Back 2 The Past: basta solo il nome… PlayStation 2

Articolo di · 19 Luglio 2018 ·

La console più venduta di sempre.

Benvenuti cari lettori in questo nuovo articolo dedicato ai “migliori anni della nostra vita”, dopo aver parlato della proposta cubica di Nintendo (se lo avete mancato, potrete leggerlo qui), oggi ci occuperemo della seconda console di casa Sony.

La PlayStation 2 (aka PS2) venne presentata nel marzo del 1999 ed alla distanza di un anno venne commercializzata in tutto il mondo.

Problemi in fase di produzione

La produzione della nuova console iniziò abbastanza lentamente, si unirono a questo particolare problema anche il costo di lancio troppo elevato (in Italia il prezzo si attestava intorno alle 899.000 Lire) e le questioni riguardanti le esportazioni all’estero, comportarono delle scarse vendite in fase di lancio.

Si aggiunsero ai vari problemi che affligevano la produzione, anche la richiesta delle varie software house di semplificare i devkit, ritenuti poco pratici rispetto a quanto fatto dalla concorrenza di PC, Xbox e GameCube.

Novità

La PlayStation 2 si presento al pubblico losangelino in una nuova veste, leggermente più massiccia rispetto alla console precedente, nonostante ciò, il design curato della console colpì positivamente sia la stampa specializzata che i giocatori che l’attendevano “sbavanti”.

ps2 fat - Back 2 The Past: basta solo il nome... PlayStation 2

Le novità principali della console si basarono sulla possibilità di leggere CD (musicali) e DVD, il tutto unito dal supporto per la connessione alla rete internet. Queste pregevoli novità, cambiarono immediatamente lo status di PlayStation 2, infatti passò da console di gioco a sistema di intrattenimento.

Inoltre, come dimenticare la caratteristica che la rese ancor di più system seller, grazie alla retrocompabilità, infatti sulla nuova console i titoli PlayStation 1 giravano molto più velocemente, riducendo i tempi di caricamento e fornendo una grafica leggermente migliore.

Godetevi il video della presentazione alla stampa.

Una console, mille accessori

Le numerose potenzialità della PlayStation 2 permettevano alla casa nipponica di creare una pletora pressocchè illimitata di oggetti, dal modem al microfono, passando per videocamera, pulsantiera per i quiz, telecomando e molti altri.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Joypad

Ormai la Sony aveva creato il Joypad perfetto e con il DualShock 2, si limitò ad aggiungere dei piccoli dettagli, come: nuovi livelli di vibrazione, sistema di misurazione della pressione dei tasti ed eliminare un po’ di peso, fatto che non guasta mai.

dualshock 2 e1531996511332 - Back 2 The Past: basta solo il nome... PlayStation 2

Altre versioni.

Visti i costi e la saturazione delle vendite della prima versione della console, Sony decise di sviluppare una PlayStation 2 dalle dimensioni ridotte, da qui il nome PS2 Slim.

Questa nuova iterazione nonostante la notevole riduzione di dimensioni, offriva la stessa potenza di fuoco della “sorella maggiore”.

Questa mossa, identica a quanto effettuato per la PSOne, ha abbattuto notevolmente i costi di produzione, dando la possibilità alla compagnia nipponica di vendere la console ad un prezzo più competitivo. La mossa si rivelò vincente, permettendo a Sony di vendere oltre 140 milioni di unità.

ps2 slim - Back 2 The Past: basta solo il nome... PlayStation 2

Giochi

Questa console ha un parco titoli quasi infinito, quindi i titoli che verranno inseriti seguiranno i gusti di chi vi scrive. I giochi che hanno più rappresentato la nostra esperienza con PlayStation 2 sono:

