Darksiders: Warmastered Edition – la nostra recensione

Articolo di · 9 Aprile 2019 ·

Guerra approda su Switch

Sono passati ben 9 anni dall’uscita su Xbox 360 e PS3 di questo brand particolare, dedicato alle avventure dei Quattro Cavalieri dell’Apocalisse.

Nel 2010 il gioco approdò su scaffali e console, inizialmente non molti erano affascinati dal titolo, nonostante si trattasse di un gioco con un gameplay abbastanza solido e arricchito di elementi presi da altri giochi blasonati (The Legend of Zelda, God of War, ecc.), forse per la paura di un eventuale “more of the same”.

Quello che contraddistingueva il titolo creato da Vigil Games e THQ fu il design che il celebre Joe Madureira (fumettista statunitense noto per Uncanny X-Men e Battle Chasers, quest’ultimo è stato poi trasformato in videogame), donò ai personaggi, creando un aspetto convincente in grado di attirare l’attenzione di critica e giocatori.

Nemmeno a dirlo, il primo Darksiders piacque molto, tanto da creare una crescente attesa per il successivo capitolo con un altro Cavaliere, forse il più temuto di tutti: Morte. L’ora dei preamboli però è finita, passiamo all’esperienza su Nintendo Switch.

Gallina vecchia fa buon brodo

I proverbi di rado sbagliano ed anche in questo caso confermano quel fondo di verità che li permea. Darksiders: Warmastered Edition è un titolo visibilmente datato, molti degli asset utilizzati sono gli stessi dell’epoca accompagnando al tempo stesso pregi e difetti riscontrati nelle precedenti edizioni. Difatti alcuni elementi sono stati catapultati direttamente dal 2010.

Nonostante ciò il gioco su Switch propone una scelta, non sconosciuta, ma abbastanza rara per i titoli della console ibrida di casa Nintendo, potrete infatti scegliere due modalità di approccio al titolo: il primo riprende quanto già fatto da Darksiders: Warmastered Edition su Wii U, un’esperienza di gioco a 1080p e a 30 fps (leggermente ballerini). L’altra proposta è a dir poco interessante, difatti si avvicina all’attuale generazione di console, il titolo potrà essere giocato a 60 fotogrammi al secondo, facendo subire al comparto visivo un abbassamento della risoluzione.

Detto questo, siamo abbastanza sicuri che dopo un test di entrambe le modalità preferirete optare per la modalità Prestazioni, in quanto sarà l’istinto a chiedervelo.

Darksiders warmastered edition gvfbb 1024x576 - Darksiders: Warmastered Edition - la nostra recensione

Gameplay

Come ampiamente discusso nelle altre recensioni, Darksiders: Warmastered Edition è un titolo dedicato agli amanti dei giochi con gameplay più snello, ma che non lascia nulla al caso. Questo titolo è consigliato a chi ama in particolar modo la serie di The Legend of Zelda e quella di God of War, giochi da cui viene tratta molta ispirazione.

Dalle leggendarie avventure di Link, il nostro Guerra trae un forte approccio al cosiddetto “Z-Targeting” e allo scontro uno contro uno, anche se in confronto ai titoli moderni può sembrare un po’ legnoso e lento. Lo stesso “open-world” ricorda i primi capitoli tridimensionali della saga (Ocarina of Time e Majora’s Mask), difatti ogni dungeon è ricco di enigmi ambientali che ci porteranno a spremere più volte le meningi.

L’aspetto hack ‘n slash pesca a piene mani dalla serie dedicata al Fantasma di Sparta, la cui brama per il sangue resta ancora ineguagliata.

Come avrete ben capito questo titolo è fortemente ancorato alle logiche dei grandi titoli del passato, purtroppo anche gli asset sono rimasti un po’ indietro.

Darksiders warmastered edition g 1024x576 - Darksiders: Warmastered Edition - la nostra recensione

Fattore Switch

Uno dei principali vantaggi di Darksiders: Warmastered Edition su Switch è la portabilità.

Infatti, la console di Nintendo riesce a fornire ad ogni titolo questo importante fattore che ci permette di portare in giro per il mondo i nostri giochi preferiti.

Ed è proprio lontano dal Dock che il gioco da il suo meglio, non solo per l’indubbia utilità della portabilità stessa, ma principalmente per la resa che offre sul piccolo schermo di Switch, grazie alla scelta della modalità Prestazioni. La giocabilità non viene compromessa dall’utilizzo dei Joy-Con, anzi i due pad laterali accompagnano molto bene le avventure del nostro Guerra.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Darksiders: Warmastered Edition
7.5 / 10 4News.it
Acquista suAmazon.it
Disponibile suSwitch
Pro
    - Dopo tutto questo tempo resta un gioco ancora appassionante
    - Combat system old but gold
    - Presenza della Modalità Prestazioni
    - Il fattore portabilità
Contro
    - Comparto grafico datato
Riassunto
Darksiders: Warmastered Edition è la riproposizione di un titolo che 10 anni fa ha dato via ad un franchise dalle alterne fortune in grado di appassionare schiere di videogiocatori. La remastered presenta una certà vecchiaia nel comparto grafico, il tutto viene però dimenticato grazie alla Modalità Prestazioni che permette di giocare al titolo a 60 fps (rinunciando a qualcosina dal punto di vista grafico). Se vorrete rivivere le avventure di Guerra in tutta libertà, questa è la scelta giusta.
Gameplay
Grafica
Sonoro
Longevità
Giudizio finale

 

Criterion 10

    Rispondi