Stranger Things 4, il finale della quarta stagione spiegato bene

Il finale della stagione 4, volume 2, di Stranger Things è un finale esplosivo che pone importanti basi per la quinta (ed ultima) stagione.

La posta in gioco questa volta non riguarda più la cittadina di Hawkins, ma l’intero mondo, e l’introduzione di Vecna che come da rivelazione finale è il deus ex machina del sottosopra, ha squarciato definitivamente il velo di mistero che avvolgeva la serie. Non solo. Il finale della quarta stagione ha anche svelato le motivazioni di Vecna/Henry e il motivo degli omicidi rituali.

Un breve recap del finale di stagione

Prima di in iniziare la nostra analisi, facciamo un breve ripasso degli eventi. Netflix ha diviso la stagione 4 di Stranger Things in due sezioni. Sebbene il secondo volume contenga solo due episodi, è il più lungo in assoluto, con l’episodio finale che dura ben 2 ore e 19 minuti. In questo episodio tutti gli eroi di Hawkins fanno la loro parte, con Max che si mette in grave pericolo per attirare Vecna in una trappola. La cosa le si sarebbe ritorta contro se non fosse stato per l’inaspettato arrivo di Undici, che grazie all’aiuto di Mike, Will, Jonathan e Argyle, riesce ad entrare nella mente della povera Max e ad ingaggiare con Vecna un duello psichico. Nel frattempo, in Russia, Hopper e Joyce consapevoli che nel sottosopra così come nel nostro mondo, tutte le entità sono collegate nella cosiddetta mente a sciame, hanno fatto del loro meglio per indebolire le propaggini demoniache di Vecna, demogorgoni e democani, consentendo a Nancy, Steve e Robin, di finire il lavoro con molotov e fucile a canne mozze.

La stagione più dark

La quarta stagione di Stranger Things ha il taglio più oscuro dell’intera produzione, ma, nonostante gli avvertimenti dei fratelli Duffer, non ci sono molte vittime. Purtroppo, questo non significa che i vari eroi di Hawkins ne escano trionfanti. La quarta stagione di Stranger Things, volume 2, infatti, si conclude con una vittoria di Pirro, di cui Hawkins sta pagando il prezzo. Ecco tutte le rivelazioni.

Ma prima se siete alla ricerca di Gadget di Stranger Things, fate un salto sulla nostra selezione di prodotti Amazon dedicata alla Serie dei Duffer Brothers

Vecna ha creato il Mind-Flayer

Il finale della stagione 4, volume 2 di Stranger Things rivela che Vecna è sempre stato il cattivo dello show. Dopo essere stato spedito innaveritamente da Undici in un mondo alternativo che confina con il nostro, Vecna attraverso un flashback, rivela a Undici di aver capito rapidamente che il Sottosopra non era un purgatorio, bensì una dimensione sconosciuta agli esseri umani.

Dopo aver esplorato in lungo e in largo questo mondo, un Henry oramai già dalle fattezze mostruose si imbatte in una misteriosa nube di particelle, che si rivela essere il centro della mente a sciame. Queste particelle se respirate creano una connessione con la mente a sciame ed ecco perchè tutti gli “abitanti” del sottosopra vi sono connessi. A questo punto Henry comprende che controllando le particelle può finalmente controllare l’intero Sottosopra, creando il mind flayer. Nel crearlo, come abbiamo spiegato qui, Vecna dà alle particelle una forma a lui cara, quella di un ragno.

Buco di trama?

Quella del Mind Flayer è una retcon (retroactive continuity, in italiano continuità retroattiva, ovvero un espediente narrativo utilizzato per modificare o correggere eventi e situazioni descritte in precedenza e adattarle a nuovi sviluppi della storia) ma che in realtà si adatta piuttosto bene alla seconda stagione di Stranger Things. In quel caso, Will – che era caduto sotto l’influenza della mente a sciame – è stato liberato dall’influenza del Mind flayer usando un calore estremo. Il presunto “virus” si manifestava infine come un flusso di particelle che usciva dal corpo di Will verso il cielo notturno.

È divertente notare che Vecna sembra ignorare la propria natura. La sua lamentela contro l’umanità è che le persone hanno imposto una struttura al mondo fisico; eppure, per quanto sia così, quando Vecna è entrato nel Sottosopra ha deciso di imporre il proprio ordine, ancora più rigido, creando una mente alveare onnipresente. Tutti i migliori villain hanno un certo grado di ipocrisia, un difetto nella loro filosofia di cui sono personalmente inconsapevoli, e Vecna non fa eccezione.

