Maturità 2008: le tracce di Italiano

Articolo di · 18 Giugno 2008 ·

eugeniomontale - Maturità 2008: le tracce di Italiano

Ecco le tracce della prima prova della maturità 2008: Montale, Art 24 Cost, la condizione della donna, lo straniero e l’arte.

Maturità 2008

Ecco tutte le tracce della prima prova di italiano della maturità 2008; l’analisi del testo come prevedibile è su di una poesia di Montale

Tipologia A:

Ripenso al tuo sorriso
da “Ossi di Seppia”

Ripenso il tuo sorriso, ed è per me un’acqua limpida
scorta per avventura tra le pietraie d’un greto,
esiguo specchio in cui guardi un’ellera e i suoi corimbi;
e su tutto l’abbraccio di un bianco cielo quieto.

Codesto è il mio ricordo; non saprei dire, o lontano,
se dal tuo volto si esprime libera un’anima ingenua,
vero tu sei dei raminghi che il male del mondo estenua
e recano il loro soffrire con sé come un talismano.

Ma questo posso dirti, che la tua pensata effigie
sommerge i crucci estrosi in un’ondata di calma,
e che il tuo aspetto s’insinua nella memoria grigia
schietto come la cima di una giovane palma…

E.Montale

Tipologia B:

Ambito Artistico Letterario:

– La percezione dello straniero nella letteratura e nell’arte.

Ambito Socio Economico:

– Il lavoro tra sicurezza e produttività.

Ambito Storico Letterario:

– 60 anni dall’entrata in vigore della nostra Costituzione. Un bilancio dei suoi valori attuali e del suo rapporto con la società italiana

Ambito Tecnico Scientifico:

– Quale idea di scienza nello sviluppo tecnologico della società umana.

Tipologia C: (Tema di Argomento Storico)

– Cittadinanza femminile e condizione della donna nel divenire dell’Italia del Novecento. Illustra i più significativi mutamenti intervenuti nella condizione femminile sotto i diversi profili (giuridico, economico, sociale, culturale) e spiegane le cause e le conseguenze. Puoi anche riferirti, se lo ritieni, a figure femminili di particolare rilievo nella vita culturale e sociale del nostro Paese.

Tipologia D: (Tema di carattere generale)

“Comunicare le emozioni: un tempo per farlo si scrivevano lettere, oggi un sms o un’e-mail. Così idee e sentimenti viaggiano attraverso abbreviazioni e acronimi in maniera veloce e funzionale, non è possibile definire questo cambiamento in termini qualitativi, si può però prendere atto della differenza delle modalità di impatto che questa nuova forma di comunicazione ha sulle relazioni tra gli uomini: quando quella di ieri era una comunicazione anche fisica, fatta di scrittura, odori, impronte e attesa, tanto quella di oggi è incompresa e immediata”

Criterion 10

    Rispondi