Nintendo Switch Online, ecco cosa ne pensiamo

Articolo di · 21 Settembre 2018 ·

Un’attesa particolarmente lunga…

Finalmente è arrivato l’atteso Nintendo Switch Online, questo servizio è disponibile sin dallo scorso 19 settembre e porta sulla console ibrida di casa Nintendo alcune interessanti novità.

Partiamo dal fatto però che anche Nintendo ha dovuto cedere alla nuova moda di offrire abbonamenti per i servizi online, per giustificare il costo la casa di Kyoto ha aggiunto alcune features interessanti.

Come effettuare l’acquisto?

Innanzitutto, la prova di 7 giorni che Nintendo offre, sulla falsa riga del PS Plus, è realmente un ottimo banco di prova per testare le potenzialità e le opportunità che questa nuova formula offre.

E se dopo la prova non volete procedere all’acquisto, potrete tranquillamente disattivare il rinnovo automatico, basterà cliccare sulla voce “Verifica lo stato dell’iscrizione nel Nintendo Shop” e vi apparirà il tasto per procedere senza alcun intoppo o trappola.

Se invece avete apprezzato il servizio, l’abbonamento è disponibile nei seguenti tagli:

  • Abbonamento 1 mese: 3,99 €;
  • Abbonamento 3 mesi: 7,99 €;
  • Abbonamento 12 mesi: 19,99 €;
  • Abbonamento Familiare (12 mesi per 8 account massimo): 34,99 €

nintendo switch online abbonamenti - Nintendo Switch Online, ecco cosa ne pensiamo

Altro punto a favore è la possibilità di acquistare il pass utilizzando i propri “punti oro” (se siete esperti di raccolta punti, saprete bene che il tasso di cambio è tutt’altro che favorevole).

Potete procedere all’acquisto sia tramite il sito Nintendo, sia tramite la vostra console. L’interfaccia e la gestione degli abbonamenti è molto facile ed intuitiva, proprio in pieno “Nintendo Style”.

Ora passiamo al clou, il multiplayer online

La parte più importante dell’offerta di Nintendo Switch Online è per l’appunto dedicata al multiplayer online, che con l’aumentare dell’offerta titoli diverrà la principale motivazione degli abbonamenti.

Da questo punto di vista non è cambiato nulla, a parte l’aggiunta della app esterna per la chat vocale, altre features arriveranno in seguito, l’unica disponibile ad ora riguarda Splatoon 2. Quindi da questo punto di vista Nintendo dovrà lavorare un po’ per guadagnarsi più abbonati.

Tra vecchio e nuovo

Tutti quelli che utilizzeranno il servizio (anche solo in prova), potranno subito scaricare l’applicazione Nintendo Entertainment System – Nintendo Switch Online, quest’ultima vi darà accesso ad un catalogo ricco di vecchie glorie, al momento sono solo 20, ma ci sono capolavori intramontabili da The Legend of Zelda a Donkey Kong, passsando per Dr. Mario.

Questa app non è altro che un contenitore di ROM, molte di esse sono state praticamente trasportate dal NES Mini (filtri, modalità 4:3 e via dicendo). Il retrogamer core storcerà un po’ il naso, ma sarà difficile resistere al fascino dei vecchi giochi a 8 bit.

Per celebrare questa modalità Nintendo ha messo in vendita alla cifra di 59,99€ due controller wireless per il NES al fine di immergersi maggiormente nell’esperienza di gioco.

nintendo switch online controller - Nintendo Switch Online, ecco cosa ne pensiamo

Un punto critico…. il cloud

Nintendo con questo nuovo servizio online ha anche deciso di introdurre i salvataggi su cloud, già sperimentati da Sony e implementati da anni da Microsoft.

Questa gradita funzionalità ha però due limitazioni veramente fastidiose, la prima è il fatto che non tutti i titoli supporteranno tale feature e la seconda è che Nintendo cancellerà i vostri salvataggi su nuvola allo scadere dell’abbonamento, qualora non aveste già provveduto al rinnovo.

nintendo switch online cloud - Nintendo Switch Online, ecco cosa ne pensiamo

Conclusioni

Il mercato ha dettato le regole e ormai molti sono obbligati a seguirle, per un po’ la grande N ha resisto in maniera stoica, ma l’online ha dei costi, quindi anche i più refrattari hanno optato per la soluzione già adottati da altri.

Il servizio nonostante tutto deve ancora crescere, si vede che Nintendo sta aspettando un incremento dell’utenza e dei conseguenti abbonamenti.

Personalmente, ho apprezzato la scelta di inserire i grandi classici del NES, è sempre bello poter giocare a dei titoli che hanno segnato la nostra infanzia. Tenendo inoltre presente che la stessa Nintendo ha reso disponibile i medesimi titoli in precedenza con il NES Mini (ad un costo maggiore), quindi se non avete speso i vostri danari per la mini console, 19,99€ sono un prezzo più che modesto.

Criterion 10

    Rispondi