Recensione Super Galaxy Squadron

Un salto nel passato con stile.

Versione testata: PC.

La grafica dettagliata e i gameplay avanzati sono ormai la base di ogni videogioco attuale, senza le quali non potrebbero nemmeno puntare al successo. C’è chi ancora, però, mira a portare sul mercato titoli in puro stile anni ’80 per accontentare i nostalgici e gli amanti dei giochi retrò: è il caso di New Blood Interactive, sviluppatore che ha lanciato il nuovo ed interessante Super Galaxy Squadron, che riprende i tipici tratti dei giochi ambientati nello spazio di circa 30 anni fa e li fonde con alcuni nuovi elementi, creando un prodotto davvero apprezzabile.

{media load=media,id=9658,width=853,align=center,display=inline} 

Una guerra inevitabile

L’anno 2335 ha segnato il contatto con una nuova razza aliena proveniente dalla stella Tau Ceti. Sebbene tutto sembrasse procedere per il verso giusto, ben presto si arrivò ad una devastante guerra fra questi alieni e la United Interstellar Federation. Al termine del conflitto, seguì un lungo periodo di tensione nelle relazioni fra Tau Ceti e la UIF fino ad una nuova guerra: gli alieni devono essere annientati una volta per tutte e la United Interstellar Federation ha deciso di far scendere in campo i suoi 14 migliori piloti per portare a termine questo arduo compito.    

Anche se parliamo di un titolo in stile retrò, ci siamo sentiti in dovere di fare un cenno alla trama visto che illustra in modo chiaro la situazione che è venuta a crearsi e non ci lascia punti interrogativi riguardo i motivi dello scoppio del conflitto. Peccato per l’assenza di una modalità multigiocatore, che avrebbe sicuramente reso felici tutti i nostalgici che potevano così collaborare per vincere i vari livelli. La longevità non è elevata, ma il gioco porta via svariate ore di gioco per i motivi che vi descriveremo in seguito.

Uno shooter spaziale 2D con elementi moderni

Super Galaxy Squadron vanta il fatto di non essere il tipico titolo anni ’80 ambientato nello spazio in cui l’unico obiettivo è quello di eliminare i nemici e basta, ma rivoluziona leggermente lo stile con alcuni nuovi elementi che vanno sicuramente apprezzati. Prima di tutto, sarà possibile scegliere fra 14 navette spaziali differenti nelle proprietà, nelle armi e nell’attacco speciale, di modo da provare diversi approcci contro gli alieni. L’attacco speciale, come detto, varierà in base al veicolo scelto e si caricherà più o meno lentamente in base a quanti “coins” raccoglieremo durante le nostre battaglie: utilizzandolo, la nostra navicella sprigionerà un potente attacco che infligge ingenti danni ai nemici, eliminandoli molto velocemente.

Le astronavi nemiche saranno abbastanza varie e con diversa potenza e resistenza, costringendoci così ad adottare strategie di attacco differenti e a muoverci nello spazio disponibile per evitare i colpi più devastanti. Durante le nostre partite, avremo anche la possibilità di raccogliere dei bonus che vagheranno per un breve periodo nell’area di gioco e spazieranno da potenziamenti per le armi al ripristino della salute. A proposito di ciò, ecco un altro elemento che differenzia il gioco da molti altri: la nostra navicella non esploderà non appena verremo colpiti, ma avremo una salute che scenderà progressivamente in base ai danni ricevuti e che sarà possibile recuperare, come detto, ottenendo i bonus appositi.

Per quanto concerne le modalità di gioco, potremo giocare la storia in due diverse difficoltà (Normale e Difficile) e metterci alla prova in sei differenti stage con un boss al termine di ognuno oppure potremo testare tutte le nostre abilità nella Endless Mode. Come si deduce dal nome, è una modalità infinita in cui andremo avanti ad eliminare nemici fino a quando moriremo. Per la gioia dei veterani del genere, la difficoltà generale è tarata verso l’alto e la mole di alieni che arriveranno via via sarà sempre maggiore, portando il giocatore a ritrovarsi ben presto in una frenesia quasi incontenibile. Un ultimo cenno è da fare alla colonna sonora, sicuramente ben realizzata ed azzeccata per un titolo simile, anch’essa in stile anni ’80 ma non troppo. 

super galaxy squadron 

Commento finale

Super Galaxy Squadron è un indie che merita di essere acquistato non solo dagli sfegatati del genere nonché nostalgici dei vecchi tempi in cui regnavano i titoli ad 8-bit, ma anche dai neofiti che vogliono provare un’esperienza molto gradevole sebbene si tratti di un gioco realizzato in puro stile retrò. La presenza di elementi moderni rivoluziona leggermente la formula di gioco, rendendola valida anche per i più giovani. Il prezzo, oltretutto, è accessibile a tutti: 9,99€ per accaparrarsi questa piccola chicca che non può mancare assolutamente se siete amanti del retrogaming.

Pro Contro 
– Modalità Storia e Endless Mode…
– Tanta frenesia
– Buona difficoltà
– … ma alla lunga può stancare
– Resta principalmente indirizzato ai fan del retrogaming
  Voto Globale: 70  

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles