Dragon Age 4: la gerarchia sociale dell’Impero di Tevinter

Come annunciato ai TGA 2020, BioWare ed Electronic Arts sono al lavoro su un nuovo capitolo della serie Dragon Age. La serie ha ottenuto un grande successo, con i suoi primi tre episodi, anche grazie alla profonda e dettagliata ambientazione fantasy che vi fa da sfondo, il mondo di Thedas. E alla succosa e approfondita “lore” che caratterizza l’intero contesto.

Dragon Age 4 e la complessa struttura sociale di Tevinter

In questo speciale ci si occupa di approfondire tutto quanto si sa sulla gerarchia sociale di Tevinter, una delle nazioni umane più importanti dell’ambientazione, che verrà esplorata approfonditamente per la prima volta in Dragon Age 4, pur essendo un luogo già noto dalle precedenti incarnazioni della serie.

Di seguito verranno esaminate la gerarchia sociale e le classi di questa nazione, così come sono note al momento. Chi volesse prepararsi a fare il suo ingresso in questa longeva saga con il quarto episodio, ma anche chi sentisse di necessitare di un ripasso dopo aver giocato i primi tre, non avrà che da mettersi comodo in taverna, riscaldandosi accanto al fuoco mentre un solitario bardo racconterà con la sua umile voce le usanze e i costumi di terre lontane… che il racconto abbia inizio!

BioWare

Dragon Age 4: l’Impero di Tevinter

Dragon Age 4 vedrà i giocatori visitare l’Impero di Tevinter per la prima volta, anche se questa nazione ha già rivestito un ruolo importante sia nella lore che nelle trame dei giochi pubblicati finora. Anche se si tratta di una nazione umana, probabilmente costituirà una delle nazioni più alienanti e dal sapore “straniero” mai viste fin qui nella serie.

L’Impero di Tevinter ha caratteristiche che lo rendono assolutamente unico tra le nazioni umane di Thedas. E’ famoso principalmente per essere l’unica nazione umana che ancora pratica la schiavitù. Oltre ad essere l’unica ad avere una classe aristocratica fondata sulla magia. A giudicare da quello che si sa dalla lore, comunque, la realtà della gerarchia sociale di Tevinter, così come verrà descritta in Dragon Age 4, sarà molto più complicata di così.


L’aristocrazia di Tevinter

L’aristocrazia di Tevinter è famosa per un motivo ben preciso. Anche se in Dragon Age: Origins scegliere di giocare un mago impediva radicalmente al giocatore di far parte della nobiltà, l’aristocrazia di Tevinter è composta esclusivamente da maghi. Malgrado questo, non tutti i maghi sono alla pari.

Ci sono tre gruppi ben distinti nella classe sociale superiore dei maghi. Il gruppo che rivesta la posizione più elevata è quello degli Altus. Questi maghi sono i presunti discendenti dei “Sognatori“, i maghe che gettarono le fondamenta stesse dell’Impero di Tevinter e quelli il cui studio e la profonda esplorazione della magia permisero loro di trasformarlo nella potentissima nazione che è diventato all’epoca degli eventi di Dragon Age 4.

Dragon Age 4

Di solito gli Altus nascono con un profondo ed innato dono per la magia e appartengono a un’elite molto ristretta delle famiglie più antiche di Tevinter. Sono sempre stati una forza politica molto radicata fin dalla nascita dell’impero e hanno il completo controllo sul Magisterium. Il Magisterium è la più alta casata del governo di Tevinter e ha anche la facoltà di designare un nuovo Arconte se quello precedente dovesse morire senza lasciare eredi.

Il secondo gruppo, immediatamente al di sotto degli Altus è quello dei Laetan. Anch’essi hanno forti dinastie e discendenze di sangue che li legano alla magia da generazioni, ma non tutti possono far risalire le proprie origini ai “Sognatori“. Gli Altus li disprezzano apertamente e quando l’Arconte Tidarion divenne il primo Arconte appartenente alla fazione Laetan, questo scatenò una guerra civile durata settant’anni. La guerra terminò nell’anno -620 dell’Antichità, quando ai Laetan furono assegnati tre seggi nel Magisterium. Fin da allora, un Arconte su tre appartiene alla classe Laetan.

La parte più bassa dell’aristocrazia è costituita dai Praeteri. Questi sono maghi appartenenti alle famiglie di ceto più basso, che sono stati introdotti nella classe altolocata quando si è scoperto che avevano un alto potenziale magico. Per molte famiglie di Tevinter, dare alla luce un figlio con un alto potenziale magico equivale a un facile biglietto d’ingresso per l’aristocrazia, anche se non deve sorprendere che i Praeteri vengano guardati dall’alto in basso sia dagli Altus che dai Laetan. Se una famiglia Praeteri riesce a mantenere una dinastia di carattere magico per molte generazioni di seguito, allora viene inserita a buon diritto nella classe Laetan: tuttavia questo evento si verifica molto difficilmente.


Dragon Age 4

Queste tre sottoclassi dell’aristocrazia sono così avvinghiate tra loro nelle lotte politiche e di supremazia, che quasi non si accorgono delle minacce esterne che incombono sull’impero dall’esterno, nemmeno quando sono consistenti come quella rappresentata dai Qunari di Par Vollen.

Sono piuttosto diffusi gli scandali e, dato che per la maggior parte del temo le famiglie sono impegnate a dimostrare al mondo il proprio valore (o l’altrui inadeguatezza), le politiche di corte all’interno dell’Impero sono molto esposte alle macchinazioni e agli intrighi.


I Soporati

I soporati, o “dormienti”, sono i cittadini di Tevinter che non possiedono la magia. Questi cittadini costituiscono la stragrande maggioranza, con numeri che mettono chiaramente in ombra la ristretta cerchia di quelli che compongono la classe più agiata dell’Impero. Tra i Soporati trovano posto i mercanti, i legionari, gli impiegati cittadini e gli esattori delle tasse. In Dragon Age: Origins si legge addirittura, in un libro, che i Soporati “sono una classe così infestata dalla povertà da poter trascinare a fondo qualunque nazione di Thedas“.

Tra i membri di questa classe trovano spazio anche i cosiddetti “Praesumptor“, un gruppo di ladri che godono, però, di un enorme rispetto e considerazione. Tra le immagini pubblicate finora per Dragon Age 4, ce ne sono diverse che ritraggono un figuro losco e incappucciato, che si nasconde per le strade o si aggira sui tetti. Ciò fa immaginare che i Praesumptor potrebbero avere un ruolo centrale nella trama di Dragon Age 4, specie se il giocatore dovesse decidere di far parte dei Soporati.


Gli schiavi

In fondo alla gerarchia sociale di Tevinter ci sono gli schiavi. Come per tutte le classi sociali di Tevinter, comunque, persino tra gli schiavi esistono delle distinzioni. In cima ci sono i Liberati, schiavi che lavorano come servitori dei Magister di Tevinter oppure nelle campagne o nelle botteghe artigianali. Al di sotto dei Liberati ci sono i Servus Publicus, dei quali viene detto solo che “svolgono lavori che i cittadini normali non farebbero mai“.

Nella classe degli schiavi trovano posto elementi di tutte le razze, anche se tra queste la più nota sono gli elfi. Molti degli schiavi di Tevinter, inoltre, sono seguaci del Qun. Durante le “Guerre Qunari”, quando i Qunari presero il controllo della maggior parte dell’Impero, molti schiavi videro il Qun come un percorso di liberazione. Anche se i Qunari stessi erano stati cacciati dalla maggior parte di Thedas e confinati a Par Vollen, le classi dirigenti dell’Impero continuarono a temere che il Qun si diffondesse e portasse la classe degli schiavi a unirsi ed organizzarsi.

Ironicamente, uno dei testi Genitivi descrive le classi sociali di Tevinter come il “sistema meno rigido e più meritocratico di tutta Thedas“. E anche se può sembrare un’affermazione molto contraddittoria, per molti versi è veritiera. Mentre in posti come Ferelden e Orlais lo status nobiliare viene deciso unicamente dalla discendenza e dai titoli ereditati, le classi sociali dell’Impero sembrano essere molto più flessibili. Un mago nato in una famiglia dei ceti bassi, ma persino uno schiavo, può comunque elevarsi alle vette dell’aristocrazia magica.


Mobilità sociale e le fazioni di Tevinter

Anche se i cittadini non maghi di Tevinter non potranno mai aspirare a diventare Magister, le divisioni all’interno delle singole classi consentono comunque un certo grado di “mobilità sociale”. Un Soporato può diventare un Praesumptor, ad esempio. Mentre un Servus Publicus può diventare un Liberato. È plausibile che la flessibilità di questo sistema sia una delle ragioni per cui la gerarchia sociale di Tevinter è durata così a lungo, specialmente comprendendo la pratica della schiavitù. Con un sistema che incita l’accesa competizione tra le classi, Tevinter è stata in grado di reagire a molti tentativi fatti nel tempo per rovesciare completamente la sua struttura sociale.

Tutto questo rende molto interessanti alcune questioni che certamente si porranno in Dragon Age 4. Di quale classe farà parte il protagonista? Quali le opportunità di passare da una classe sociale all’altra o di affiliarsi e collaborare con questi diversificati gruppi se il protagonista sarà originario di Tevinter o si troverà comunque ad interagire profondamente con la sua struttura sociale? In che modo l’esperienza differirà se si decide di giocare un mago, piuttosto che un ladro o un guerriero?

Dragon Age 4

In attesa che BioWare ed Electronic Arts elargiscano ulteriori informazioni su Dragon Age 4, sulle sue dinamiche di gameplay e sulla data di uscita, questo genere di approfondimenti aiuteranno comunque a mantenersi aggiornati e porsi le domande giuste in vista dell’uscita del gioco, non perdendo di vista la variegata ed approfondita ambientazione fantasy del mondo di Thedas.

Dragon Age 4 dovrebbe uscire approssimativamente nel 2022 in multipiattaforma. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito ufficiale.

Alessandro "Arcangelo" Verso
Dopo aver attraversato l'Abisso come Raziel ed esserne uscito molto più forte (ma anche più brutto) di prima, ha ripreso la sua passione per i videogiochi a 360°: giocare, commentare, scrivere. PCista convinto, si addentra sempre con cautela in una "Next Gen" di console.

Rispondi

Ultimi articoli

Articoli che potrebbero interessarti