Recensione Easy Wireless Charger di CellularLine

Le tecnologie di ricarica wireless ci hanno semplificato tantissimo la vita. Innanzitutto perchè consentono di ricaricare una pluralità di dispositivi senza dover star lì a cambiare cavi continuamente a seconda dello standard utilizzato (sto parlando con te, Apple). In secondo luogo perchè utilizzare caricatori wireless può contribuire ad allungare la vita dei nostri dispositivi; in che modo? chi vi scrive è la seconda volta che manda in assistenza il proprio cellulare per un malfunzionamento della porta USB Type-C, dovuto per lo più alla continua sollecitazione della stessa in fase di carica.

Con la ricarica wireless, il problema è risolto “alla base” è il caso di dire e basta poggiare il dispositivo sulla apposita basetta per procedere alla ricarica: easy no?

Easy Wireless Charger manco a dirlo, è il nome della base di ricarica senza fili entry level di Cellularline.

Confezione e layout

Easy Wireless Charger di Cellularline è una base di ricarica dotata di certificazione Qi e quindi compatibile con tutti i prodotti che supportano tale standard.

La confezione è davvero basic e oltre alla base di ricarica contiene solo un cavo Micro USB da 160cm. Non è incluso un caricabatterie da parete e quindi occorrerà utilizzare quello del vostro cellulare se già se ne possedete uno. Cellularline consiglia un caricabatterie adattivo da almeno 18w per consentire la ricarica fino a 10w, il massimo supportato dalla base stessa. Tuttavia è possibile collegare un alimentatore diverso, il dispositivo funzionerà ugualmente, solo non al massimo delle sue potenzialità.

Easy Wireless Charger di Cellularline

La forma è quadrata, con angoli arrotondati mentre la parte centrale, quella della ricarica, è presente un tappetino in gomma che evita al cellulare di scivolare via. Sul fondo invece la basetta ha dei piedini, sempre in gomma, che la tendono ben salda sulla scrivania. Lo spessore è di appena mezzo centimentro, contro gli 1,8 della soluzione Apple Magsafe, mentre il prezzo di listino è di 29 euro su Amazon.

Easy Wireless Charger di Cellularline

Potenza e tempi di carica

Per avere un’idea della potenza di ricarica, considerate che l’equivalente Apple, l’alimentatore Magsafe, ha una potenza di ricarica fino a 15W di potenza di picco, mentre il Fastcharger di Samsung arriva a 10w. Rispetto alle soluzioni di ricarica cablate si tratta di una potenza di ricarica molto inferiore che si traduce anche in tempi di ricarica più lunghi. Stando a quanto dichiarato dai produttori, tuttavia, questa velocità di carica dovrebbe ridurre al minimo il surriscaldamento e l’usura della batteria.

Per quanto riguarda i tempi di ricarica da zero a 100% questi dipendono anche dal dispositivo utilizzato. Utilizzando ad esempio un dispositivo Apple come iPhone 13, questo si ricaricherà più velocemente utilizzando una soluzione Magsafe ufficiale. Con questa è infatti possibile caricare da zero al 50% iPhone 13 in circa 50 minuti e raggiungere il 100% di carica in circa 2,5-3 ore.

Al contrario, utilizzando un caricabatterie Qi di base come questo Easy Wireless Charger di Cellularline, l‘iPhone si carica ad un massimo di 7,5 watt che corrispondono a circa cinque ore di carica per raggiungere il 100%. Soprattutto con i dispositivi Apple, quindi, la soluzione Magsafe, quest’anno è assolutamente consigliata, grazie ad alcune modifiche implementate da Apple nei suoi nuovi dispositivi (probabilmente magneti più grandi). Il discorso cambia per dispositivi non Apple, in cui le differenze nei tempi di ricarica sono davvero marginali.

La vera differenza nell’utilizzo di un caricatore come questo sta nella possibilità di utilizzarlo indifferentemente con dispositivi di qualsiasi produttore e nella non necessità di utilizzare, qualora disponiate di un dispositivo Apple, una cover Magsafe compatibile. Easy infatti, come tutti i caricatori Qi standard, può funzionare attraverso praticamente qualsiasi custodia sul mercato.

Commento finale

Il punto di forza di questo Easy Wireless Charger dovrebbe essere il prezzo di appena 29 euro contro i 45 della soluzione Apple e i 40 della soluzione Samsung, tuttavia entrambi questi prodotti, a differenza della soluzione Cellularline, sono spesso in sconto ed è possibile trovarli anche allo stesso prezzo di 30 euro o poco più. A questo prezzo è difficile raccomandare ad un Apple user la soluzione Cellularline, viste le differenze prestazionali con Magsafe. Tuttavia, se avete dispositivi di produttori diversi (ad esempio Apple e Samsung) e la vostra intenzione è quella di utilizzare la base per caricare il cellulare quando siete a letto, la differenza nei tempi di ricarica diventa marginale e la possibilità di utilizzare Easy con tutti i dispositivi indipendentemente dall’utilizzo di una cover compatibile, oltre ad un prezzo decisamente più conveniente, diventano un interessante plus.

Arturo D'Apuzzo
Nella vita reale, investigatore dell’incubo, pirata, esploratore di tombe, custode della triforza, sterminatore di locuste, futurologo. In Matrix, avvocato e autore di noiosissime pubblicazioni scientifiche. Divido la mia vita tra la passione per la tecnologia e le aride cartacce.

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles