“Opporsi al programma nucleare iraniano è un atto ostile”

Articolo di · 5 Dicembre 2006 ·

ahmadinejadthumb - "Opporsi al programma nucleare iraniano è un atto ostile"

Mahmoud Ahmadinejad, presidente dell’Iran, continua la sua folle propaganda interna per la corsa al nucleare, questa volta ammonisce direttamente i paesi che cercano una soluzione definitiva alla questione

Nucleare Iran

L’ormai noto presidente iraniano, Mahmoud Ahmadinejad, ha dichiarato oggi, riferendosi ai leaders europei che “Opporsi al programma nucleare iraniano verrà considerato atto ostile”.

Il presidente Ahmadinejad non è certo nuovo a questo tipo di provocazioni e non perde occasione per mostrare i muscoli alla comunità internazionale, comunità che proprio in queste ore sta cercando di trovare un’intesa comune sulle possibili sanzioni da irrogare all’indisciplinato Iran per la questione nucleare.

Oggi, infatti, i sei paesi che conducono i negoziati con l’Iran (Francia, Gran Bretagna, Russia, Cina, Stati Uniti e Germania) sono impegnati in un summit a Parigi e il ministro degli esteri francesi Philippe Douste-Blazy ha dichiarato che la base per una intesa comune è molto vicina.

Proprio per l’avvicinarsi delle possibili sanzioni l’Iran fa la voce grossa e intima in particolare ai paesi europei di non votare a favore di qualsiasi decisione contro l’Iran sia a livello internazionale che a livello nazionale, in quanto qualsiasi decisione del genere verrebbe considerata “atto ostile” e trattata di conseguenza dalla diplomazia iraniana.

Criterion 10

    Rispondi