietra della memoria.

(A questo punto del livello, non vi resta che passare al livello successivo.
Personalmente vi vorrei dare alcune dritte in modo che non commettiate errori che vi ostacolerebbero in modo grave il vostro procedere del gioco. Per passare al livello successivo, rispetto i precedenti capitoli che vi soffermavate a creare ponti e/o passaggi, in questo livello evitate, di creare passaggi, sorgenti, per raggiungere il passaggio che vi conduce al livello successivo. Quando la vostra intenzione sarà di procedere col livello successivo, cercate di mandare i vostri uomini verso il corso d’acqua e fate solidificare l’acqua in modo che il vostro gruppo di sopravvissuti passi. Ovviamente allungherete di 5-10minuti la missione, ma in questo modo non vi troverete svantaggiati per i prossimi livelli)

Incendi violenti

Iniziate questo livello con ordinare al vostro gruppo di costruire un villaggio.
A questo punto, vi vengono fornite delle nuove istruzioni che vi permetteranno di muovere dei alberi acquatici, che serviranno per spegnere particolari incendi dannosi per la natura e voi altri.

Questo livello fungerà più che altro da tutorial alla nuova abilità che vi è stata insegnata.
Raggiunto il primo “Totem”, cercate di estinguere gli incendi che vi bloccano il vostro cammino.
Per farlo dovrete semplicemente muovere degli alberi sommersi dal corso del fiume posto poco a più “sud” di voi e gettarli sulle fiamme, in modo che vengono spenti. Prima di procedere il vostro cammino, cercate di recuperare la “pietra della memoria” che è nascosta dal primo “Totem”.
Ora raggiunto il secondo “Totem”, create un secondo villaggio quest’ultimo create preferibilmente proprio vicino al secondo “Totem”, in modo da potenziare il villaggio e creare un potenziamente anche per il primo villaggio.
Colonizzata anche questa zona, non vi resta molto altro da fare che, colonizzare anche l’ultima zona restata. Liberate prima di tutto il percorso dall’incendio, successivamente mandate i vostri uomini verso “est” sulla collina più alta della mappa.
Sfruttate la combinazione di “evaporizzazione” quella di spegnere gli incendi e la “gelificazione” che vi è stata insegnata all’inizio del gioco che consiste nel togliere l’acqua da un corso di fiume.
Sfruttata la combinazione di poteri per liberare la zona, create un villaggio in questa zona. Creato il villaggio dovrete liberavi il passaggio verso la fine del livello, dovrete spostare i tronchi infuocati in un posto dove non possono fare danni (personalmente vi consiglio di spostarli dal lato opposto della montagna), fatto ciò, non vi resta che ordinare ai vostri uomini di raggiungere la fine del livello.

L’Onda del creato

Create un primo villaggio subito nei pressi del totem cosi vi permetterà di amplificare il respiro.
Ora cercate di prelevare l’acqua dal fiume e collocarla sui diversi alberi infuocati posti in fila davanti al vostro gruppo di umani. Dopo pochi minuti, questi tronchi assorbiranno l’acqua e vi daranno la possibilità di poter creare un villaggio nelle vicinanze del “Totem dell’uccello” che all’inizio della missione vedrete sommergere dall’acqua.
Quando noterete che l’intero laghetto è stato prosciugato, dovrete ripetere questa azione anche per la zona che circonda il successivo “Totem”, nel contempo che ripetete questa azione, dovrete ordinare ad alcuni uomini del vostro gruppetto di recuperare la “pietra respingi-acqua”.  Liberato il secondo “Totem”, create un villaggio e posizionate la pietra respingi-acqua sull’altare. A questo punto vi libererà una nuova zona che vi permetterà di recuperare la “pietra della memoria”.
A questo punto non vi resta altro che completare il livello al 100%, creando una vegetazione lungo la mappa di gioco, successivamente ordinate ai vostri uomini di raggiungere la strada che vi porterà al nuovo capitolo.

Alte maree

Rispetto gli altri livelli di gioco, quando inizierete questa missione vi stupirete perchè noterete come l’inizio di questo livello sia diverso dal solito. Infatti non dovrete creare nessun villaggio, disporete già di due villaggi (se non avevate creato un ponte nel livello:”Le mille fonti”).
Ora ordinate ai vostri uomini di avvicinarsi al “Totem” emerso grazie alla solidificazione dell’acqua.
A questo punto recuperate la “pietra respingi-acqua” e create un villaggio con un altare al di fuori dal “Totem” e posizionate la pietra in modo che protegga il villaggio che avete trovato già costruito.
A questo punto la difficoltà del livello è tutta in discesa, dovrete prestare solo attenzione che il vostro gruppo non venga spazzato via dal tsunami, per il resto il villaggio che avete creato con l’altare farà da scudo a quello principale in modo da non farvi fallire la missione e giostrarvi con il fattore tempo.
Presi i piccoli accorgimenti come la formazione di un gruppo veloce, sfruttate il tempo successivo al tsunami per trasportare dal villaggio principale al secondo villaggio principale (che troverete già creato nei pressi del secondo Totem) il materiale come: terreno, lava e acqua, in modo da liberarvi il terreno che vi separa dal secondo “Totem” al terzo “Totem”. Trasportato il materiale necessario, dovrete creare una rampo con quest’ultimo. Per creare la rampa, zoomate leggermente dopo il secondo “Totem”, premete il tasto destro del mouse o il grilletto destro del vostro controller e depositate il materiale nel buco. Cercate di lavorare il terreno per formare una rampa in salita (non troppo ripida perchè i vostri uomini, dovranno essere in grado di risalirla).
Creata la rampa, dovrete essere in grado di superare le colline, ordinate ai vostri uomini di muoversi lungo la rampa, e raggiungete la vetta più alta della collina e attendete che il tsunami colpisca, a questo punto cercate di recuperare con i poteri il materiale usato per creare la rampa e create una seconda rampa per scendere dalle colline.
(La rampa và creata da ovest verso est), creata la rampa, attendete nuovamente che colpisca il tsunami e solo allora ordinate ai vostri di correre verso l’unica costa che sarà visibile.
A questo punto dovrete selezionare l’abilità “Terra infinita” e creare delle piattaforme di terreno per camminare sopra la marea.
Raggiunto l’altro capo di costa non vi resta che ordinare ai vostri di raggiungere la fine del livello.
(Prima di raggiungere la strada per il prossimo livello, vi voglio ricordare che poco più a sud del fine livello c’è da recuperare una “pietra della memoria”).

Le lacrime della pietra

Il gioco si sta portando verso le ultime battute. Cercate di stare attenti da qui in poi al fattore tempo, nelle missioni perchè visto l’incremento di difficoltà, il tempo a vostra disposizione sarà molto inferiore. Fatta questa premessa, create un primo villaggio nei pressi del primo “Totem”, a questo punto ordinate ad alcuni dei vostri uomini di amplificare il respiro.
Amplificato il respiro del villaggio, recuperate la pietra lavica: questa pietra vi permetterà di respingere il fuoco, la sua funzione è molto simile alla pietra respingi-acqua.
Recuperata la pietra lavica, cercate di superare il vostro primo ostacolo, prelevando la lava dal buco che vi ostacola il cammino e rilasciatela nell’oceano (fuori mappa, in modo che non crei danni all’ambiente di gioco).

-In base al vostro lineamento, l’obiettivo di gioco cambierà nei pressi del secondo “Totem”.
Se avete seguito la guida, vi suggerisco di utilizzare la pietra lavica, per respingere il fuoco attorno al secondo “Totem”, amplificare il fiato del villaggio e avvicinarvi all’altare e depositare cosi la pietra lavica.
Fatto ciò dovrete, crearvi dei passaggi con la solidificazione della lava per raggiungere l’ultimo “Totem” dove troverete tre villaggi già creati.
Il vostro scopo a questo punto sarà di creare un altare, dirigervi verso “nord” per recuperare la pietra respingi-acqua e depositarla nell’altare in modo da completare cosi il vostro obiettivo che consisteva nel difendere i tre villaggi dalla furia del tsunami.

