Captain Tsubasa: Rise of New Champions, quello che sappiamo

Articolo di · 31 Luglio 2020 ·

Tra tiri improbabili e match spettacolari

Captain Tsubasa: Rise of New Champions arriverà tra poco meno di un mese sulle nostre console e ci farà vivere le avventure di Ozora Tsubasa (noto ai più anziani come Oliver Hutton) e ci permetterà di affrontare amici in partite decisamente intense sia online che in locale.

Potrebbe interessarti:

La storia videoludica di Captain Tsubasa

Da quando è stato annunciato, il titolo ha continuato a mostrare tutto il suo potenziale, dalla presenza della Modalità Storia alla possibilità di creare un Dream Team.

Un titolo, tante modalità

Come dicevamo sopra, Captain Tsubasa: Rise of New Champions è ricco di modalità, al fine di fornire al giocatore un interessante mix tra divertimento e fedeltà al manga.

Modalità Carriera

Il gioco vi permetterà di rivivere ben tre archi narrativi differenti:

  • Episode Tsubasa: Questa parte di storia sarà interamente dedicata alla storia di Ozora Tsubasa e del Torneo delle Scuole Medie. Riportando alla memoria l’arco narrativo più conosciuto della serie;
  • Episode New Hero: In questo caso, parliamo di una storia completamente inedita. Infatti, il personaggio principale delle vicende raccontate verrà creato da noi, un po’ come succede nella Carriera Giocatore di FIFA o PES;
  • Episode of World Challenge: Viste le numerose squadre nazionali mostrate ultimamente, non poteva mancare il lungo viaggio del Giappone fino alla vittoria della Coppa del Mondo (nei videogiochi tutto è possibile).

Online e Dream Team

E qui comincia la parte decisamente interessante, difatti, oltre che le partite online 1v1 e 2v2, il gioco vi permetterà di realizzare la vostra squadra dei sogni, reclutando i migliori giocatori del manga, un po’ come succede su Fifa Ultimate Team e MyClub.

Una volta creata la vostra squadra, potrete iniziare a sfidare giocatori da tutto il mondo e gareggiare per raggiungere la Prima Divisione, dichiarando a tutti che Captain Tsubasa: Rise of New Champions non ha segreti per voi.

Quante squadre!

Il nuovo titolo della serie non si limiterà ad ospitare la nazionale giapponese e le squadre dove militano Hyuga (Mark Lenders) e Tsubasa.

Infatti, Bandai e Tamsoft hanno pensato di inserire tutte le squadre presenti nel manga, compresa l’Italia di Gino Hernandez e la Germania di Karl Heinz Schneider. Qui di seguito, le squadre presenti finora:

  • Germania;
  • Inghilterra;
  • Giappone;
  • USA;
  • Italia;
  • Francia;
  • Uruguay;
  • Argentina;
  • Olanda;
  • Senegal;
  • Nankatsu;
  • Toho;
  • Furano;
  • Musashi.

DLC in arrivo?

Conoscendo lo stile di questi giochi, siamo abbastanza sicuro che arriveranno dei DLC, chissà se verranno aggiunte alcune squadre del nostro campionato e di altre leghe. Infatti, se ricordiamo bene, Hyuga militò nelle file della Juventus e della Reggiana, Tsubasa invece approdò al Barcellona, dopo il suo periodo in Brasile.

Forse è uno di quei pochi casi in cui possiamo ammettere che non vediamo l’ora di scoprire cosa ci sarà nei DLC.

Qualcuno ha chiesto un biliardino?

Captain Tsubasa: Rise of New Champions avrà diverse versioni al lancio, tra cui una dotata di biliardino. Quale sceglierete?

  • captain tsubasa rise of new champions pre order edition - Captain Tsubasa: Rise of New Champions, quello che sappiamo
  • captain tsubasa rise of new champions deluxe edition - Captain Tsubasa: Rise of New Champions, quello che sappiamo
  • captain tsubasa rise of new champions champions edition - Captain Tsubasa: Rise of New Champions, quello che sappiamo
  • captain tsubasa rise of new champions collectors edition - Captain Tsubasa: Rise of New Champions, quello che sappiamo
  • captain tsubasa rise of new champions legends edition - Captain Tsubasa: Rise of New Champions, quello che sappiamo

Detto questo, non ci resta altro che ricordarvi che il titolo arriverà il prossimo 28 agosto su PlayStation 4, Nintendo Switch e PC.

Fateci sapere nei commenti se anche voi non vedete l’ora di provarlo e di scatenare il leggendario Tiro della Tigre contro i migliori portieri del mondo.

Criterion 10

    Rispondi