Xbox Game Pass e xCloud: presente e futuro dei servizi per il gaming di Microsoft

Articolo di · 17 Maggio 2021 ·

In concomitanza con il lancio di Xbox Series X, Microsoft ha concentrato maggiormente l’attenzione sui servizi gaming per Xbox. Un’attraente, possibile evoluzione di questo interesse, potrebbe risiedere nella combinazione di Xbox Game Pass e xCloud, che potrebbe rivelarsi una carta vincente nei prossimi tempi.

Microsoft ha appena concluso un trimestre finanziario decisamente positivo in termini di entrate e questo lo si deve anche ad Xbox Game Pass e ai postumi del lancio di Xbox Series X/S. Quello che è invece appena agli inizi è xCloud. Il servizio di videogioco in streaming di Microsoft è stato lanciato con diverse ondate di “fasi beta” nel tempo e con diversi tipi di servizio. Abbinato ad Xbox Game Pass, può rivelarsi qualcosa di davvero notevole.

Microsoft Game Pass

Microsoft e l’evoluzione di Xbox Game Pass

Xbox Game Pass si è già rivelato di suo un enorme valore aggiunto, grazie ad una libreria in continua crescita, della quale anche xCloud potrebbe avvantaggiarsi. Non è da sottovalutare la possibilità di poter giocare ovunque, su cloud, i giochi acquisiti tramite la sottoscrizione dell’abbonamento Game Pass. E’ una prospettiva a dir poco emozionante.

Uno degli aspetti più interessanti di Game Pass, infatti, è proprio il suo catalogo in continua crescita. Tutti i titoli First-Party sono stati inclusi nel servizio al Day One, ma Microsoft si sta anche aggiudicando l’acquisizione di molti nuovi studi.

Con l’acquisizione di Bethesda, ad esempio, sono arrivati ben venti nuovi titoli che possono essere aggiunti al Game Pass e altri ancora ne verranno. Microsoft ha acquistato anche inXile Entertainment, Ninja Theory e molti altri con questo preciso obiettivo in mente.

Xbox Game Pass

Anche al di fuori dell’acquisizione di interi studi, Microsoft continua a stringere accordi con sviluppatori e publisher (di cui non è proprietaria) per ottenere i diritti necessari a inserire giochi su Game Pass, anche a partire dal Day One.

Per esempio, un grosso passo è stato ottenere MLB: the Show 21 su Xbox Game Pass, dato che il gioco non era mai apparso prima su una console di Microsoft. All’improvviso, invece, i giocatori abbonati al Game Pass di Microsoft si sono ritrovati il gioco giocabile al Day One, mentre gli utenti PlayStation dovevano comprarlo. La stessa cosa è accaduta con Outriders. E Microsoft sta continuando a stringere questi accordi, mostrando la chiara intenzione di acquisire nuovi studi e firmare accordi per portare nuovi giochi su Game Pass.

Xbox Game Pass Ultimate comprende al momento centinaia di giochi. E grazie alle continue acquisizioni, questa lista continua a crescere. E’ vero che di tanto in tanto alcuni giochi escono dal Game Pass, ma la cosa non è anormale per i servizi in abbonamento. In definitiva, vengono comunque aggiunti continuamente nuovi giochi (come frutto di accordi sorprendenti), interessanti titoli del mercato indie o nuove proposte first-party.

La qualità del servizio è innegabile e sotto gli occhi di tutti.


xCloud: stato attuale

Il bello di xCloud risiede nella possibilità di giocare ovunque. Attualmente, gli utenti Android sono già in grado di scaricare titoli tramite Google Play Store in un formato di anteprima. Oltre a giocare i giochi Xbox usando un controller Xbox, Game Pass su Android supporta il controllo tattile per un gran numero di giochi. Pur richiedendo un’elevata larghezza di banda (il che comporta connessioni mobile potenti o un Wi-Fi adeguato), la tecnologia è impressionante e le promesse vengono mantenute.

Che si tratti di Sea of Thieves, Gears 5 o Banjo-Kazooje con controllo touch, i giocatori possono giocare in streaming direttamente dal cloud. Per quanto riguarda i dispositivi Apple, xCloud è disponibile tramite iOS in una versione beta limitata. E’ comunque interessante che Microsoft sia riuscita ad aggirare le difficoltà legate a trovare un browser che facesse girare xCloud su iOS (dato che Apple ha chiuso qualunque applicazione per Xbox Game Pass, Streaming e xCloud sulla sua piattaforma).

Nel frattempo, anche su PC, xCloud permane in uno stato di beta chiusa e limitata. Ma di sicuro c’è molto spazio per la crescita di questo servizio.

Una notizia che sarà sicuramente gradita ai fan è che Phil Spencer, capo della divisione Xbox di Microsoft, vuole esportare xCloud su quanti più sistemi e piattaforme possibile. Al momento xCloud appare ancora piuttosto limitato. Su molte piattaforme il servizio o non è disponibile oppure è ancora in una fase beta.

Microsoft xCloud

xCloud: prospettive

Nel tempo, c’è da aspettarsi che il servizio xCloud verrà ampliato e aperto a tutti. E sul “come” e “quando” questo avverrà, potrebbe influire notevolmente l’accoppiata con Xbox Game Pass. La speranza per il futuro è che xCloud possa approdare anche su dispositivi al di fuori dell’ecosistema di Microsoft, gestiti dai suoi concorrenti: per esempio, Nintendo. Ci sono state voci riguardanti un recente accordo tra Microsoft e Nintendo e molti si chiedono se questo potrebbe comportare che xCloud e Game Pass faranno il loro ingresso su Nintendo Switch. Se questo dovesse accadere, sarebbe un evento destinato a scuotere profondamente il mondo dei videogiochi, come non succedeva da anni.

Per molti è già interessante poter giocare con xCloud su un dispositivo mobile, ma poterlo fare su uno schermo più grande costituirebbe un’attrattiva ancora maggiore.

Curiosamente, xCloud non è ancora prensente sulle console Xbox stesse. Anche se Xbox Game Pass è installato nativamente sulle console domestiche tramite i download, non è possibile usare il cloud per giocare in streaming da una console all’altra. Eppure avrebbe senso che Xbox Series X/S e Xbox One fossero in grado di inviare giochi in streaming tramite cloud, specialmente i titoli che richiedono una minore larghezza di banda. E’ possibile che in futuro la funzionalità di streaming tra le console diverrà disponibile, dato che Phil Spencer ha esplicitamente affermato che ci sono piani in questo senso: se non altro al fine di testare le demo e provare i giochi prima di scaricarli.

xCloud

Xbox Game Pass e xCloud: possibile combinazione vincente

Xbox Game Pass era già un’ottima idea al momento della sua uscita, ma ancora aveva pochi titoli nel catalogo. Da allora, Microsoft ha lavorato sodo per costruire una solida libreria di titoli first-party e allargarla con acquisizioni e accordi di licenza. Questi ultimi vanno nella direzione di ampliare continuamente la rosa di titoli a disposizione e trasformare via via Xbox Game Pass nella più conveniente offerta di gaming disponibile sul mercato.

Anche il cloud è di per sé una buona idea, ma senza giochi rimarrà soltanto tale. Tuttavia, mescolare le due cose, xCloud e Game Pass potrebbe rivelarsi una soluzione vincente. Se si riuscisse a far girare xCloud su tutti i dispositivi mobile (e non in beta), renderlo pienamente disponibile sulle console e forse persino averlo su piattaforme che non siano di casa Xbox, come Nintendo Switch, questa modalità di gaming potrebbe essere il sogno di molti giocatori che si avvera.

Xbox Game Pass

Guardiamo al futuro con interesse e trepidazione per vedere quali piani avrà Microsoft per questi servizi e come deciderà di svilupparli. Rimanendo sintonizzati anche sui siti ufficiali di Xbox Game Pass e xCloud per ulteriori aggiornamenti e prestando attenzione agli annunci e comunicati.

Criterion 10

    Rispondi