Cuphead: The Delicious Last Course – Come ottenere “A” contro tutti i Boss

Cuphead: The Delicious Last Course è finalmente disponibile su tutti gli store digitali dallo scorso 30 giugno 2022.

Questo delizioso DLC, proprio come il gioco base, richiede impegno e dedizione, ma al tempo stesso regala enormi soddisfazioni.

Noi di 4news.it lo abbiamo adorato ma prima di parlarvene per bene nella nostra recensione che sarà online nei prossimi giorni, abbiamo deciso di portarvi varie guide (e video-guide) che vi aiuteranno non poco a superare le varie difficoltà in cui vi imbatterete. Ma bando alle ciance e cominciamo subito.

Informazioni preliminari

La prima guida, come avrete potuto intuire dal titolo, ha come obiettivo quello di aiutarvi ad ottenere il trofeo/achievement “AAA Cercasi Eroe”, la cui descrizione recita: “Ottieni un voto A o migliore su tutti i boss di Isola Calamaio IV”.

Così come per il trofeo/achievement del gioco base, anche in questo caso, sarà sufficiente la valutazione A-, non avremo quindi l’obbligo di fare i sei boss in maniera perfetta. Questo vuol dire che possiamo “mancare” 2 dei 13 requisiti valutativi.

Nello specifico, vi consigliamo di puntare a tempo limite, 3/3 parate, 6/6 super-barra e 1/3 HP bonus (ovvero gli HP rimanenti), cercando quindi di massimizzare i primi tre requisiti in modo da poter subire anche due colpi (tre, se usate Miss Chalice che ha di base 4 HP invece di 3) e ottenere comunque il voto A-.

Cuphead: The Delicious Last Course
Il “mix valutativo” mostrato nello screen è il più semplice a cui puntare per raggiungere il nostro obiettivo

A proposito di Miss Chalice, noi vi consigliamo di utilizzare sempre lei contro tutti e sei i boss, sia perché è il nuovo personaggio, sia perché le sue abilità peculiari saranno molto utili contro tutti i nuovi boss del DLC.

Ovviamente tenete conto che i pattern nemici e la loro alternanza sono caratterizzati da una randomicità intrinseca al gioco stesso, quindi seppure i nostri consigli vi aiuteranno molto, non sono specifici per ogni situazione in cui potrete incappare.

Per concludere questa parte introduttiva, vi ricordiamo che è necessario giocare a difficoltà Normale perché giocando a Facile la valutazione massima ottenibile è B.

Golia Gransasso

Contro il primo boss vi consigliamo di utilizzare come arma principale i colpi boomerang del gioco base: il nostro nemico nella maggior parte delle situazioni ha delle hitbox molto grandi quindi conviene utilizzare un’arma con un danno elevato. Come super-mossa utilizzate la I.

La prima fase non è difficile, cercate di stare sempre sulle piattaforme perché a terra i nanetti danno molto fastidio. Mentre siete sulle piattaforme state attenti al nano con il martello che si arrampica e cercherà di colpirvi. Gli attacchi “diretti” del gigante sono abbastanza telefonati. Approfittate delle “palle di fumo” rosa per effettuare i parry.

La seconda fase è quella complicata, cercate di stare sempre sotto la marionetta con la palla, cercando di tenere d’occhio i nanetti sotto la peluria. Non pensate ai parry tanto nella terza fase sarà quasi obbligatorio farli. Usate un paio di mosse speciali per cercare di passare quanto prima alla fase successiva.

La terza fase non è difficile, se volete cambiare proiettili utilizzate o i triangolini rossi del gioco base o i nuovi proiettili a ricerca Cecchino. Cercate di prevedere quali piattaforme spariranno (tenete d’occhio il cosciotto di pollo) in modo da tenervi sempre una “via di fuga” verso una nuova piattaforma. Come dicevamo prima, sarà quasi obbligatorio effettuare i parry per far “girare” le piattaforme. Se riuscite a caricare la super, usatela.

