FRITZ!OS 6.0, per un router "a prova di futuro"

Nuovo firmware per una rete “smart”.

AVM ha presentato il nuovo firmware per la gamma di prodotti FRITZ! che, grazie a FRITZ!OS 6.0, potranno beneficiare di hotspot WLAN privato, utilizzo di QR code per i dati di accesso, vectoring e tante nuove funzioni. 

Trovate tutti i dettagli riguardanti questo corposo aggiornamento nel comunicato allegato.

Il nuovo FRITZ!OS con hotspot WLAN privato, vectoring e molto altro

Con il nuovo firmware di AVM la rete diventa ancora più smart
Berlino – Il nuovo FRITZ!OS 6.01 di AVM conferisce al FRITZ!Box una marcia in più grazie alle numerose innovazioni: l’accesso ospite alla rete WLAN si trasforma in un vero e proprio hotspot privato, tablet e smartphone accedono alla rete domestica comodamente tramite QR code. Il nuovo firmware predispone il FRITZ!Box per il vectoring delle linee xDSL. Inoltre con il nuovo FRITZ!OS 6.01 AVM ha perfezionato il servizio MyFRITZ!, il filtro web e la gestione dei dispositivi Smart Home. La nuova versione del firmware semplifica infine la configurazione e l’impiego delle VPN e integra servizi cloud nel FRITZ!Box. FRITZ!OS 6.01 è disponibile gratuitamente da subito per i modelli 7390 e 7360, l’aggiornamento di ulteriori modelli seguirà a breve. Il nuovo firmware si installa con due click attraverso l’interfaccia di gestione del FRITZ!Box.
Hotspot WLAN privato e codice QR per i dati di accesso
Il nuovo FRITZ!OS estende l’accesso ospite alla WLAN trasformandolo in un vero e proprio hotspot privato. Con FRITZ!box sarà quindi possibile offrire rapidamente ad eventuali ospiti accesso gratuito ad internet. Il tipo di traffico autorizzato nelle impostazioni standard dello hotspot fa capo alla navigazione web e all’uso della posta elettronica. Modificando le opzioni del filtro web di qualsivoglia ospite, tale autorizzazione standard può essere estesa ad altri servizi o ulteriormente limitata. Qualora lo si desideri, è altresì possibile configurare un profilo temporale per l’attivazione automatica dello hotspot. Specifici log sull’uso della connettività mostrano al proprietario del FRITZ!Box quali attività sono state condotte attraverso il suo hotspot privato. L’accesso alla rete domestica con device mobili (smartphone / tablet) risulta infine ancora più intuitivo grazie ai QR code. Sia i dati d’accesso, sia i QR code possono essere stampati. L’accesso per ospiti alla rete wireless è infine fruibile anche attraverso il FRITZ!WLAN Repeater.
FRITZ!Box pronto per il vectoring

Con il nuovo FRITZ!OS i FRITZ!Box sono pronti per l’ulteriore accelerazione della connettività VDSL che scaturisce dalla progressiva introduzione delle tecnologie per il vectoring della rete internet da parte degli operatori. Indipendentemente dal throughput raggiungibile di fino a 100 Mbit/s, l’incremento delle prestazioni delle linee VDSL risulta dalla riduzione dei disturbi elettromagnetici tra linee telefoniche adiacenti ottenuta attraverso il vectoring. Con il nuovo FRITZ!OS, i modelli di FRITZ!Box per linee VDSL (7390, 7360, 3390, 3370) supportano la modalità operativa “full vectoring”.

