Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere, chi è Lo Straniero?

Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere è disponibile su Amazon Prime Video con i primi due episodi. Le prime due ore di questa stagione hanno introdotto la serie in modo eccellente e presentato una lunga schiera di personaggi. Tra questi, il più misterioso è senza dubbio Lo Straniero. Come abbiamo avuto modo di vedere già dai trailer, questo uomo misterioso arriva nella Terra di Mezzo letteralmente precipitando al suolo all’interno di una meteora.

La sua identità rimane sconosciuta ma, durante i primi due episodi, abbiamo raccolto qualche informazione in più. Il personaggio, infatti, ha perso la memoria ed è in cerca di qualcosa che non riesce ad esprimere e che, probabilmente, si nasconde dietro una specifica costellazione. Inoltre, Lo Straniero è sicuramente dotato di poteri sovraumani dall’impatto potenzialmente devastante.

Gli indizi sono decisamente pochi e le ipotesi possibili sono ancora molte, tuttavia, cercheremo di restringere il campo a tre possibilità che sembrano più o meno plausibili. Queste si articolano intorno al fatto che Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere non ha ancora chiarito se Lo Straniero sia un eroe, un villain o un personaggio neutro.

Potrebbero interessarvi anche i seguenti articoli:

Gli Istari

L’ipotesi più suggestiva è senza dubbio che Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere mostri uno degli Istari all’interno del suo cast. Si tratta di un gruppo di cinque stregoni dai poteri quasi divini che vivono insieme ai Valar. Tra loro, i più noti sono certamente Gandalf, Saruman e Radagast.

Sebbene Radagast sia potenzialmente il più esplorabile dei tre, dato che anche Tolkien ha scritto molto poco sul suo conto, l’ipotesi più suggestiva è che Lo Straniero sia proprio Gandalf. Tuttavia, questo sembra poco probabile dal momento che lo Stregone è giunto nella Terra di Mezzo nella terza era per sconfiggere Sauron. Potrebbe dunque trattarsi di una versione giovanissima di Gandalf ma sarebbe piuttosto problematico da inserire nella narrazione canonica.

Un indizio in questo senso viene dal fatto che i primi due personaggi che Lo Straniero incontra in Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere sono Nori e Poppy, due Pelopiedi che ricordano da vicino Sam e Frodo. Sarebbe un richiamo piuttosto citofonato e non facile da inserire nella narrazione, tuttavia, sembra l’ipotesi più semplice relativa al personaggio.

Se non vogliamo distaccarci dall’idea che Lo Straniero sia un eroe, delle piste più sensate e meno problematiche sono relative ai due Stregoni Blu. Si tratta dei primi Istari a giungere nella Terra di Mezzo: Alatar e Pallando. Secondo alcune note di Tolkien, infatti, questi Stregoni sarebbero giunti nella Terra di Mezzo già nel corso della seconda era. Inoltre, sappiamo che viaggiarono insieme e, di conseguenza, se si trattasse veramente di uno dei due, è lecito aspettarsi la comparsa anche di un secondo Straniero.

Sauron

Non è mai stato un segreto, il Signore Oscuro è in agguato e pronto a colpire. Alcuni personaggi sono già consapevoli della sua presenza e ne hanno sperimentato la violenza e il fascino. Tuttavia, non è ancora chiaro il modo in cui Sauron sarà presentato all’interno di Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere. Sicuramente, l’idea di tenerlo in bella mostra già dal primo episodio è affascinante sia per gli sceneggiatori che per gli spettatori.

Ad ogni modo, l’ipotesi che Lo Straniero sia proprio Sauron sembra piuttosto percorribile. Il personaggio, secondo gli scritti di Tolkien, è infatti in grado di mutare il proprio aspetto. Questo renderebbe possibile una sua trasformazione in un uomo con capelli e barba lunghi e bianchi. Inoltre, nel primo episodio di Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere, Lo Straniero viene mostrato per la prima volta al centro di un cratere pieno di fuoco. Le fiamme che lo circondano e la sua posizione al centro di questo cerchio, ricordano vagamente l’iconico occhio che scruta in cerca dell’anello del potere.

