Nvidia chiede ai possessori di PC da gioco di mettere al lavoro i loro sistemi per combattere COVID-19

Articolo di · 14 Marzo 2020 ·

E’ tempo di fare la nostra parte

Se avete un PC da gaming con una scheda grafica dedicata, è venuto il momento di fare la vostra parte. Nvidia infatti ha chiesto a tutti i giocatori e possessori di schede grafiche a marchio Nvidia di dare il proprio contributo alla lotta contro il COVID-19.

Grazie all’applicazione Folding@home, i giocatori possono mettere a disposizione la loro scheda grafica quando inutilizzata sul proprio pc, ad esempio di notte, per far progredire le conoscenze scientifiche dell’umanità sul Coronavirus. Il programma di calcolo distribuito, infatti, è in grado di collegare i milioni di computer sparsi per il globo, sfruttandone la potenza di elaborazione non utilizzata per attività di computing che richiederebbero costosissimi super computer.

In particolare, il progetto di Folding@home ha l’obiettivo di sequenziare proteine target del virus COVID-19 – una attività in cui le GPU sembrerebbero perfette – ed in questo modo aiutare gli scienziati ad individuarne le vulnerabilità.

Ovviamente nel momento in cui la GPU viene richiesta per altre applicazioni il programma smette di funzionare restituendo tutta la potenza ai vostri giochi.

Il programma Folding@home è oramai in circolazione da anni e tra i progetti oltre a quelli dedicati al Coronavirus ve ne sono altri dedicati al Cancro, alla febbre Dengue, all’Ebola, all’Alzheimer e al Parkinson, solo per citarne alcuni; è tuttavia la prima volta che i gamers vengono chiamati direttamente all’azione. E’ quindi venuto il momento di mostrare di che pasta sono fatti i vostri gaming rig, è ora di far vedere al mondo cosa significa davvero la parola PC Masterrace. Per scaricare Folding@home cliccate su questo link.

Criterion 10

    Rispondi