Brasile 2014, Italia qualificata con due giornate d’anticipo

Articolo di · 10 Settembre 2013 ·

nazionale - Brasile 2014, Italia qualificata con due giornate d'anticipoNuovo record per la Nazionale di Prandelli.

Mai l’Italia del pallone aveva staccato il biglietto di partecipazione ad un Mondiale con due giornate d’anticipo.

Grazie alla vittoria odierna, 2-1 in rimonta sulla Repubblica Ceca, la squadra allenata dal c.t. Cesare Prandelli ha raggiunto lo storico obiettivo e si qualifica per Brasile 2014.

E dire che la pratica qualificazione si era subito complicata: l’Italia non parte male (ma Balotelli spreca un’ottima occasione in avvio) e al 19′ Libor Kozak la punisce. L’ex laziale insacca lo 0-1 in spaccata alla prima occasione per la squadra ceca.

Prandelli abbandona allora la difesa a 3 e torna al modulo a 4 difensori, con De Rossi di nuovo a centrocampo. Balotelli è però sprecone e si divora in varie occasioni la palla per l’1-1: si va così al riposo con l’Italia sotto allo Juventus Stadium di Torino.

Nella ripresa dentro Osvaldo, esce l’infortunato Giaccherini. Passano solo 6′ e l’Italia torna in partita: su calcio d’angolo l’uscita sconsiderata di Cech spalanca la porta per l’incornata vincente di Chiellini. Finalmente il meritato pareggio.

Ma la pratica qualificazione sarebbe ancora aperta, così 3 minuti dopo Balotelli si procura un calcio di rigore solare: Cech, sconsolato, può solo raccogliere in fondo alla rete il tiro di SuperMario, infallibile dal dischetto.

La partita scende di ritmo, l’Italia mostra segni di stanchezza anche se pochi sono i rischi per Buffon; solo qualche brivido nel finale a causa di alcune disattenzioni del neo entrato Thiago Motta.

La Repubblica Ceca non ci rovina la festa: al 94′ l’arbitro Eriksson fiscia la fine. L’Italia guadagna il pass per i Mondiali brasiliani e Prandelli si gode soddisfatto un nuovo record della nua Nazionale!

Criterion 10

    Rispondi