Come fa Vecna a essere ancora vivo? Come può essere ucciso?

Vecna subisce una quantità fenomenale di danni nel finale della stagione 4, volume 2 di Stranger Things. Undici lo sconfigge con successo in un altro duello psichico, mentre Nancy, Steve e Robin attaccano il suo corpo con molotov e un fucile a canne mozze. Il corpo di Vecna, gravemente ferito, cade a terra attraverso la finestra, una caduta che avrebbe dovuto essere fatale, ma incredibilmente il suo corpo era già scomparso quando il trio si precipita giù per le scale (Nancy ma un colpo alla testa no?) . Il corpo e la mente di Vecna sono chiaramente resistenti, ma è ragionevole pensare che la sua fuga sia stata aiutata dalle creature del Sottosopra che controlla.

Cosa succede a Hawkins alla fine di Stranger Things 4

La vittoria di Pirro su Vecna è arrivata purtroppo troppo tardi: Vecna è riuscito infatti ad uccidere Max per ben 1 minuto, consentendo a Vecna di aprire il quarto portale e quindi far crollare “la diga” tra il nostro mondo e il sottosopra.

I terremoti nel Sottosopra erano chiaramente il risultato di un’instabilità dimensionale, con il Sottosopra che si avvicinava sempre più al mondo reale grazie alla creazione di portali. Un terremoto di oltre 7 gradi della scala Richter alla fine colpisce Hawkins al momento della morte di Max, a significare lo spostamento finale, con l’apertura di una enorme frattura. L’invasione di Hawkins da parte del Sottosopra sembra essere stata posticipata dalle ferite di Vecna, o forse dall’interferenza di Undici nella morte di Max, ma alla fine ha luogo due giorni dopo. Pennacchi di cenere del Sottosopra si alzano dal suolo, depositandosi nell’area intorno a Hawkins. Undici ha davanti a sé una visione apocalittica, l’inferno sembra davvero essere arrivato in città.

La bibbia di Stranger Things

Curiosamente, tutto questo è in linea con l’ispirazione originale della serie di Netflix (che doveva chiamarsi inizialmente Montauk), ovvero The Montauk Project: Experiments in Time un libro di Preston B. Nichols e Peter Moon che teorizzava una fantomatica ripresa del del cosiddetto “esperimento Filadelfia”, ovvero un ipotetico progetto degli USA per controllare lo spazio tempo portato avanti durante la seconda guerra mondiale, nella cittadina di Montauk.

Questo riferimento letterario è stato poi usato come base per quella che viene chiamata la Bibbia di Stranger Things e che potete trovare e scaricare a questo indirizzo.

Si tratta di una sorta di presentazione degli eventi, dei personaggi e delle circostanze che l’originale sceneggiatura del telefilm avrebbe dovuto avere. In questa si accenna anche agli eventi finali che avrebbero consumato l’intera cittadina:

“Nel corso della serie, lo ‘strappo’ che separa il loro mondo dal nostro inizierà a diffondersi a Montauk come un cancro soprannaturale. Questo cancro si manifesterà in modi paranormali sempre più bizzarri. I campi elettrici saranno disturbati. Strani funghi cresceranno su strutture e persone. Una nebbia pesante arriverà dall’Atlantico. La temperatura crollerà. Il cibo marcirà. La gravità fluttuerà. Le persone scorgeranno entità bizzarre nelle loro case e nelle loro aziende. Ci sarà un numero crescente di “sparizioni”. L’intera città diventerà “infestata” e in grave pericolo. Se le persone possono scomparire… può farlo un’intera città?”.

È significativo che la stagione 4, volume 2, di Stranger Things si concluda con l’erba e i fiori che marciscono mentre il Sottosopra si espande, proprio come originariamente immaginato nella “bibbia“.

Max morirà in Stranger Things?

Il cuore di Max si è fermato per più di un minuto, il che significa che è clinicamente morta. Undici però non è riuscita ad accettarlo e ha usato tutto il suo potere per cercare di riportare in vita la sua amica riuscendo ad ottenere un parziale successo: Max è viva, ma in coma. Quando Undici entra nella sua mente, infatti, scopre che Max è cerebralmente morta.

È inquietante notare che l’invasione del Sottosopra si è scatenata poco dopo, forse a indicare che Vecna è in qualche modo legato a Max e ha percepito l’intrusione di Eleven nella sua mente. Sarebbe in linea con il suo personaggio aspettare che Undici torni fisicamente a Hawkins. Ci deve essere un motivo per cui Max non è ancora morta in Stranger Things, il che significa che il personaggio avrà un ruolo importante nella quinta stagione. Dato che la sua morte ha unito le dimensioni, è possibile che in qualche modo avrà un ruolo nel separarle ancora una volta.

Perché Eddie si è sacrificato nel finale di Stranger Things

Stranger Things sembra avere l’abitudine di introdurre nuovi personaggi per poi ucciderli. L’Eddie Munson di Joseph Quinn diventa il vero eroe della quarta stagione di Stranger Things, sacrificandosi per continuare a distrarre la mente a sciame. Eddie si era sempre immaginato come un eroe nelle sue campagne di Dungeons & Dragons, ed era rimasto insoddisfatto delle sue azioni nel corso della stagione, in particolare del suo fuggire dal soprannaturale piuttosto che osare affrontarlo. Ispirato in particolare da Dustin e Steve, ha deciso di scegliere di uscire di scena da eroe.

Stranger Things 4 conferma che Will Byers è gay

Da tempo Stranger Things ha lasciato intendere che Will Byers sia gay. Persino nella sceneggiatura originale della serie dei fratelli Duffer, Will veniva descritto come “un ragazzo dolce e sensibile con problemi di identità sessuale”. Questo fatto è stato confermato in maniera piuttosto evidente neli ultimi episodi, sebbene mai in maniera esplicita ma quel tanto che basta per consentire al fratello di Will, Jonathan, di dirgli che qualunque cosa accada, non potrà mai cambiare il rapporto che li lega.

Will ama chiaramente Mike, ma le sue emozioni sono troppo turbolente perché sappia come gestirle, soprattutto in una società molto meno tollerante di quella di oggi. Will è veramente altruista nel suo amore per Mike, offrendo persino consigli sulle relazioni per far capire a Mike la sua importanza per Undi.

Le scene finali della quarta stagione di Stranger Things, volume 2, sono intriganti, con Undici in piedi davanti a Hawkins. Dietro di lei ci sono tre coppie: Jonathan e Nancy, Hopper e Joyce e Will e Mike. Due di queste coppie saranno fondamentali per la quinta stagione di Stranger Things: Joyce e Hopper sono finalmente una coppia, mentre Nancy e Jonathan sono sull’orlo di una rottura. La scena potrebbe quindi simboleggiare che la dinamica tra Will e Mike sarà altrettanto importante.

Stranger Things ed Harry Potter, ovvero perché Will è collegato a Vecna

La stagione 4 di Stranger Things, volume 2, rivela che Will è ancora collegato a Vecna. Il legame tra Will e il Mind-Flayer è stato stabilito nella prima stagione, quando Will è stato salvato troppo tardi dal Sottosopra, dopo aver ingerito alcune particelle del Mind-Flayer. Nonostante le particelle siano state espulse dal suo corpo, pare che una connessione psichica residua sia rimasta. Quando Will torna a Hawkins, infatti, scopre che l’indebolimento delle barriere dimensionali gli permette di percepire i pensieri di Vecna. Sarà interessante vedere come questo aspetto si svilupperà nella quinta stagione di Stranger Things; Will potrebbe essere di grande aiuto nel comprendere le azioni di Vecna. In alternativa, potrebbe diventare l’agente involontario di Vecna se quest’ultimio scoprisse il collegamento.

Su questo aspetto Stranger Things viaggia quasi in parallelo con la saga di Harry Potter. In quel caso, Harry Potter e Voldemort erano legati a causa dell’Avada Kevadra pronunciato da quest’ultimo la notte del 31 ottobre del 1981 (anche qui Anni ’80 vibes).

Quell’anatema mortale, a causa della protezione magica di Lily Potter che si sacrificò per amore del figlio neonato Harry, rimbalzò verso Voldemort. Voldemort riuscì a sopravvivere solo poiché la sua anima era protetta in quanto divisa in sette Horcrux, ma parte della sua anima finì proprio in Harry Potter, causando la connessione con quest’ultimo.

Allo stesso modo, Will e Vecna sembrano essere collegati a causa dei piani miopi di Vecna nelle stagioni precedenti. Sarà interessante vedere se questi parallelismi continueranno, con Will – la vittima della stagione 1 di Stranger Things – che diventerà colui che alla fine sconfiggerà Vecna.

Robin e Vickie si riuniranno in Stranger Things 5?

Stranger Things ha come protagonisti degli adolescenti, il che significa che le vite amorose sono diventate sempre più una sottotrama importante. La quarta stagione ha visto Robin prendersi una cotta per un’altra ragazza, Vickie, per poi scoprire che lei ha un fidanzato. Il successivo incontro tra i due è però molto più promettente: Vickie rivela di aver rotto con il suo ragazzo e i due scoprono di essere molto simili. Sembra davvero che Robin possa trovare l’amore nella quinta stagione di Stranger Things, soprattutto se si considera che tutti gli abitanti di Hawkins dovranno lavorare insieme per sopravvivere, il che significa che lei e Vickie saranno costrette a dipendere l’una dall’altra.

Cosa rappresenta il finale di Stranger Things 4 per la quinta stagione

La stagione 4 di Stranger Things segna una svolta per l’intera serie TV di Netflix, con eventi che si spostano su una scala mai vista prima. Le stagioni precedenti avevano avuto a che fare con incursioni limitate che potevano essere respinte, con portali più piccoli che potevano essere chiusi. Ora, però, il Sottosopra ha invaso Hawkins e Vecna intende chiaramente passare da lì alla distruzione dell’umanità. Fortunatamente, il ritardo di due giorni nell’invasione di Vecna è stato un espediente piuttosto conveniente per dare a tutti i personaggi il tempo di riunirsi a Hawkins. Stranger Things si conclude con la quinta stagione ed è facile capire perché: questo è il culmine drammatico, il punto più alto del climax ascendente dell’intera serie, come accennato nella stessa Bibbia della serie.

Il vero significato del finale di Stranger Things Stagione 4

In termini tematici, il finale della quarta stagione di Stranger Things ribalta il franchise. Le stagioni precedenti si erano sempre concluse con un comodo insabbiamento, e il governo tenta di fare lo stesso nella stagione 4, fingendo che ci sia stato semplicemente un terremoto. Ma ora il confine tra Hawkins e il Sottosopra è stato aperto in modo spettacolare e tutti questi segreti non possono più essere nascosti. Questo sarà probabilmente il tema della quinta stagione di Stranger Things, quando le verità nascoste verranno finalmente rivelate. Sarà emozionante vedere come gli abitanti di Hawkins affronteranno tutte queste rivelazioni.

Le dinamiche relazionali e sentimentali sono il cuore di Stranger Things. Non solo perché lo show ha come protagonisti degli adolescenti, ma anche perché il romanticismo si è intrecciato con le vite di Hopper e Joyce. Le inquadrature finali della quarta stagione di Stranger Things, volume 2, sembrano sottolineare questo aspetto: Robin inizia a legare con Vickie a Hawkins e poco dopo Undici si trova di fronte a tre “coppie”. La sua separazione dal gruppo potrebbe alludere a un finale inquietante e tragico per la storia di Stranger Things, poiché la ragazza che si è imbattuta nelle loro vite e le ha trasformate, rischierà tutto per tenerli in vita, soprattutto ora che sa che tutto è in qualche modo collegato a lei.

Prima di salutarci vi consigliamo di dare un’occhiata agli altri articoli che abbiamo pubblicato su questa fantastica serie
Stranger Things 4, come si chiama la canzone che suona Eddie nel finale di stagione?
Stranger Things 4, ecco qual è la connessione tra Vecna e il Mind Flayer;
Stranger Things 5, tutte le anticipazioni e i rumors sulla quinta stagione;
Stranger Things 4, D&D potrebbe anticipare il ritorno di un personaggio?;
Stranger Things 4, il futuro di Max svelato da Kate Bush?

Vi è piaciuto questo articolo? Se volete altri articoli come questo o vi va di discutere di cinema e serie tv, iscrivetevi al nostro canale Telegram e al nostro gruppo Facebook.

Se questo articolo vi è piaciuto e volete vederne altri, supportateci iscrivendovi ai nostri social:
YouTube
Telegram
Facebook
Gruppo Facebook
Twitch
Twitter
Instagram

Arturo D'Apuzzo
Arturo D'Apuzzo
Nella vita reale, investigatore dell’incubo, pirata, esploratore di tombe, custode della triforza, sterminatore di locuste, futurologo. In Matrix, avvocato e autore di noiosissime pubblicazioni scientifiche. Divido la mia vita tra la passione per la tecnologia e le aride cartacce.

Rispondi

Latest articles

Related articles