Recensione Kinectimals

Tecnicamente e adorabilmente quasi perfetto

Tecnicamente il gioco è molto curato, il Kinect riesce tranquillamente a capire le nostre intenzioni e il gioco risponde prontamente. Anche nei mini giochi il controllo è molto preciso e una volta capito il meccanismo si riuscirà a guadagnare le medaglie d’oro nei minigiochi senza troppi patemi d’animo.

Per quanto riguarda l’interazione con il cucciolo anche qui non ci sono grandi problemi: le carezze, la pulizia e tutte le altre azioni sono facili da gestire e comunque non richiedono grande precisione. Per insegnare al cucciolo le figure bisognerà usare un pò tutto il corpo per mimarle fino ad arrivare a sdraiarci a terra per fargli fare il morto o sdraiarsi, magari un pò scomodo ma un ottimo esercizio per i piccolo giocatori a cui è dedicato il gioco.

{hwdvideoshare}id=1874|width=640|height=354{/hwdvideoshare}

La rappresentazione grafica dell’isola e dei paesaggi è molto gradevole e la sensazione di interazione con i cuccioli è altissima ma quello che colpisce è la cura con cui sono stati rappresentati i cuccioli virtuali stessi. Graficamente sono disegnati molto bene e si comportano in modo molto verosimile mantenendo sempre un livello di interazione alta con voi, fino a proporvi i giochi o approvando le vostre scelte con graziose smorfie.

Magari in alcune espressioni sono un pò troppo teneri fino a sembrare più’ dei peluche animati che dei veri gattoni. Ma sicuramente l’effetto è voluto e riesce a farvi innamorare di questi cuccioloni a prima vista.

Se questo articolo vi è piaciuto, supportateci iscrivendovi ai nostri social:
YouTube | Telegram | Facebook | Gruppo FB | Twitch | Twitter | Instagram

Seguici sui nostri social media

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles

Follow us on Social Media