Oddworld: Soulstorm, alla scoperta dei finali multipli e del miglioramento del punteggio Quarma

Articolo di · 6 Aprile 2021 ·

Da oggi è disponibile Oddworld Soulstorm che, come si è detto in precedenza, fa parte dei giochi PlayStation Plus di aprile 2021. Il gioco è disponibile per PS4, PS5 e PC tramite Epic Games Store. I possessori della versione PS4 avranno accesso gratuitamente anche a quella per PS5.

In un lungo post sul PlayStation Blog, Lorne Lanning, co-fondatore e Creative Director di Oddworld Inhabitants ha condiviso alcune riflessioni sulla sua visione del gioco e qualche “dritta” per i giocatori.

Per cominciare, ha spiegato che Oddworld: Soulstorm non è un remake nel senso tradizionale del termine. Rappresenta, più che altro, il coronamento di una visione per un seguito delle avventure di Abe che, a causa dei ristretti tempi di lavorazione, non era stata pienamente soddisfatta con Oddworld: Abe’s Exoddus.

Lanning dichiara: “avevamo dovuto tagliare e ridurre notevolmente quello che avevamo in mente. E questo faceva di Abe’s Exoddus una storia ed un’esperienza radicalmente diverse da quello che avevamo in mente nella nostra visione di una “pentalogia” su Abe.

Soulstorm è la realizzazione del nostro grande sogno. Un gioco completamente nuovo. E’ il nostro sforzo per creare un secondo episodio per la storia di Abe ancora più profondo e concettualmente disturbante di quanto avessimo in mente tanti anni fa. La storia ha luogo dopo gli eventi di Oddworld New’n’Tasty (rivisitazione del primo episodio, NdR), con Abe che segue il suo destino di salvare i suoi compagni Mudokon dall’oppressione corporativa.

Soulstorm presenta meccaniche di gioco del tutto nuove, tra cui un sistema di recupero risorse e crafting, che consente a Abe di creare oggetti utili e versatili, come delle mine in grado di stordire i nemici.


Oddworld: Soulstorm valorizza i “tanti” più dei “pochi”

Lanning ha sottolineato come cercare di salvare quanti più Mudokon possibile sia una componente importante, anche se non strettamente necessaria al completamento, nei livelli di Oddworld: Soulstorm.

Il giocatore ha libertà di scegliere se e quanti dei piccoli seguaci di Abe salvare, ma dovrà tenere a mente che, a differenza di quanto accadeva nel primo episodio, questi non saranno solo un “peso” da proteggere e salvaguardare fino alla libertà. In Oddworld New’n’Tasty i Mudokon potevano solo seguire Abe o rimanere fermi. In Soulstorm invece, i Mudokon metteranno a disposizione del giocatore l’enorme capacità della “massa” per risolvere situazioni difficili che Abe non potrebbe mai affrontare da solo. I Mudokon potranno fare la guardia, essere disposti in punti strategici dei livelli e tirar fuori anche abilità difensive (e offensive!) per aiutare Abe a fare ciò che gli serve per proseguire.

Con quasi 1400 Mudokon sparsi per tutto il gioco, è importante anche osservare che ci saranno quattro finali diversi e il finale conseguito dipenderà da quanti Mudokon sono stati salvati nel corso dell’intera partita. Il gioco si compone di 17 livelli totali (di cui due segreti) e concorreranno a migliorare il finale quelli in cui si saranno salvati almeno l’80% dei Mudokon.


Classificazione dei finali

  • Peggiore: 80% dei Mudokon salvati in 6 livelli o meno
  • Cattivo: 80% dei Mudokon salvati in 7-11 livelli
  • Buono: 80% dei Mudokon salvati in 12+ livelli
  • Migliore: 80% dei Mudokon salvati in 17 livelli.

Sarà possibile, naturalmente, ritornare a giocare i livelli già completati per salvare più Mudokon e migliorare il “punteggio Quarma”, conseguito in base al numero di Mudokon salvati. Questo, a beneficio dei riconoscimenti guadagnati e anche del finale. Ma Oddworld non sarebbe tale senza un certo livello di sfida e, dunque, nella modalità “Level Select” (che consente, appunto, di rigiocare i livelli in maniera mirata) saranno disponibili i checkpoint in caso di morte, ma nessun salvataggio. Il livello va giocato tutto d’un fiato per rendere effettivi i miglioramenti al punteggio.

Oddworld: Soulstorm

Differenza tra l’esperienza PS4 e quella PS5

Il team si è impegnato per fare in modo che l’esperienza base del gioco su PS4 fosse identica a quella su PS5. Naturalmente, i possessori della nuova console potranno beneficiare non solo di una grafica migliorata, ma anche di funzionalità aggiuntive legate al controller DualSense, che dovrebbero contribuire a stabilire una migliore “connessione emotiva” tra il giocatore e i personaggi. Ad esempio, il battito cardiaco accelerato di Abe nelle situazioni di tensione potrà essere avvertito tramite il feedback aptico e la resistenza dei pulsanti aumenterà in tali circostanze.

Dato che il gioco presenta un elevato grado di sfida sia a livello “manuale” che “mentale”, è disponibile anche la funzionalità “Game Help” di PS5, che consentirà di accedere a una serie di guide, consigli ed aiuti senza che sia necessario uscire dal gioco. E’ possibile accedere a consigli e guide specifici per l’area che si sta affrontando correntemente, senza dover cercare a caso guide su Internet col rischio di incappare in fastidiosi spoiler.

Oddworld: Soulstorm è disponibile per PS4, PS5 e PC tramite Epic Games Store. Ai possessori della versione PS4, fisica o digitale che sia, sarà garantito gratuitamente anche l’accesso alla versione per PS5. Le versioni retail del gioco saranno disponibili a partire dal 6 luglio 2021. Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito ufficiale.

Criterion 10

    Rispondi