-Se non avete seguito la guida, e vi trovate con i livelli precedenti tutti completi ma con una percentuale inferiore al 100%, le cose si complicano un pò.
Dovrete avvicinarvi al secondo “Totem” ma questa volta vi troverete ad affrontare la furia del tsunami, con una cadenza inferiore al minuto.
A questo punto dovrete, crearvi un muro di prottezione per il vostro gruppo, e cercare di recuperare la prima pietra respingi-acqua posta a “sud” del secondo “Totem”.
Recuperata la pietra, non vi resta che creare un altare per depositarla, in modo da difendere questo santuario.
Ora lo scopo anche qui è di raggiungere il terzo “Totem”, ma questa volta il compito sarà molto complesso. Vi troverete ad affrontare la furia della natura il tsunami, creare i tre villaggi, prottegere il gruppo con le risorse della natura in modo da non ritrovarvi senza uomini, inoltre, dovrete creare un altare per una seconda pietra respingi-acqua che sarà posta a nord di questo terzo “Totem”.
Il tutto con un tempo limitato.

In base al lineamento che eravate, e una volta portato a termine uno dei due obiettivi che vi siete trovati ad affrontare, non vi resta che liberarvi la strada da alcuni alberi infuocati e lanciarli fuori dalla mappa. Solidificare il fiume e raggiungere la strada verso l’ultimo capitolo.

(Ricordatevi di recuperare la “pietra della memoria” anche questa posta prima della fine del livello).

Il mondo rabbioso

Come consuetudine, create un primo villaggio nelle vicinanze del primo “Totem”.
A questo punto, create un passaggio che porta il vostro gruppo a sinistra del villaggio.
Evitate di creare pareti e piattaforme solide, potete tranquillamente creare dei semplici passaggi con della terra. Ora cercate di evitare la popolazione del secondo villaggio, cercate di aggirare questo villaggio creando un diversivo.
Prendete verso nord e cercate sempre di restare aldilà del fiume, in modo tale che se l’altra popolazione si vorrà aggregare a voi dovrà saltare aldilà del fiume.
Superato questo villaggio, recuperate la pietra lavica e collocatela nell’unico altare disponibile.
In questo modo riuscirete passare indenni le vicinanze del vulcano in periodicamente lascia quantità di lava che vi potrebbe lungo andare compromettere il corso della missione.
Superato questo ostacolo, cercate di raggiungere la prossima sequenza che sarà alternata da due vulcani e da una collina completamente aperta soggetta ad essere colpita dal tsunami.
Per superare indenni questo passaggio, create un villaggio che vi permetterà di restare al riparo dai vulcuna, calcolate con molta attenzione la tempistica del rilascio di lava e del colpo che infliggerà il tsunami e quando vi sentite pronti, ordinate ai vostri di correre verso “ovest”.
Superato questo passaggio (il più complesso), liberato il “Totem” sotto acqua, recuperate la pietra respingi-acqua e create un altare per collocarla. A questo punto, creato un nuovo villaggio e amplificate il respiro, create un muro attorno all’altare posto lontano dal villaggio.
Ora non vi resta che costruire un percorso a forma di (U) rovesciata che vi permetterà di arrivare verso l’ultima zolla emersa di terra che vi condurrà verso il prossimo livello.

(Prima di creare questo percorso, raccogliete dal fiume più a “sud” la pietra della memoria)

Emergenza

L’inizio di questa mappa vi vede iniziare la vostra missione su un isola.
Come potete sin da subito notare, il primo “Totem” disponibile è posto sotto l’acqua, e dovrete utilizzare una combinazione di strategia e tatticismo per fare emergere questo “Totem”.
Prima di tutto utilizzate un pò di lava e successivamente un pò di terreno, successivamente combinate la lava col terreno solido e depositatelo nelle vicinanze del “Totem” in modo da farlo emergere.
Fatto emergere il “Totem”, utilizzate la lava per creare un ponte e superare cosi il corso d’acqua, in modo che i vostri uomini raggiungano il “Totem” che avete fatto emergere.

