Recensione auricolari true wireless Urbanista Lisbon

“Perdetevi in un colorato sogno ad occhi aperti con Urbanista Lisbon”

L’azienda Urbanista, nasce nel 2010 a Stoccolma, in Svezia, dall’amore per le città e la vita urbana. L’obiettivo è sempre stato quello di offrire prodotti audio lifestyle, tra cui cuffie con cancellazione attiva del rumore, auricolari true wireless e altoparlanti Bluetooth, senza scendere a compromessi né sulla qualità del suono né sullo stile.

Recentemente la società scandinava ha lanciato gli auricolari true wireless: Lisbon. Gli earbuds in questione sono fra i più compatti disponibili sul mercato e fanno del peso e delle colorazioni “eccentriche” il loro punto di forza.

Vi diciamo cosa ne pensiamo nella nostra recensione!

Caratteristiche tecniche

  • Driver: 10 mm dinamici
  • Microfono: MEMS
  • Versione Bluetooth: 5.2
  • Classe Bluetooth: 2
  • Profili: A2DP 1.3, AVRCP 1.5, HFP 1.6
  • Codec: SBC e AAC
  • Portata: 10 m
  • Risposta in frequenza: da 20 Hz a 20 kHz
  • Sensibilità: ±3dB @ 1kHz
  • Impedenza: 32 Ohm ±15 %

Confezione di vendita

La confezione di vendita delle Urbanista Lisbon è di ottima fattura, un qualcosa che nessuno si aspetterebbe da un paio di cuffie dal prezzo di 49,90 €.

Al suo interno troviamo:

  • Gli auricolari Urbanista Lisbon
  • La custodia di ricarica
  • Un cavo di ricarica USB di tipo C (un po’ corto a dire il vero)
  • Manualistica

Design degli auricolari Urbanista Lisbon

Partiamo dalla custodia, la quale risulta essere davvero piccola. È di forma ovale e può essere riposta agevolmente in tasca o in borsa (sembra quasi di non averla). Gli auricolari presentano un polo magnetico che scorre negli slot designati nella custodia. Sentirete un clic che vi permetterà di capire se sono stati inseriti correttamente. Anche agitando con forza la custodia aperta, gli earbuds restano saldamente ancorati alla stessa.

Per quanto riguarda il design dei Lisbon, è caratterizzato dalle ali in silicone GoFit che aiutano gli stessi ad adattarsi alla perfezione alle orecchie. Inoltre, forniscono un supporto facilmente agguantabile quando si desidera rimuoverli. Una volta trovato il giusto “fit”, vi garantiamo che non vi accorgerete neanche di indossarli e sono anche difficili da notare (se in colorazione nera o beige). Infatti, non sporgono particolarmente verso l’esterno, anzi.

Sembrano quasi essere più un apparecchio acustico che degli auricolari. E non sono così “invasivi” per l’orecchio come magari potrebbero esserlo altre cuffie. Probabilmente per comodità, sono fra i più comodi in commercio. Anche durante lunghe sessioni di ascolto, non abbiamo avvertito alcun fastidio o dolore. Per chi si chiedesse se sono utilizzabili per lo sport, la risposta è sì. Le abbiamo provate durante una corsetta e sono sempre rimaste in posizione nelle orecchie.

Semplici da configurare

La configurazione degli auricolari è estremamente semplice. Basta aprire la custodia (mantenendo gli auricolari all’interno). Dopodiché, aprire le impostazioni Bluetooth del dispositivo sul quale desiderate associarle. Vedrete apparire la voce “Urbanista Lisbon”. Cliccandoci, una voce vi confermerà l’avvenuta connessione. È possibile memorizzare le Lisbon su sei dispositivi differenti e non richiedono alcun tipo di app.

La durata della batteria degli auricolari è di nove ore, elevabile a 27 ore grazie alla custodia di ricarica. Abbiamo dovuto ricaricarli a malapena anche con un uso intenso. Inoltre, vi indicheranno che necessitano di essere caricati 30 minuti prima che si spengano.

Presentano anche dei comodi controlli touch che non funzionano dissimilmente da altri device della stessa tipologia. È a mezzo dei suddetti comandi è possibile anche avviare gli assistenti vocali come Google Assistant e Siri.

Come suonano?

Ad un prezzo così basso, potreste non aspettarvi molto in termini di qualità del suono. Ma vi assicuriamo che gli Urbanista Lisbon suonano piuttosto bene. Abbiamo particolarmente apprezzato i bassi, mai troppo “pompati” e i medi e gli alti sono bilanciati bene. Anche se non stupiranno i veri audiofili, i Lisbon si adattano perfettamente a qualsiasi genere musicale e sono validissimi (al prezzo a cui vengono proposti) per l’uso quotidiano di tutti i giorni. Non presentano la cancellazione attiva del rumore. Ma nel modo in cui sono stati progettati, gli auricolari Urbanista Lisbon aiutano “naturalmente” ad eliminare i rumori di fondo che potrebbero giungere all’orecchio. Certo, non aspettatevi miracoli, ma per strada o in ambiente rumorosi, abbiamo davvero faticato a percepire suoni indesiderati.

Per quanto riguarda invece le prestazioni in chiamata, le abbiamo trovate davvero ottime. A detta del ricevente, non sembrava che stessimo utilizzando degli auricolari true wireless.

Colori che risaltano

Ciò che distingue gli auricolari Urbanista Lisbon dagli altri sono i colori sgargianti. Noi abbiamo provato il classico nero, ma sono disponibili anche in: Beige, Mint Green, Midnight Black, Coral Peach e Blush Pink.

Commento finale

Gli auricolari true wireless Urbanista Lisbon sono compatti e comodi da indossare. Sembra quasi di non averli. Per meno di 50 €, il suono è buono, grazie a dei bassi mai troppo insistenti e dei medi e degli alti ben bilanciati. I controlli touch funzionano bene e la durata della batteria è eccellente. Peccato manchi la cancellazione attiva del rumore ma se cercate degli earbuds per tutti i giorni, potrebbero davvero fare al caso vostro.

8.2

Auricolari true wireless Urbanista Lisbon


Gli auricolari true wireless Urbanista Lisbon sono compatti e comodi da indossare. Sembra quasi di non averli. Per meno di 50 €, il suono è buono, grazie a dei bassi mai troppo insistenti e dei medi e degli alti ben bilanciati. I controlli touch funzionano bene e la durata della batteria è eccellente. Peccato manchi la cancellazione attiva del rumore ma se cercate degli earbuds per tutti i giorni, potrebbero davvero fare al caso vostro.

PRO

Ottimo rapporto qualità/prezzo, tante colorazioni disponibili, suono davvero niente male, comodissime

CONTRO

Cavo di ricarica un po' troppo corto, manca la cancellazione attiva del rumore
Riccardo Amalfitano
Videogiocatore sin dalla "tenera" età, amante anche di manga, cinema e serie TV. Ho dimenticato qualcosa? Sicuramente!

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles