Micron rilascia la prima microSD da 1,5 TB e memoria automobilistica certificata per la sicurezza funzionale

Norimberga, Germania, 21 giugno 2022Embedded World – Micron Technology, Inc. (Nasdaq: MU) oggi ha annunciato l’estensione del proprio portfolio di prodotti integrati e delle partnership di ecosistema, per offrire potenti soluzioni ottimizzate per le complesse richieste di memoria e archiviazione dell’intelligent edge. L’azienda sta offrendo in prova ai propri clienti la scheda microSD più capiente del mondo, la i400, che offre una densità senza precedenti di 1,5 terabyte (TB). Questa scheda è progettata per la sicurezza video di livello industriale e può contare sulla prima NAND 3D a 176 strati del mondo, anch’essa lanciata da Micron. Per fornire nel modo migliore le proprie soluzioni resistenti e ad alte prestazioni all’interno del mercato industriale, Micron sta aggiungendo partner al suo programma dedicato Industrial Quotient (IQ). Inoltre, l’azienda ha annunciato di aver ricevuto la prima certificazione dell’Organizzazione internazionale per la normazione (ISO) 26262 sul livello di integrità della sicurezza automobilistica (ASIL) D, per la sua memoria DRAM a basso consumo e doppia velocità 5 (LPDDR5), che si appoggia sul suo nodo 1α (1-alpha), nuovo per il mercato. Con le applicazioni dei sistemi avanzati di assistenza alla guida (ADAS) di nuova generazione che richiedono livelli sempre più alti di autonomia e sicurezza, questa certificazione comprova che l’LPDDR5 di Micron soddisfa severi standard di sicurezza funzionale e le permette di favorire l’innovazione che garantirà completa autonomia nei veicoli intelligenti.

Con il confluire del 5G, dell’intelligenza artificiale (IA) e dell’internet of things (Internet delle cose – IoT), il mondo sta vivendo un boom dei dispositivi che si trovano nei veicoli autonomi, nella sicurezza video, nelle fabbriche smart, nelle infrastrutture energetiche, nella robotica, nel trasporto industriale, nella sanità e in altri settori.

ABI Research prevede che ci saranno 25 miliardi di dispositivi collegati all’IoT entro il 2026, ciascuno dei quali genererà enormi quantità di dati fondamentali. Questi dati dovranno essere sempre più archiviati, gestiti e analizzati nell’edge, dove sono stati creati, per ottenere informazioni fruibili in tempo reale. Facilitare queste attività richiede una memoria e uno spazio di archiviazione di livello industriale, in grado di processare grandi set di dati in condizioni estreme, dalle alte temperature, fino agli urti e alle vibrazioni.

“Con i dispositivi edge che generano informazioni fondamentali per tutto, dalla sicurezza pubblica all’autonomia del veicolo e fino alle operazioni di produzione, le applicazioni smart di oggi non possono permettersi di scendere a compromessi su fattori come latenza e qualità”, dice Kris Baxter, vice presidente e general manager della Embedded Business Unit di Micron. “Le ultime soluzioni migliorate e ad alte prestazioni di Micron (la nostra microSD i400 per la sicurezza video e l’LPDDR5 automobilistica certificata ASIL D) daranno nuovo valore alle attività e porteranno nell’intelligent edge la rapida innovazione di cui c’è bisogno.”

Queste soluzioni generano più valore per le imprese nell’intelligent edge con funzioni di proprietà sviluppate specificamente per le applicazioni industriali. A differenza della memoria e spazio di archiviazione di livello consumer, che possono funzionare male in ambienti industriali e provocare gravi perdite di dati od operazioni interrotte, i400 e LPDDR5 automobilistica di Micron sono state progettate su misura per offrire la durata e l’affidabilità necessarie per accelerare l’innovazione e ricavare il maggior valore possibile nell’edge.

La prima microSD da 1,5 TB del mondo fornisce spazio di archiviazione industriale per la sicurezza video migliorata da IA.

Con la crescente domanda di sicurezza video in tempo reale, si prevede che il mercato dei protocolli Internet per la videosorveglianza e la videosorveglianza come servizio (video security-as-a-service, VSaaS) varrà 83 miliardi di dollari nel 2030. La flotta di telecamere dash, l’home security smart, le telecamere dei corpi di polizia e quelle nelle fabbriche con IA necessitano di uno spazio di archiviazione in grado di gestire dati complessi. Come microSD dalla capacità più grande del mondo, la i400 di Micron è perfetta per l’archiviazione video dell’edge e l’installazione di ibridi VSaaS.

La densità sostanziale di 1,5 TB può archiviare fino a quattro mesi o 120 giorni di videosorveglianza localmente, dando agli utenti la possibilità di ottimizzare quali devono essere archiviati nel cloud. La grande capacità elimina il bisogno costante di caricare i dati sul cloud per una archiviazione di base, processo che sperpera la larghezza di banda della rete e le spese operative.

black and white cctv cameras
Photo by Thomas Windisch on Pexels.com

Le piccole attività che cercano di ridurre le spese eccessive della larghezza di banda o dei siti remoti, come la connettività ridotta sulle navi cargo o sulle piattaforme petrolifere, possono invece caricare i dati sul cloud come backup e contare al contempo tutti i giorni sull’archiviazione i400 nell’edge. Avere l’archiviazione principale nell’edge consente di fare analisi con IA in tempo reale e di prendere decisioni più rapidamente tramite le telecamere smart.

Questa velocità diventa ancor più cruciale se si tratta di decisioni prese dalle forze dell’ordine, nella salute pubblica o nell’ambito della sicurezza.

A differenza della maggior parte delle schede che ci sono sul mercato, di livello consumer e con una limitata capacità di scrittura, la i400 è progettata per la videosorveglianza e presenta funzionalità quali:

  • Cinque anni di registrazioni di alta qualità continue, 24/7
  • Capacità di gestire contemporaneamente la registrazione video 4K e fino a otto eventi AI al secondo, come il rilevamento e la classificazione di oggetti come targa o riconoscimento facciale
  • Due milioni di ore per il tempo medio di guasto

Micron sta offrendo in prova l’i400 ai clienti, tra cui Verkada, un provider di sicurezza degli edifici aziendali gestito dal cloud. Verkada protegge oltre 12.000 organizzazioni, tra cui 43 delle Fortune 500, con le sue telecamere intelligenti e di recente ha donato telecamere a imprese di proprietà di asiatici americani che desiderano una maggiore sicurezza per far fronte all’aumento dei crimini d’odio contro gli asiatici, che sono aumentati del 339% negli Stati Uniti lo scorso anno.

two gray cctv cameras on wall
Photo by Mateusz Chodakowski on Pexels.com

“L’archiviazione di livello industriale di Micron è fondamentale per aiutarci a proteggere i nostri clienti e le comunità, dalle scuole alle grandi imprese, soddisfacendo i requisiti più esigenti in materia di conservazione e sicurezza dei video”, ha dichiarato Raj Misra, vicepresidente dell’ingegneria hardware di Verkada.

“L’ultima soluzione i400 garantirà un’ulteriore tranquillità, consentendo una maggiore archiviazione video e una più rapida analisi AI all’interno della telecamera, cruciale nei momenti di crisi in cui il tempo di risposta è fondamentale”.

Micron ottiene la prima certificazione ISO 26262 ASIL D per LPDDR5 al mondo

I veicoli dotati di ADAS eseguono oggi oltre 100 milioni di righe di codice e richiedono centinaia di tera di operazioni al secondo, rivaleggiando con il calcolo dei data center. Gartner® prevede che il mercato mondiale delle memorie per autoveicoli installate in fabbrica crescerà fino a quasi 15 miliardi di dollari nel 2026, quadruplicando rispetto ai 3,3 miliardi di dollari dell’anno scorso.[1] Allo stesso tempo, le case automobilistiche devono rispettare rigorosi standard di sicurezza funzionale per i sistemi elettronici. Una memoria affidabile e ad alte prestazioni è indispensabile per alimentare in modo affidabile applicazioni critiche per la sicurezza come il cruise control adattivo, l’avviso di deviazione dalla corsia e il rilevamento degli angoli ciechi. È anche la cruciale per sbloccare le tecnologie ADAS come i parcheggiatori autonomi e il ridesharing, il radar con immagini digitali 4D e le esperienze a mani libere che spianeranno la strada alla piena autonomia di Level 5.


 [1]Gartner, Database delle previsioni sui semiconduttori e l’elettronica, in tutto il mondo, aggiornamento 1Q22

pexels-photo-533562.jpeg
Photo by Pixabay on Pexels.com

Soddisfacendo queste esigenze, la memoria LPDDR5 per autoveicoli di Micron è ora certificata da exida, un rinomato esperto di sicurezza automobilistica, per il livello di integrità della sicurezza più rigoroso, ASIL D, secondo ISO 26262. Le alte prestazioni, l’efficienza energetica e la bassa latenza di LPDDR5 forniscono anche headroom per stare al passo con i crescenti requisiti di larghezza di banda dei sistemi automobilistici di nuova generazione. Ora in produzione di massa nelle densità di 48 e 96 gigabit, LPDDR5 di Micron offre:

  • Caratteristiche di sicurezza proprietarie su chip, comprese le capacità di rilevare e notificare il sistema di guasti hardware sistematici e casuali, in modo che il veicolo possa reagire e rispondere in modo intelligente
  • Fino al 50% di aumento della velocità di accesso ai dati, consentendo un processo decisionale quasi istantaneo dai molteplici sensori e input dei veicoli intelligenti, come radar, lidar, imaging ad alta risoluzione, rete 5G e riconoscimento ottico delle immagini
  • Oltre il 30% di miglioramento dell’efficienza energetica, riducendo al minimo il consumo di energia per i veicoli elettrici e convenzionali e con conseguente trasporto più ecologico, a lungo raggio con emissioni inferiori

Sebbene lo standard ISO 26262 non richieda esplicitamente che la memoria sia conforme ad ASIL oggi, Micron ha fatto il possibile per ottenere questa prima certificazione del settore e progettare le sue caratteristiche di sicurezza proprietarie su chip, riconoscendo quanto sia critica la memoria per le applicazioni di sicurezza.

Queste capacità uniche riducono significativamente l’onere per le case automobilistiche riducendo al minimo la loro necessità di assemblare meccanismi aggiuntivi per mitigare il rischio, semplificando così la progettazione del sistema e accelerando il time-to-market. Oltre alla certificazione di prodotto di LPDDR5 per ASIL D, exida ha anche certificato la capacità di processo di Micron di sviluppare qualsiasi prodotto DRAM sincrono secondo i requisiti ISO 26262. Questa capacità consente all’azienda di rilasciare presto soluzioni aggiuntive nel suo portfolio di soluzioni automobilistiche basate su ISO 26262.

Queste certificazioni seguono la Pietra miliare di Micron per il 2021 dell’offrire in prova il primo hardware LPDDR5 del settore valutato per soddisfare i requisiti di idoneità ASIL D e di istituire un ufficio di sicurezza funzionale. L’ufficio è dedicato alla collaborazione con i clienti sui requisiti di memoria per la progettazione di sistemi automobilistici sicuri attraverso i laboratori Micron a Monaco, Detroit, Shanghai, Tokyo e oltre.

man driving a tesla
Photo by Mr Borys on Pexels.com

Il programma per i partner Industrial Quotient di Micron prende piede con nuove aggiunte

A complemento di questi sviluppi, Micron sta aggiungendo i fornitori di moduli embedded ed edge computing congatec e PHYTEC al suo programma partner IQ.

Il programma IQ promuove una stretta collaborazione con i partner dell’ecosistema per produrre soluzioni strettamente allineate ai severi requisiti del mercato industriale in termini di qualità, longevità, robustezza e affidabilità. Queste caratteristiche sono vitali per le implementazioni industriali, come le fabbriche, che necessitano di apparecchiature per funzionare senza intoppi per decenni.

Congatec e PHYTEC progettano e producono rispettivamente computer-on-modules e system-on-modules, utilizzati nella tecnologia medica, nell’automazione industriale, nelle energie rinnovabili, nel settore aerospaziale, nei trasporti e in altri settori. L’aggiunta di queste due società, entrambe con sede in Germania, rende le affidabili soluzioni di memoria e archiviazione di Micron più ampiamente accessibili al mercato industriale e serve meglio il fiorente mercato europeo dell’Industria 4.0.

Arturo D'Apuzzo
Nella vita reale, investigatore dell’incubo, pirata, esploratore di tombe, custode della triforza, sterminatore di locuste, futurologo. In Matrix, avvocato e autore di noiosissime pubblicazioni scientifiche. Divido la mia vita tra la passione per la tecnologia e le aride cartacce.

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles