Recensione GripCase Crystal e JoyGrip: Rechargeable Joy-Con Grip Skull & Co per Nintendo Switch

Articolo di · 10 Settembre 2021 ·

Sebbene Nintendo Switch e la versione Lite siano divenute console molto popolari, presentano entrambe una criticità comune. Infatti, il grip dei due sistemi, quando utilizzati in modalità portatile per le lunghe sessioni di gioco, non è dei migliori. Il fastidio più grande dovuto alla strana impugnatura è rappresentato (almeno per chi vi scrive) dal formicolio che colpisce entrambe le mani dopo poco più di un’ora/ora e mezza di gioco.

Proprio per rimediare a tale annoso problema, svariati produttori di terze parti, hanno iniziato a commercializzare case e grip dedicati a Nintendo Switch che promettono di rendere più confortevole l’esperienza offerta dalla console della grande N. Fra questi vi è Skull & Co; un’azienda cinese specializzata in accessori non soltanto per Switch ma anche per console PlayStation e della famiglia Xbox.

Abbiamo avuto l’occasione di recensire il GripCase Crystal e il JoyGrip: Rechargeable Joy-Con Grip per Switch entrambi in colorazione “Mario Blue” dedicata ad una delle ultime Limited Edition di Nintendo Switch.

GripCase Crystal

All’interno della confezione, oltre al case trasparente in TPU morbido e facile da applicare e rimuovere dalla console, troviamo diverse impugnature intercambiabili ergonomiche (di plastica non particolarmente dura, resistenti ai graffi, semplici da montare e adatte a tutte le dimensioni della mano). Inoltre, sono disponibili, in un apposito blist, tre copri analogici di diverse dimensioni denominate: Skin, Elite e Maestro che abbiamo un po’ faticato ad applicare ma che migliorano davvero l’esperienza che si ottiene quando si utilizzano gli stick analogici, sono ben progettati e dovrebbero durare per un bel po’ di tempo. A chiudere il tutto, un comodissimo foglietto illustrativo.

Il prezzo del pacchetto è di 21,99 $ sul sito ufficiale oppure Su Amazon.it a 23,99 €.

Attenzione ai dettagli

Il case è fatto piuttosto bene. I tagli in particolar modo sono stati rifiniti quasi al millimetro, quindi non ci sono problemi di sorta nell’apertura dello sportellino per l’inserimento di una Scheda di gioco, per connettere il cavo alimentatore, gli auricolari o per quanto riguarda le fessure da cui defluisce l’aria dalla console. Peccato che il case copra anche il supporto da tavolo di Switch, impedendo all’utente sia di posizionarla comodamente su un piano e sia di poter accedere rapidamente alla micro SD. In tali casi, è necessario rimuovere la copertura.

Grazie al suo design modulare, le impugnature sono facili da rimuovere e installare con un semplice sistema push on push off e i pulsanti rialzati L/R /ZL e ZR, rendono migliore e confortevole la pressione degli stessi.

Ogni Grip offre un diverso modo di tenere la console; quella che abbiamo trovato maggiormente adatta alle nostre mani è quello che viene fornito già agganciata al case. La presa peggiore è sicuramente la presa piatta, che a nostro giudizio non serve pressoché a nulla.

Abbiamo utilizzato il GripCase di Skull & Co per un po’ di tempo ed è probabilmente fra i migliori disponibili sul mercato, sia in termini di usabilità che di qualità offerta dai materiali.  Le impugnature modulari forniscono un feeling simile a quello che si potrebbe ottenere utilizzando un tradizionale controller. Ciò consente di impugnare Switch in un modo ergonomicamente corretto e di giocare per lunghi periodi di tempo senza soffrire di dolori articolari o formicolii vari.

Purtroppo il case va rimosso prima di collegare la console al dock in quanto, sebbene il produttore dichiari la piena compatibilità con lo stesso, abbiamo avuto problemi nell’inserimento!

Commento finale

Progettato specificamente per Nintendo Switch, il GripCase Crystal può adattarsi a tutte le dimensioni della mano e fornire ai giocatori una maneggevolezza confortevole per evitare fastidi alle mani durante le sessioni di gioco in modalità portatile. Inoltre, la custodia in TPU, oltre a fornire una protezione solida è anche piuttosto facile da montare e rimuovere. I Trigger ZL/ZR “maggiorati” così come i copri analogici forniscono un controllo a dir poco eccezionale.

JoyGrip: Rechargeable Joy-Con Grip

Per i giocatori che utilizzano spesso l’impugnatura Joy-Con, Skull & Co, ha ben pensato di realizzare un Grip dedicato e ricaricabile. Non è dissimile da quello originale Nintendo (che potete acquistare qui) ma la particolarità del supporto è la possibilità di collegare le impugnature intercambiabili ergonomiche. La qualità dei materiali è piuttosto buona e, al pari del GripCase Crystal, le impugnature sono semplici da agganciare e sganciare. Sono disponibili, a seconda della dimensione delle mani, due paia di Grip.

Anche per quanto riguarda la durata della batteria, ci è sembrata essere ottima. L’unica pecca, è che nella confezione manca il cavo di ricarica USB-C. E proprio per questo motivo, il prezzo è più basso di quello che sarebbe necessario per l’acquisto del Grip originale Nintendo; infatti potete portarvi a casa il JoyGrip di Skull & Co a 19,99 $. Le colorazioni disponibili sono tantissime: da quella da noi recensita (Mario Blu), passando per quella dedicata ad Animal Crossing, Fortnite e molte altre.

Commento finale

Il JoyGrip: Rechargeable Joy-Con Grip è consigliabile per tutti coloro che prediligono giocare con Switch utilizzando I Joy-Con come un classico controller. La durata della batteria del Gip è ottima e così come i materiali scelti. Il vero plus rispetto alla versione ufficiale Nintendo è dato dalla presenza dei Grip intercambiabili a proprio piacimento, un qualcosa da non sottovalutare se volete giocare in tutta comodità!


Criterion 10

    Rispondi