Google lancia Knol l’enciclopedia online stile Wikipedia

Il nuovo servizio lanciato da Google si chiamerà Knol e avrà la stessa missione di Wikipedia: diffondere la conoscenza.

Knol

Sul blog ufficiale di Google, Udi Manber, VP Engeneering del colosso di Mountain View, ha postato un articolo dal titolo “Encouraging people to contribute knowledge” con il quale annuncia una nuova enciclopedia online destinata a far concorrenza a Wikipedia.

Il nuovo servizio si chiamerà Knol (abbreviazione di “Knowledge”) e avrà il compito di diffondere più e meglio di Wikipedia la conoscenza online. A differenza di quest’ultima però, Knol, avrà un differente sistema per l’inserimento dei record nel database; le voci inserite, infatti, non saranno più anonime e modificabili ad libitum da qualsiasi utente, ma avranno un redattore a cui sarà collegata una scheda di presentazione e a cui dovrà essere richiesta l’autorizzazione in caso di modifica.

Questa caratteristica, secondo Google, dovrebbe premiare gli utenti che impegnano il proprio sapere nella costruzione di un’enciclopedia universale e invogliarli nello scrivere sempre più perchè “Ci sono milioni di spersone che hanno conoscenze utili e che hanno voglia di condividerle. L’idea-chiave è di mettere in luce gli autori, perché conoscere il nome di chi ha scritto un determinato pezzo aiuterà anche gli altri che ne usufruiscono”.

Non la pensa così però Jimmy Wales fondatore di Wikipedia, in quanto, gli aritcoli, puntando tutto sulla competizione tra utenti, alla fine potrebbero mancare di equilibrio.

In realtà, il vero pericolo è quello di ritrovarsi più documenti relativi ad una stessa voce, frustrando l’utilità di un’enciclopedia online e riportando tutto a livello di motore di ricerca, dove, digitando una query si ottengono diversi risultati divisi per autore sullo stesso argomento. Google evidentemente non la pensa così e dal motore di ricerca più utilizzato al mondo è facile ricevere sorprese.

Intanto possiamo solo aggiungere che il servizio è in fase di sperimentazione e che per accedervi è necessario essere invitati, ma molto presto, probabilmente nel corso del 2008, sarà disponibile per tutti.

Se questo articolo vi è piaciuto, supportateci iscrivendovi ai nostri social:
YouTube
Telegram
Facebook
Gruppo Facebook
Twitch
Twitter
Instagram

Carmine Iovino
Carmine Iovino
In rete: TUTTOLOGO // Appassionato di Videogames e NERD tourettico // Nella vita: Avvocato Penalista

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles