Chantal Sabire è morta nonostante il diniego di praticare l’eutanasia

Chantal Sabire, la donna francese affetta da un grave tumore, è stata trovata morta in casa

Chantal Sabire

A 52 anni, sfigurata da un tumore che la faceva soffrire tremendamente, Chantal Sabire è stata trovata morta in casa sua questa sera e le cause del decesso sono ancora tutte da accertare.

La donna, affetta da un male incurabile che aveva aggiunto al dolore fisico la sofferenza psicologica per un volto divenuto una maschera mostruosa, aveva chiesto all’autorità giudiziaria francese l’eutanasia attiva, puntualmente negata dai giudici d’oltralpe i quali avevano emesso la sentenza in base ad una legge del 2005 che permette la cessazione delle cure mediche, ma non la pratica dell’eutanasia da parte di un medico.

Nonostante tale diniego, giunto lunedì scorso, in serata la donna è stata trovata morta nella sua abitazione e come già anticipato le cause del decesso non sono al momento state accertate. Come è facile immaginare, considerate anche le condizioni estreme in cui la malattia l’aveva ridotta, la vicenda ha riacceso il dibattito europeo sul complesso tema dell’eutanasia.

Se questo articolo vi è piaciuto, supportateci iscrivendovi ai nostri social:
YouTube | Telegram | Facebook | Gruppo FB | Twitch | Twitter | Instagram

Seguici sui nostri social media

Carmine Iovino
Carmine Iovino
In rete: TUTTOLOGO // Appassionato di Videogames e NERD tourettico // Nella vita: Avvocato Penalista

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles

Follow us on Social Media