Contrabbanditi

Il secondo boss è forse il più facile del DLC se non per un pattern della seconda fase, tuttavia potreste incontrare qualche problema perché ci sono poche opportunità (e anche rischiose) per effettuare i parry (ricordate, puntiamo a massimizzare questo requisito).

Anche qui vi consigliamo di alternare i colpi boomerang e i nuovi colpi a ricerca e anche qui vi consigliamo la super I.

La prima fase è molto semplice, dovete solo evitare il boss e i minion. Più che altro puntate a fare i parry contro il “pesticida”, avremo poche occasioni e più avanti nello scontro sarà ancora più difficile. Cercate di riempire la super perché è importante utilizzarla subito nella seconda fase.

La seconda fase è la più difficile, come anticipato utilizzate subito la super I quando il boss sta “scendendo” dall’alto. Per evitare i raggi, andate contro di essi appena diventano gialli e poi subito di corsa nel verso opposto, saltando al secondo piano. Inizialmente sbaglierete molto, ma non scoraggiatevi, capito il pattern riuscirete senza difficoltà. Se avete fortuna e vi capita il nemico contro cui fare il parry al piano terra approfittatene.

La terza fase è molto facile, non state mai sullo stesso piano del naso del formichiere e colpite la lingua rosa, evitando la palla. Contro la lingua può essere effettuato un parry, ma è molto rischioso, regolatevi voi in base ai vostri HP e a quanti parry avete fatto nelle prime due fasi dello scontro. Attenzione alla fine, ci sarà un falso Knockout, non abbassate la guardia e date il ben servito alla lumaca.

Stormo Segugi

Contro questo boss è necessario utilizzare i nuovi proiettili a ricerca Cecchino. Anche qui consigliamo la super I.

Le prime due fasi di questo boss sono veramente facilissime, tuttavia la terza è un vero inferno. Per questo motivo cercate di arrivare alla terza fase con almeno 3 HP.

La prima fase, come anticipato, è molto semplice, evitare le palle da tennis ed i colpi “laterali” del cane grosso è molto facile, dovete solo stare attenti ai razzi rossi, ma se usate i colpi a ricerca basta mirare verso la loro direzione.

La seconda fase è ancora più semplice, all’inizio utilizzate la super in modo da eliminare due nemici in un colpo solo. Poi con i colpi a ricerca continuate a saltare tre le lettere, effettuando i parry contro quelle rosa.

La terza fase è molto difficile, evitate i laser e ricordatevi che potete usare lo scatto per restare in aria qualche millesimo di secondo. Quando combatterete in verticale o sottosopra andrete sicuramente nel panico, cercate di evitare tutto quello che c’è a schermo e appena avrete caricato la super utilizzatela. Fortunatamente in questa fase il boss ha pochissimi HP. Cercate di arrivarci con tutti e 4 gli HP, o al limite almeno con 3.

Igor Mortis

Anche contro questo boss consigliamo di usare i colpi boomerang e i nuovi proiettili a ricerca. Come super consigliamo la III.

La prima fase è molto facile, state attenti alle gocce d’acqua, anche se non si direbbe è l’attacco più infame, spostatevi leggermente a destra o sinistra per farlo. Per il resto effettuate il parry contro i tarocchi rosa e evitate i telefonatissimi attacchi del mago attaccando continuamente con i proiettili a ricerca.

La seconda fase è più complicata, usate i boomerang verdi visto che l’hitbox del nemico diventa molto più grande quindi conviene utilizzare questi colpi che fanno molto più danno. Evitate i cubetti di ghiaccio spostandovi a destra e sinistra, evitando di saltare, poiché dovrete farlo quando il mostro cambia la posizione dello schermo, se saltate “inutilmente” per evitare i cubetti di ghiaccio potreste ritrovarvi impossibilitati a farlo quando poi vi servirà veramente. Caricate la super per usarla alla terza fase.

La terza fase è complicata, ma con un po’ di accortezze si supera velocemente. Utilizzate i colpi boomerang, preparatevi a usare la super non appena il boss comincia a lanciarvi contro le “borsette”. Questo è l’attacco più difficile perché appena queste colpiranno l’altro lato dello schermo vi ritorneranno indietro degli oggetti che vi danneggeranno. Ad ogni modo il boss ha poca vita, quindi dovreste riuscire a sopraffarlo in poco tempo.

Carolina Colubrina

Il quinto boss si combatte con l’aeroplano, non ci sono particolari accorgimenti essendo questi livelli più “rigidi”.

La prima fase è più facile di come appare, non scoraggiatevi perché potrebbe sembrarvi molto confusionaria, ma imparati i pattern nemici non ci sarà nulla che potrà cogliervi impreparato.

La seconda fase concettualmente è come la prima, anche se i pattern cambiano. Valgono le stesse cose dette prima, tranne che qui conviene cercare di effettuare i parry sugli oggetti rosa (in questo livello i parry si eseguono con il salto, non con lo scatto).

La terza fase è abbastanza semplice, cercate di piazzare subito una super mossa contro il toro e poi cercate di passare sempre dal lato del barattolo in cui c’è l’elica per evitare le salsicce sottostanti. Usate molto il tasto per rimpicciolirvi, vi salverà spesso la pelle.

La quarta fase è la più complicata, dovrete avere riflessi pronti e fare zigzag tra le salsicce, cercando di effettuare i parry sui peperoncini rosa in modo da accumulare carte per effettuare le mosse speciali. Ad ogni modo in questa fase gli HP del boss sono pochi, quindi questa fase durerà poco.

Il Grande Salieri

Eccoci arrivati al (meraviglioso) boss finale. A causa del pandemonio a schermo useremo solo i nuovi proiettili a ricerca e come super la I.

La prima fase di primo acchito potrà sembrare un vero inferno, ma gli attacchi a cui stare molto attenti sono due: i lime che tagliano lo schermo orizzontalmente e la fiammella che taglia lo schermo verticalmente. Cercate di non stare mai al centro dello schermo, ma muovetevi tra il centro-sinistra e il centro-destra, cercando di cambiare lato ogni qual volta la fiammella salta. Per i lime, state attenti al loro passaggio di ritorno, visto che verso la fine la loro velocità aumenterà. Cercate di effettuare i parry contro le zollette di zucchero, ma state attenti a cosa avete intorno, se ci sono troppi pericoli evitate.

Anche la seconda fase è più semplice di come appare, cercate di non saltare, muovetevi a destra o sinistra passando sotto la solita fiammella. Cercate di ottenere una super per la terza fase.

La terza fase durerà pochissimo, usate la super appena i due omini di sale vi piomberanno addosso.

La quarta fase è molto semplice, saltate tra le piattaforme continuando a sparare e utilizzate i parry quando il nemico è troppo vicino. Ovviamente non smettete mai di sparare.

Video-guida

Oltre a tutti i consigli precedenti, vi lasciamo anche un aiuto visivo, complementare a quanto scritto finora. Come già accennato in precedenza, la componente randomica dei pattern potrà portare situazioni a schermo leggermente diverse, tuttavia sia i consigli che vi abbiamo fornito che la video-guida saranno sufficienti per riuscire nell’impresa.

WALLOP!

Ci risentiamo tra qualche giorno con nuove guide dedicate a questo gioiellino, nel frattempo seguiteci anche sui nostri social, iscrivendovi al nostro canale Telegram e al nostro gruppo Facebook e iscrivetevi anche sul nostro canale YouTube dove caricheremo altre video-guide, di Cuphead e altro ancora!

Se questo articolo vi è piaciuto e volete vederne altri, supportateci iscrivendovi ai nostri social:
YouTube
Telegram
Facebook
Gruppo Facebook
Twitch
Twitter
Instagram

Vincenzo D'Alcantara
Vincenzo D'Alcantara
Il mio amore per i videogiochi nasce grazie a mamma Sony e al folle marsupiale creato da Naughty Dog verso la fine degli anni 90. A distanza di più di venti anni i platform continuano ad essere la mia passione che tuttavia si è estesa, naturalmente e masochisticamente, a tutti i giochi impegnativi e "tosti", di qualsiasi genere essi siano.

Rispondi

Ultimi articoli

Articoli che potrebbero interessarti