Maggiore comfort per MyFRITZ!, filtro web e smart home
MyFRITZ!, il servizio di cloud privato e gratuito di AVM, è stato ulteriormente perfezionato in termini di accessibilità ai contenuti FRITZ!NAS, all’elenco delle chiamate e dei messaggi in segreteria. La panoramica risulta più chiara e funzionale e si adatta in modo ottimale ai dispositivi mobili. Attraverso MyFRITZ! è infine possibile gestire sia i dispositivi smart home come le prese intelligenti basate su DECT e Powerline, sia altri apparecchi “intelligenti” tra cui televisori e lavatrici dotati di connettività wi-fi e collegati al FRITZ!Box. Con il nuovo FRITZ!OS, il filtro web integrato nel FRITZ!Box è stato esteso a chi naviga in internet via hotspot privato. In questo modo è possibile limitare l’uso della connettività a servizi specifici, ad esempio alla sola navigazione e alla consultazione della posta elettronica. Ulteriore novità: non solo l’accesso ad internet tramite FRITZ!Box da parte di apparecchi “non noti” (terminali che si collegano per la prima volta al FRITZ!Box) è regolamentato, ma è anche possibile definire un singolo profilo d’accesso per più dispositivi di uno stesso utente (ad esempio PlayStation e notebook) e dotare tale profilo di un monte ore totale, condiviso tra i diversi terminali, in cui la navigazione online è autorizzata. 
Con il FRITZ!OS 6.01 l’impiego dei dispositivi smart home risulta ancora più intuitivo. Attraverso la gestione degli utenti del FRITZ!Box è possibile definire diritti specifici per l’attivazione delle prese intelligenti e per la consultazione dei dati sui consumi. Inoltre è possibile riunire più apparecchi in un unico gruppo e gestirli in contemporanea. Il limite iniziale di 40 programmazioni temporali dell’attivazione delle prese intelligenti a settimana è stato incrementato a 100, favorendo l’impiego di tali dispositivi, come ad esempio il FRITZ!DECT 200, in applicazioni domotiche più complesse. Inoltre è possibile spegnere automaticamente qualsiasi elettrodomestico, come ad esempio un televisore, in presenza di un basso consumo elettrico o qualora lo stesso entri in stand-by. Anche il servizio push è stato semplificato, è infatti possibile configurare diversi destinatari dei report sulle chiamate in base al numero telefonico registrato dal FRITZ!Box. In questo modo separare le chiamate aziendali da quelle private risulta particolarmente intuitivo. La nuova funzionalità di diagnosi infine presenta in pochi secondi all’utente informazioni dettagliate sullo stato operativo del FRITZ!Box.
FRITZ!OS per telefoni, citofoni e centralino
Anche il FRITZ!Fon diventa ancora più versatile con il nuovo FRITZ!OS: il riproduttore multimediale presente nel cordless integra uno „sleep timer“ per addormentarsi al suono dei propri brani preferiti. Anche la sveglia si serve delle playlist personali e i file audio archiviati sul server multimediale del FRITZ!Box possono essere impiegati come suoneria del telefono. FRITZ!OS 6.01 semplifica anche l’integrazione di citofoni dotati di porta a/b, una funzione configurabile direttamente attraverso l’interfaccia del FRITZ!Box: attività quali rispondere al citofono o aprire il portone vengono ora trattate come una connessione ad un numero interno. Infine, con il nuovo FRITZ!OS il centralino telefonico del FRITZ!Box supporta anche il SIP-Trunking. Oltre a poter inserire i diversi recapiti telefonici erogati dal provider di telefonia SIP, questa funzionalità avanzata consente di determinare il numero di telefono primario (notoriamente la centrale) e la lunghezza dei numeri interni. In questo modo le aziende o i piccoli uffici possono beneficiare delle tariffe più convenienti degli operatori VoIP.
Media server e musica „dalla nuvola“
A partire dalla versione 6.01 di FRITZ!OS il FRITZ!Box integra i servizi Cloud di Google Play Music e consente quindi di ascoltare la propria collezione musicale direttamente dal cloud attraverso il server multimediale del FRITZ!Box. Che i brani si trovino nel cloud o sul proprio disco di rete – tutti i riproduttori multimediali compatibili vi accedono in modo flessibile e comodo, e con FRITZ!Fon si dispone del per
fetto telecomando per la riproduzione dei propri file audio.
VPN – connessione protetta con il FRITZ!Box
Il nuovo FRITZ!OS semplifica in modo essenziale l’accesso VPN (Virtual Private Network) alla propria rete. I parametri si configurano comodamente attraverso l’interfaccia del FRITZ!Box senza richiedere l’impiego di software aggiuntivi; ciò favorisce in particolare l’accesso alle risorse di rete attraverso la nuova generazione di smartphone e tablet. FRITZ!OS consente di realizzare i più diversi scenari per le VPN. Attraverso il FRITZ!Box sarà infine possibile collegare più siti, realizzando una rete condivisa e sicura.
FRITZ!OS-Upgrade – facile e veloce
FRITZ!OS 6.01 è disponibile da subito per i FRITZ!Box 7390 e 7360. Per poter fruire del nuovo FRITZ!OS, gli utenti dovranno digitare semplicemente „fritz.box” nella barra degli indirizzi del browser e selezionare l’assistente per l’aggiornamento nell’interfaccia di gestione del dispositivo. In un batter d’occhio il nuovo FRITZ!OS sarà installato.
NOTA di SERVIZIO IMPORTANTE:

Con il nuovo firmware è stato dismesso in via temporanea sul FRITZ!Box 7390 e il 7360 v1 il servizio SMB. Tale servizio consente di accedere dall’interno della rete in modalità “lettura / scrittura” ai file salvati sul disco USB collegato al FRITZ!Box (funzione di riferimento di windows explorer “connetti disco di rete”). Tale indisponibilità non ha alcun impatto su tutte le altre funzionalità FRITZ!NAS, nè sull’accesso via FTP, browser o MyFRITZ ai propri contenuti. Si raccomanda quindi di valutare, qualora si impieghi un 7390, se all’interno della propria infrastruttura l’uso del servizio SMB sia più rilevante della fruizione delle rivoluzionarie novità incluse nel nuovo firmware ed elencate qui di seguito. Qualora lo fosse, raccomandiamo di attendere il prossimo aggiornamento, che prevede una reintegrazione del servizio SMB. Dispositivi quali il 7360 v2, il 3370 e il 3390 come il 7490 che sarà annunciato a breve non hanno invece subito alcuna variazione in termini di fruibilità del servizio SMB.

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles