Lavoratori con Partita IVA: perché è consigliato aprire un conto corrente business

Articolo di · 20 Aprile 2020 ·

Uno strumento di lavoro essenziale.

Al giorno d’oggi sono in tantissimi in Italia ad avere una Partita Iva. Dopotutto si tratta di una soluzione per mettersi in regola nello svolgimento delle proprie attività, come freelance, e per riuscire a lavorare anche in collaborazione con aziende impossibilitate o restie all’assunzione. Aprire una Partita IVA, a differenza di quanto qualcuno potrebbe pensare, è un iter piuttosto semplice e lo si può fare in poco tempo e senza nemmeno spendere molto.

Anche se è possibile aprire una partita IVA sbrigando in autonomia le diverse pratiche, a meno non si sia esperti di contabilità, è comunque consigliato rivolgersi ad un commercialista per non rischiare di cadere in errore. Bisogna infatti presentare della documentazione all’Agenzia del Lavoro, aprire una posizione previdenziale all’INPS e fare l’iscrizione alla Camera di Commercio. I vari documenti devono essere compilati in modo corretto e presentati agli uffici competenti completi ed entro i tempi stabiliti.

Non tutte le partite IVA sono uguali, ma ci sono codici ATECO diversi e regimi fiscali differenti. Quello che tutti i freelance e professionisti hanno in comune, però, è la necessità di emettere fattura per essere retribuiti per le loro prestazioni e il bisogno di avere un conto corrente dove far confluire i pagamenti.

Il conto corrente del freelance

Il conto corrente nel caso delle partite IVA non deve necessariamente essere di tipo aziendale, ma può anche essere il conto corrente privato del soggetto fisico. È altresì chiaro che sia da molti consigliato di scindere fra patrimonio personale e professionale, aprendo un conto corrente business specificatamente dedicato alla propria attività.

Questo non solo per poter ricevere i pagamenti, ma anche e soprattutto per erogarli e per poter usufruire di funzionalità d’eccezione pensate proprio per rispondere alle esigenze di chi il conto lo utilizza nel mondo del lavoro. Vediamo quali sono le particolarità di un conto business e il perché aprirne uno, pur non essendovi alcun obbligo di legge.

I vantaggi di un conto corrente business?

Un conto corrente dedicato ad uso esclusivo alla propria attività è sicuramente una cosa che può dare diversi vantaggi sia che i movimenti siano pochi e ingenti, sia che essi siano tanti e di piccoli importi. Il conto corrente fatto per il business, infatti, consente al professionista di accedere a molteplici funzionalità che possono essergli utili per ottimizzare i tempi del proprio lavoro, tenere un più preciso controllo dei flussi in entrata ed uscita ed effettuare diverse operazioni in maniera più veloce e snella.

A giovare di un conto di questo tipo è anche la facoltà di controllo del professionista che riuscirà così a gestire al meglio la propria contabilità. Nel mondo del business i tempi sono più rapidi rispetto a quelli della vita privata e quindi il professionista ha bisogno di strumenti adeguati per operare al meglio. I tempi e i modi di tanti istituti bancari per il privato, sia online che tradizionali, non sono spesso adatti al lavoro e di conseguenza non è raro che possano presentarsi delle difficoltà per chi non si è munito di un conto corrente business.

Conto corrente partita IVA di Qonto

La soluzione ideale per chi decide di aprire un conto corrente business, sia esso un’azienda o un professionista, è il conto corrente partita iva di Qonto, capace di garantire una gestione dei conti tanto rapida e performante, quanto semplice e trasparente. Con un’interfaccia semplice e chiara il professionista freelance può gestire il proprio conto corrente, fare i pagamenti, gestire le spese, utilizzando sia device mobili sia il proprio pc fisso. Con il conto corrente aziendale online non ci sono più limiti d’orario specifici: 24 ore al giorno, 7 giorni su 7.

Le funzionalità a cui si può accedere sono pensate e strutturate proprio per venire incontro alle esigenze di chi usa il conto per la propria attività professionale. Dall’apertura (possibile in pochi minuti) alla gestione del conto corrente in corso d’opera tutto può avvenire comodamente online al 100% e così anche eventuali modifiche. In caso di necessità il servizio assistenza Qonto è a disposizione per risolvere ogni problema nel giro di poche decine di minuti.

Criterion 10

    Rispondi