(In questo livello i tsunami sono molto frequenti e molto potenti, quindi state attenti che non vi spazzino via gli uomini)
Quando i vostri uomini hanno raggiunto il primo “Totem” fate creare ed amplificare il vostro villaggio, arriverà un momento che dovrete creare un collegamento che va dall’isola alla pietra che vi permetterà di respingere l’acqua. Il metodo di costruzione sarà identico a quello della costruzione di un ponte.
Dovrete utilizzare una combinazione di “lava”, “terra” e “roccia” in modo da creare cosi un ponte di pietra-lava che vi porterà alla pietra respingi-acqua (unico modo per sopravvivere alla forza dei tsunami)

Creato il ponte che vi permette di spostarvi dal villaggio alla pietra respingi-acqua, dovrete localizzare il secondo “Totem” che è posto verso la terra infinita.
Per raggiungere questo “Totem” non è molto complesso, ma l’unica difficoltà che si pone tra voi e la realizzazione del ponte è il fattore (tempo) che risulterà molto ristretto.
Per creare il ponte, dovete raccogliere la terra infinita e utilizzare il potere “Amplificazione del fiato”, creato il ponte superate la zona.
A questo punto del livello il vostro gruppo di uomini è sano e salvo, potete dedicare il vostro tempo, alla costruzione della vegetazione, ricordatevi prima di passare all’ultimo livello di raccogliere la “pietra della memoria” posta vicino al letto del fiume.

Il cammino

Questo essendo l’ultimo livello, sarà il più difficile di tutto il gioco.
La difficoltà di questo livello sarà posta nella poca possibilità di sbagliare, le poche alternative e scelte che vengono lasciate al giocatore, inoltre dovrete avere il massimo della precisione.
Ordinate al vostro gruppo di procedere verso ovest in direzione del “Totem”.
Raggiunto il “Totem”, create il primo villaggio e amplificate il fiato, in modo da creare una sorta di potenza che vi permettera di partire in modo leggermente vantaggiato.
Fatto ciò, rimuovete gli alberi sommersi, e portateli per spegnere i piccoli incendi.
Mandate il vostro gruppo in direzione del vulcano (attendete prima che erutta); a questo punto create in modo rapido un ponte di fango che vi permetterà di raggiungere una pietra lavica.
A questo punto, fate respingere con i vostri poteri il fango in direzione del vulcano posto nei pressi del primo “Totem”, in modo tale da non creare danni al vostro villaggio.
A questo punto ordinate al vostro gruppo di utilizzare la pietra lavica per creare una barriera attorno al vulcano, in questo modo tratterà le prossime eruzioni.
Ora procedete verso il prossimo villaggio, almeno ciò che ne resta. Cercate di ricostruirlo in modo molto veloce, prima che rischia di essere sommerso dall’acqua. Fatto questo, mandate alcuni membri del vostro gruppo verso l’ultimo “Totem”.
A questo punto la lava del primo vulcano non colpirà il primo villaggio, il vostro secondo villaggio rischierà di essere sommerso dall’acqua, ma voi spostatevi tutto a “nord”, recuperate più terra possibile e bloccate o meglio rallentate il flusso dell’acqua, in modo da salvare il vostro villaggio.
A questo punto recuperate un pò della lava che resta bloccata attorno al vulcano, e gettatela sulla terra che avete posto attorno al secondo villaggio, in questo modo quando l’acqua salirà creerà una barriera solida al vostro villaggio e anche questo villaggio sarà in salvo.
A questo punto, fatte raggiungere l’ultimo “Totem” da tutti i vostri membri, recuperate con molta facilità la “pietra della memoria” e cercate di creare una vegetazione pari al 50% della mappa di gioco, in questo modo riuscirete, far assorbire parte dell’acqua dalla vegetazione e i vostri uomini potranno costruire il passaggio verso la fine del livello.


Se questo articolo vi è piaciuto, supportateci iscrivendovi ai nostri social:
YouTube | Telegram | Facebook | Gruppo FB | Twitch | Twitter | Instagram

Seguici sui nostri social media

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles

Follow us on Social Media