Infine, un indizio nascosto all’interno del primo episodio potrebbe avvalorare questa tesi. Nel momento in cui Galadriel e i suoi compagni arrivano all’interno di uno degli avamposti degli orchi, infatti, uno di loro teme di aver perso sensibilità alle mani. L’elfa, invece, spiega che il male presente in quel luogo è in grado di risucchiare anche il calore delle torce.

Allo stesso modo, quando Nori entra nel cratere per avvicinarsi a Lo Straniero, le fiamme non la ustionano e sono prive di calore. Ciò potrebbe indicare che il personaggio è uno dei cattivi di Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere. In quel caso, l’idea che si tratti proprio di Sauron sarebbe più che percorribile.

Altri personaggi

Le prime due ipotesi sono decisamente valide e sembrano le più percorribili, senza scomodare personaggi troppo “grandi” all’interno della lore tolkieniana come Tom Bombadill, Eru Iluvatar o lo stesso Morgoth. Tuttavia, è possibile che gli sceneggiatori, come fatto con altri protagonisti come Nori, abbiano deciso di creare un nuovo personaggio in Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere.

Questa possibilità non sembra così remota, dal momento che Amazon non possiede la totalità dei diritti sugli scritti di Tolkien. La trama si sviluppa sull’appendice di Il Signore degli Anelli: La Compagnia dell’Anello, nella quale lo scrittore ha preso molti appunti su eventi e personaggi accaduti prima che la missione degli Hobbit iniziasse. Tuttavia, gli autori non possono utilizzare ogni personaggio menzionato da Tolkien senza rischiare di violare i diritti d’autore.

In questo caso, le ipotesi più credibili vedono Lo Straniero come un nuovo Istari o comunque come un personaggio in grado di battersi contro il male. Tuttavia, la problematica maggiore di una scelta simile sarebbe legata alla costruzione di tutto questo mistero dietro Lo Straniero. Infatti, a livello di trama, introdurre un nuovo personaggio non presente negli scritti di Tolkien e coprirlo di mistero rischia di causare grande delusione nei fan.

Continueremo a raccogliere informazioni su Lo Straniero di Il Signore degli Anelli: Gli Anelli del Potere nel corso dei prossimi sei episodi della prima stagione. Nel frattempo, vi rimandiamo alla nostra recensione delle prime due ore e alla guida alla visione nella quale troverete molte informazioni interessanti sulla nuova serie Amazon.

Se questo articolo vi è piaciuto, supportateci iscrivendovi ai nostri social:
YouTube
Telegram
Facebook
Gruppo Facebook
Twitch
Twitter
Instagram

Antonio Rodofile
Antonio Rodofile
Già da prima di imparare a scrivere, i miei genitori mi hanno messo un pad tra le mani. Quel pad, nel corso degli anni, ha cambiato forma, dimensioni, peso ma la passione è rimasta invariata. Dopo tanti anni di studi tra media, cinema e videogiochi, sono sbarcato un po' per caso e un po' per destino nella critica videoludica che concilia le mie due più grandi passioni: scrivere e giocare.

3 Commenti

  1. Io credo che sia Gandalf per esclusione. Dei due stregoni blu si perde ogni traccia, nemmeno Gandalf sa qualcosa sul loro conto, questo mi fa pensare che non abbiamo compiuto gesta degne di nota (ma Nori ribadisce più volte che secondo lei lo straniero è importante, e l’unico personaggio importante per gli Hobbit è proprio Gandalf, che li conosce e li ama così tanto). Saruman e radagast praticamente sembrano non aver mai visto un Hobbit in vita loro. Sauron era già arrivato, e aveva già fatto guerra con gli elfi. L’unico sensato rimane Gandalf, anche se arriva più tardi nei libri.

  2. Esatto, l’ipotesi più logica stando all’aspetto estetico e agli atteggiamenti nei confronti degli Hobbit sembra quella di Gandalf. Non sottovaluterei nemmeno la possibilità che si tratti di un personaggio inventato di sana pianta dagli sceneggiatori, darebbe molte liberà narrative in più rispetto a quanto scritto nei libri. Il grande problema con Gandalf rimarrebbe quello cronologico e il giustificare il suo arrivo dentro un meteorite.

Rispondi

Latest articles

Related articles