Recensione Cryorig H5 Universal

Articolo di · 10 Settembre 2017 ·

Più piccolo è meglio: in prova il dissipatore Cryorig H5 Universal che fa delle dimensioni e della compatibilità pressochè totale i suoi punti di forza

Cryorig si è fatta apprezzare al pubblico degli overclockers soprattutto per il suo R1 Ultimate, un dissipatore per certi versi innovativo che ha saputo scalfire la granitica leadership di Noctua e del suo DH15.

Con il lancio di H5 Universal la compagnia taiwanese ha provato a introdurre anche nella fascia intermedia del mercato che ruota intorno al price tag di 50 euro, alcune delle innovazioni introdotte con i dissipatori top di gamma R1 e i dettagli di design del modello entry level H7.

Il Cryorig H5 Universal è un dissipatore monotorre dalle dimensioni compatte che allo stesso tempo però, offre una ampia capacità dissipativa, pari al 90% di quella del ben più grande R1 ultimate. Dotato di 4 heatpipes da 6mm di diametro ciascuna, la particolarità di questo modello, come il nome sta ad indicare, è la capacità di adattarsi a presssochè tutti i socket in circolazione e a qualsiasi tipo di memoria a basso o alto profilo, grazie ad una ventola dello spessore di appena 13mm e ad un offset del corpo radiante piuttosto marcato.

DSC03778 - Recensione Cryorig H5 Universal

Come sempre molto curato è il packaging del prodotto che riprende quello del modello top di gamma. All’interno del box esterno sul quale sono stampate specifiche e immagini del prodotto, sono contenute altre due scatole in cartone: una contenente gli accessori, l’altra il dissipatore vero e proprio. Il dissipatore è poi protetto ulteriormente da una busta in plastica sigillata. Nonostate il tutto sembri inserito al millimetro, risulta comunque ben protetto grazie alla struttura del box in cartone che lascia i lati vuoti ad attutire eventuali colpi.

Contenuto della confezione e accessori

Il contenuto della scatola è “di peso” così come la lista degli accessori. Nella seconda scatola, infatti sono contenuti:

  • 4x coprivite
  • 4x supporti LGA2011
  • 4x viti per i supporti
  • 4x Supporti per assorbimento vibrazioniAcoustic vibration absorbers
  • 2x Manuale
  • 2x Clip aggiuntive per ventole XT140 fan clips
  • 2x Clip per la ventola di serie XF140
  • 2x bracket per processori Intel
  • 1x bracket per processore AMD
  • 1x AMD backplate
  • 1x Intel backplate
  • 1x ventola da 140 x 140 x 13 mm
  • 1x Pasta termica Cryorig H9
  • 1x Carta di registrazione ai servizi Cryorig
  • 1x Cacciavite Phillips

10 top sh h5 - Recensione Cryorig H5 Universal

Il design del dissipatore è sicuramente d’effetto grazie all’utilizzo delle tecnologie che come dicevamo sono state introdotte con l’R1 Ultimate, a partire dal Jet Fin Air Acceleration technology e dall’Hive fin design. Per quanto riguarda Jet Fin Air Acceleration technology, questa consiste in una struttura della torre composta da due diverse sezioni con differente densità delle alette di dissipazione: in numero maggiore e quindi con una maggiore densità nella parte frontale (o meglio quella che “riceve” aria dalla ventola) e più larghe in uscita per velocizzare la dissipazione del calore. In questo modo l’aria canalizzata dalle ventole, incontrando alette più strette, aumenta di velocità, assorbe il calore dalle torri e viene poi liberata con maggiore velocità.

Per quanto riguarda l’Hive design, si tratta invece di una particolare struttura a nido d’ape, molto bella anche esteticamente, che secondo gli studi effettuati sembrerebbe migliorare la dissipazione del calore. Le alette hanno uno spessore di 0,4 mm sono distanziate di circa 2.8 mm l’una dall’altra.

06 top sh h5 - Recensione Cryorig H5 Universal

Al fine di migliorare la compatibilità con le memorie più alte, la torre di dissipazione è spostata leggermente verso sinistra in modo da lasciare più spazio alla ventola sul lato destro dove la maggior parte delle schede madre dual channel ha gli slot DIMM.

Nella parte superiore Cryorig nn ha rinunciato alla personalizzazione già vista con la serie R1. Il dissipatore è infatti dotato di una cover in plastica bianca sul quale è stampato il logo Cryorig (disponibile anche in altri colori) che copre quasi interamente la parte superiore. La cover in plastica presenta due fori nei quali è possibile inserire il cacciavite in dotazione per fissare il dissipatore al socket, facilitando di molto l’installazione.

La base del dissipatore è in rame nickelato specchiato che rende possibile l’utilizzo di pasta termica cosiddetta liquid metal. Le due viti di fissaggio sono già fissate alla base e, grazie ad una molla, si riesce ad essere un po’ più tranquilli riguardo alla forza applicata al socket in fase di installazione.

Per quanto riguarda la ventola, Cryorig ha scelto di utilizzare l’XT140, una ventola sleeve bearing con prestazioni buone ma non eccezionali, in grado di operare con un range che va dai 700 ai 1300 RPM e con un CFM alla massima velocità di 65. La caratteristica principale della XT140 è lo spessore limitato che limita l’ingombro in proiezione del dissipatore. Si tratta di una ventola ben costruita dotata altresì di supporti in gomma per attutire le vibrazioni, comunque quasi assenti.

Installazione

L’installazione, grazie agli accorgimenti di cui abbiamo detto, ovvero le viti e le molle di fissaggio, la presenza dei due fori nella parte alta della cover e agli accessori che comprendono tutto il necessario per una isntallazione pulita, compreso il cacciavite lungo il giusto, è semplicissima è alla portata di chiunque, anche il più inesperto.

A differenza dell’R1 Ultimate che in fase di installazione ci ha costretto a smontare la ventola a causa di un non allineamento perfetto dei fori in cui far scorrere il cacciavite, con l’H5 l’installazione è filata via liscia e in meno di 10 minuti avevamo il nostro dissipatore già pronto per i test.

Macchina test e specifiche

AMDRIG - Recensione Cryorig H5 Universal

SpecificheCryorigH5Universal - Recensione Cryorig H5 Universal

Performance e rumorosità

I grafici qui sotto sono alquanto esplicativi: nella sua fascia di prezzo il Cryorig H5 Universal è probabilmente uno dei dissipatori più efficienti in circolazione. Dal punto di vista delle performance di dissipazione è addirittura superiore ad un dissipatore a liquido AIO molto noto come il Liqmax 120 di Enermax, risultando rispetto a questo anche di gran lunga più silenzioso. E’ inoltre più efficiente in termini di capacità di dissipazione del calore in ogni situazione rispetto al più costoso BeQuiet! Dark Rock 3, che ha dalla sua soltanto una leggerissima differenza in termini di rumorosità. Non bisogna dimenticare tuttavia che la ventola utilizzata da Cryorig per il suo H5 Universal è una ventola slim e quindi leggermente più rumorosa rispetto a quella utilizzata dal BeQuiet!

Diapositiva3 - Recensione Cryorig H5 Universal

Diapositiva4 - Recensione Cryorig H5 Universal

Commento finale

GoldAward 1 - Recensione Cryorig H5 UniversalIl Cryorig H5 Universal è senza dubbio uno dei migliori dissipatori in circolazione nella sua fascia di prezzo. Oltre ad ottime capacità di dissipazione del calore e ad un design che non sfigurerebbe neppure in una configurazione “a vista”, ha dalla sua l’incredibile versatilità essendo compatibile con quasi tutte le motherboard in circolazione anche quelle con socket dimm molto vicini al processore e soprattutto anche con memorie ad alto profilo come le Corsair Dominator o le HyperX Predator. La superficie di dissipazione solo di poco inferiore a quella dell’R1 Ultimate ed un prezzo che si aggira intorno ai 50 euro, lo rendono insomma una delle nostre prime scelte tra i dissipatori ad aria e sicuramente il nostro preferito nel catagolo del produttore tedesco Cryorig.

Criterion 10

    Rispondi