Recensione Synology DS1513+

Articolo di · 14 Maggio 2014 ·

Synologyestesa - Recensione Synology DS1513+

Il NAS definitivo.

Il mercato dei dispositivi NAS è, ormai da un po’ di tempo, popolato da tanti nuovi players che hanno contribuito a sdoganare i Network Attached Storages, passati dall’essere soluzioni destinate esclusivamente al mercato enterprise a prodotti consumer, presenti nelle case di tanti tech enthusiast. L’esplosione di questo nuovo mercato ha comportato il proliferare di prodotti “improvvisati”, dalle prestazioni mediocri, ma dal prezzo decisamente basso, che hanno invaso le case degli italiani, costringendo anche storici produttori ad offrire soluzioni non propriamente al top.

Soltanto poche compagnie si sono sottratte a questa guerra al ribasso offrendo soluzioni che, sin dai prodotti di fascia entry level, fossero in grado di garantire standard elevatissimi in termini di  efficienza e prestazioni. Su tutti Synology che, senza scendere a compromessi, ha fatto della qualità dei suoi prodotti NAS e, soprattutto delle sue soluzioni software, una bandiera. 

Il Synology DS1513+ è il frutto di questa filosofia: un prodotto che nella sua fascia di prezzo offre prestazioni al top, scalabilità e soprattutto facilità di utilizzo, elemento quest’ultimo che lo rende ideale non soltanto per piccole e medie imprese ma anche per soluzioni domestiche avanzate. 

SynologyDS1513 1 - Recensione Synology DS1513+

Layout e specifiche Tecniche 

Il Synology DS1513+ è un NAS a 5 baie dal design sobrio e dall’apparenza molto solida. E’ in grado di ospitare dischi per una capienza complessiva da 20 TB (5 dischi da 4TB ciascuno) e fino a 60TB collegando (via eSATA) due dock di espansione DX513 (venduti separatamente). I singoli slot sono fast plug, il che permette l’inserimento e la rimozione di un disco in maniera semplice e veloce.

Il DS1513+ è equipaggiato con processore Intel Atom dual core a 2.13GHz, 2GB di RAM espandibili a 4gb, 4 porte USB 2.0 e  2 porte USB 3.0,  2 connettori eSATA oltre a 4 porte Gygabit Ethernet. Il raffreddamento, sebbene i consumi siano veramente bassissimi (51w quando in funzione con 5 dischi RED Western digital), è affidato a due ventole da PC di 80mm, non particolarmente silenziose a dir la verità ma facilmente sostituibili. Rispetto alla soluzione immediatamente precedente della gamma, il DS713+, il DS1513+ è in grado di fornire capienze migliori (5 slot contro 2), migliori prestazioni, più ridondanza dei dati ed una migliore esperienza utente grazie ad un quantitativo di RAM superiore (1GB nel 713+).

L’ampia gamma di connessioni indicata poco più su, la possibilità di ampliare il quantitativo di RAM, oltre alla possibilità di utilizzare  dischi 3,5″, 2,5″ e SSD, lo rendono un prodotto decisamente scalabile ed adatto ad ogni condizione di utilizzo/budget.

Funzionalità 

Tra le funzionalità più interessanti offerte da questo DS1513+ vanno menzionate sicuramente High Availability, Link aggregation e SHS Hybrid Raid, caratteristiche presenti fino ad ora solo su modelli high level dello stesso produttore. La prima feature, High Availability, permette di ridurre al minimo il downtime creando una rete cluster in cui due server Synology funzionano il primo come server attivo e il secondo come server passivo.

La seconda tecnologia, denominata Link Aggregation, permette di utilizzare tutte e 4 le porte Gigabit ethernet per raggiungere velocità di trasferimento dati più elevate,  con picchi che arrivano fino ai 350MB/s in lettura e 200MB/s in scrittura. Anche la ridondanza dei dati migliora in caso di errori hardware. L’ultima, ma forse più utile funzionalità, è Hybrid Raid, che permette anche agli utenti meno esperti di sfruttare tutti i vantaggi delle diverse configurazioni RAID disponibili. Un esempio varrà a chiarire meglio le potenzialità di questa tecnologia proprietaria: in una configurazione RAID classica il volume di archiviazione viene creato in base al disco di dimensioni più piccole nell’array. Se l’array viene creato con 4 unità da 1tb ed un’ unità da 500GB, allora tutte le unità all’interno dell’array potranno utilizzare solo 500GB di spazio per disco rigido: viene creato infatti un volume RAID 5x500GB.

Con SHR, invece,  ciascun disco viene diviso in porzioni più piccole, creando spazio di archiviazione ridondante aggiuntivo e consentendo di utilizzare al massimo la capacità di ciascun disco.
Inoltre in caso di aggiornamento con dischi di capacità maggiore lo spazio di archiviazione più recente sarà disponibile immediatamente e questo perché sono presenti unità a sufficienza per creare un array di archiviazione ridondante. 

Prestazioni 

Nel test prestazionale dell’esemplare in prova abbiamo utilizzato 5 dischi da 1TB ciascuno, facenti parte della gamma RED di Western Digital e settati in configurazione RAID0, configurazione sbilanciata nettamente in favore delle prestazioni, e in Hybrid Raid, lasciando cioè al sistema la gestione autonoma del RAID.  I dischi utilizzati per la prova rappresentano soluzioni espressamente dedicate al mercato NAS e sono offerti ad un prezzo piuttosto concorrenziale (64 euro per quelli da 1TB su Amazon.it) ma garantiscono, allo stesso tempo, la tradizionale affidabilità Western Digital. Nella tabella qui sotto i dati rilevati nelle due configurazioni.

Synology DS1513 - Recensione Synology DS1513+

DSM 4.3

Il vero punto di forza delle soluzioni Synology è senza dubbio Disk Station Manager, il più completo e prestante sistema operativo per NAS attualmente in circolazione e giunto alla release 4.3.  

L’interfaccia utente è decisamente semplice da padroneggiare con elementi che ricordano UBUNTU, Windows (pulsante start) e Mac OS. Il sistema è configurabile in maniera piuttosto semplice tramite l’apposito “Pannello di Controllo”, mentre le applicazioni sono scaricabili da un app store simile a quella della distro linux UBUNTU.

Le funzionalità del vostro NAS grazie all’enorme supporto di Synology e ai software di terze parti presenti sullo store, diventano davvero numerose: si spazia dal classico Downlad Manager, che permette di sfruttare la gran parte dei servizi P2P esistenti ( torrent, e2k ecc.), ad iTunes Server, Plex Media Server (una delle migliori app media server in cirocolazione e a nostro parere da preferire all’applicazione proprietaria di Synology, Video Station, con la quale abbiamo avuto qualche problema nella gestione dei file v
ideo di più grandi dimensioni), passando per Cloud Station, che permette la gestione di una vera e propria Cloud con supporto fino a 2000 utenti. 

Conclusioni e giudizio 

Synology DS1513+ è nella sua fascia di prezzo, intorno ai 700 euro (esclusi i dischi), sicuramente uno dei migliori NAS in circolazione. Grazie ad alcune funzionalità, prima del suo arrivo riservate a NAS professionali da svariate migliaia di euro, come Link Aggregation rappresenta la soluzione ideale per le piccole e medie imprese in espansione, ma anche per chi ha intenzione di realizzare una rete domestica di altissimo livello. Disk Station Manager, infine, è la ciliegina sulla torta per un prodotto decisamente consigliato. 

{vsig}tecno/hardware/Synology/DS1513/Review_1{/vsig}

Disk Station Manager 

{vsig}tecno/hardware/Synology/DS1513/diskstationmanager{/vsig}

Guarda Live


    Rispondi

    WP2Social Auto Publish Powered By : XYZScripts.com