  • God of War 1 & 2: Le sanguinolente avventure di Kratos sono iniziate proprio su questa console e da qui parte il suo odio incondizionato verso gli Olimpici. L’inganno ordito ai suoi danni dagli Dei lo ha infatti trasformato in un essere assetato di sangue e vendetta, fino a diventare egli stesso una divinità. Agli sviluppatori di Santa Monica va riconosciuto il fatto di aver creato quello che può essere definito il migliore hack ‘n slash di tutti i tempi;
  • La saga di Prince of Persia: Gli sviluppatori canadesi di Ubisoft hanno creato una saga “senza tempo“, i giochi narrano le avventure di un giovane Principe persiano, che durante il primo capitolo verrà in possesso del potentissimo pugnale del tempo, in grado di sottomettere il tempo alla volontà di chi lo impugna. Dopo aver capito la pericolosità dell’arma, combatterà terribili mostri sabbiosi e il Visir per riconsegnare il pugnale a Farah (custode del pugnale). Il secondo Capitolo (Spirito Guerriero) vedrà il Principe tentare di fuggire dal Dahaka, una bestia leggendaria che ha il compito di Guardiano del Tempo. In questo viaggio il Principe tenterà di evitare la creazione delle sabbie, ma non sarà affatto facile. L’ultimo capitolo, chiamato “I due troni“, vedrà il nostro caro protagonista fare ritorno a Babilonia, ma gli avvenimenti del titolo precedente hanno cancellato quelli del primo capitolo, quindi il cattivo Visir ha in suo possesso tutti gli oggetti del tempo. Stavolta anche il Principe dovrà fare i conti con la sabbia, infatti la stessa scatenerà in lui la sua parte più oscura;
  • Grand Theft Auto San Andreas: E’ il capitolo di GTA più famoso e venduto di sempre che vede Carl Johnson (aka CJ) affrontare una guerra tra bande. Il gioco è ancora oggi considerato un caposaldo per la serie.
  • La saga di Dragon Ball Budokai Tenkaichi: Questo titolo dedicato a Goku e alla allegra compagnia nata dalla mente di Akira Toriyama è stato in qualche modo il primo passo di Bandai Namco nella creazione di picchiaduro basati sugli anime di maggior successo. Quanti Joypad distrutti…
  • Splinter Cell: Ubisoft ha visto durante la sesta generazione di console un successo impressionante grazie a numerose nuove IP, Splinter Cell di Tom Clancy è stata fautrice di questo successo. Infatti le avventure spionistiche di Sam Fisher all’interno di Third Echelon sono state letteralmente epiche e ricche di colpi di sorpresa, niente effetti speciali alla Mission Impossible o segretezza alla James Bond, Fisher è un vero agente segreto sul campo, rendendo il gioco uno stealth game in piena regola.
  • Tekken Tag Tournament: La gradita novità del combattimento di coppia ha fornito a Tekken quel brio in più che mancava, il tutto condito a puntino con le tragiche e misteriose vicende della famiglia Mishima.
  • Kingdom Hearts: Visto il terzo capitolo in arrivo, non possiamo non parlare dell’insolita accoppiata Square Enix e Disney. Questa unione ha portato sui nostri televisori le avventure del giovane Sora a cui improvvisamente viene consegnato il destino del Mondo, grazie anche al possesso del Keyblade (una chiave che funge anche da spada, comodo no?) durante questa durissima avventura, il nostro portagonista verrà accompagnato da due guardaspalle d’eccezione: Pippo e Paperino. Infatti, il gioco racchiude i regni ispirati dalla magica matita di Walt Disney. Un capolavoro senza tempo.

Lo so, lo so, ho dimenticato milioni di milioni di titoli, ma le dita stanno implorando pietà, quindi lascio a voi lettori il compito di dirci quali sono i giochi di questa console che più avete amato, fatecelo sapere commentando il post sulla nostra pagina Facebook.

Conclusioni

Questa console attraverso una line-up di titoli pressoché smisurata unitamente alla creazione di un sistema multimediale a tutto tondo è riuscita a sbaragliare quella poca concorrenza che derivava da GameCube e Xbox, facendo così diventare Sony un vero e proprio colosso in grado di monopolizzare l’industry.

Criterion 10

    Rispondi