I giochi da non perdere nel 2020

Articolo di · 13 Gennaio 2020 ·

Con uscite come Cyberpunk 2077, Yakuza 7: Like a Dragon e Doom Eternal, il 2020 sarà un anno importante che porrà fine all’attuale generazione di console.

Nuovo anno, un nuovo elenco di videogiochi da giocare. Con il 2020 che è l’ultimo anno in cui PlayStation 4 e Xbox One saranno ai vertici del settore, i giochi che usciranno nei prossimi mesi spingeranno ogni sistema al massimo del loro potenziale. Alcuni di questi giochi potrebbero essere i migliori che abbiamo visto da quando questa generazione di console è iniziata nel 2013. Di conseguenza, ecco un breve elenco di giochi da non perdere.

Yakuza 7: Like a Dragon

I creatori di Judgment, sono a lavoro sulla prossima iterazione del famoso franchise Yakuza: Yakuza 7: Like a Dragon.

Tuttavia, a differenza dei precedenti, questo non presenterà il gameplay action a cui ci siamo abituati sin dal lancio nel 2005. Invece, si discosta completamente dalle sue radici ricche di azione, con meccaniche a turni. Inoltre, ci sarà un nuovo protagonista, Kasuga Ichiban, anziché Kazuma Kiryu. Se non avete mai giocato alla serie prima d’ora Yakuza 7: Like a Dragon potrebbe essere l’inizio perfetto poiché è completamente diverso dai suoi predecessori e pertanto non richiede di dover giocare ai vecchi Yakuza per godersi trama e gameplay.

Granblue Fantasy Versus

I giochi di combattimento hanno una solida fanbase. Mortal Kombat 11, Samurai Shodown, Dragon Ball FighterZ e Tekken 7 sono tra i migliori giochi dell’attuale generazione. Quindi, ha senso aggiungere Granblue Fantasy Versus a questo elenco.

È difficile non essere entusiasti del nuovo gioco di combattimento di Arc System Works. Tra Blazblue: Cross Tag Battle, Guilty Gear Xrd e Dragon Ball FighterZ, lo sviluppatore con sede in Giappone ha messo in scena alcune iterazioni nel genere picchiaduro davvero convincenti. Con la sua animazione 2.5D, e il gameplay frenetico, si candida di diritto come il picchiaduro più atteso del 2020.

Final Fantasy VII Remake

Ad essere sinceri, il gioco non ha bisogno di presentazioni. Final Fantasy VII Remake è la rivisitazione di uno dei giochi più amati e influenti di tutti i tempi. Tuttavia, piuttosto che il gameplay a turni dell’originale, questo remake sarà molto più orientato all’azione. Ciò consentirà di controllare Cloud Strife e i suoi compagni ribelli in modo più deliberato. Insieme ai suoi splendidi elementi visivi, questo sarà sicuramente uno dei più grandi titoli del 2020.

Questa prima versione non coprirà il gioco nella sua interezza. Sì, ci saranno più parti di Final Fantasy VII Remake. Non è ancora noto dove finirà questa prima voce.

Doom Eternal

Il franchise di Doom è fra i più influenti nel genere sparatutto. Doom (2016) è stato una meraviglia tecnica, una produzione geniale con una grafica eccezionale e un gameplay frenetico che raramente si era visto su console. Insieme alla sua colonna sonora adrenalinica, è uno dei migliori sparatutto di questa generazione di console. Un seguito del gioco è incredibilmente eccitante. Inoltre, chi non vuole uccidere i demoni con i dolci suoni del rippin di Mick Gordon e con riff metallari? Se volete saperne di più, date uno sguardo alla nostra anteprima dalla Gamescom 2019.

Animal Crossing: New Horizons

Lo stesso giorno in cui sarà pubblicato Doom Eternal, i giocatori di Nintendo Switch potranno scegliere di affrontare un “inferno” completamente diverso. Stiamo parlando dell’atteso Animal Crossing: New Horizons.

La serie Animal Crossing di Nintendo potrebbe non essere allo stesso livello di popolarità della serie Super Mario o The Legend of Zelda. Tuttavia, è immensamente amata dai giocatori Nintendo. Forse perché permette al giocatore di fuggire dai propri problemi quotidiani vivendo una seconda vita più spensierata. Forse è solo perché a dà la possibilità di interagire con simpatici animali, anche se ciò significa dover pagare un grosso debito a un procione.

Dying Light 2

Dying Light 2 è fra i giochi più ambiziosi in questo elenco. Il primo capitolo di Techland è stato di buon livello, ma sicuramente non memorabile. A partire dall’E3 2018, prima attraverso un reveal trailer di presentazione, passando per la più recente Gamescom 2019, Dying Light ha mostrato di avere le carte in tavola per poter raggiungere nuovo livello. Tanti giochi hanno avuto percorsi di ramificazione prima, ma Dying Light 2 sembra portare tale meccanica all’estremo. A quanto pare, a seconda del risultato ogni ricerca potrà cambiare il mondo di gioco in modo significativo. Non solo dall’aspetto, ma da come gli ultimi gruppi di sopravvissuti interagiranno tra loro.

Axiom Verge 2

Il primo Axiom Verge è stata una tale straordinaria sorpresa quando è stato pubblicato nel 2015. Anche all’interno di un genere affollato, lo sviluppatore Thomas Happ non è solo riuscito a creare una fantastica “Metroidvania”, ma ha probabilmente realizzato una delle migliori uscite in questa generazione. È l’arte ispirata a H.R.Giger, il gameplay divertente e l’eccitante mondo fantascientifico che ha reso Axiom Verge così divertente da giocare.

Axiom Verge 2 è stato rivelato durante la vetrina Indie World di Nintendo. Deviando leggermente dal suo stile artistico ispirato a 8 bit, il sequel avrà un aspetto molto più luminoso e pixelato.

Ghost of Tsushima

I produttori Sucker Punch hanno raggiunto il successo con la serie inFAMOUS.  L’ultima voce è stata inFAMOUS: Second Son, pubblicata su PlayStation 4 nel 2014. All’epoca era una solida produzione su PlayStation 4 ed è per questo che c’è così tanta attesa per il prossimo lavoro dello studio: Ghost of Tsushima.

Questa è la prima volta che Sucker Punch lavorerà su una nuova IP da quando inFAMOUS è stato pubblicato nel 2009 su PlayStation 3. Non si conoscono grandi dettagli sul gioco, ma a prima vista Ghost of Tsushima sembra incredibile. Graficamente è eccezionale e sembra quasi irreale che tali elementi visivi verranno riprodotti sulla console Sony. Come The Last of Us ha portato PlayStation 3 all’apice, pensiamo che Ghost of Tsushima potrà avere lo stesso effetto su PlayStation 4.

Ori and the Will of the Wisps

Ori and the Will of the Wisps è un videogioco Metroidvania d’avventura platform sviluppato da Moon Studios e pubblicato da Xbox Game Studios in esclusiva per Xbox One e Microsoft Windows 10. È il sequel del titolo 2015 Ori and the Blind Forest ed è stato annunciato durante l’Electronic Entertainment Expo 2017.

Il gioco supporterà il 4K UHD, Xbox One X Enhanced e Xbox Play Anywhere.

Gli sviluppatori principali di Moon Studios, Gennadiy Korol e Thomas Mahler, hanno dichiarato che Will of the Wisps dovrebbe essere per Blind Forest ciò che Super Mario Bros. 3 è stato per l’originale Super Mario Bros.

Resident Evil 3 – Remake

Resident Evil 3 è un videogioco horror di sopravvivenza sviluppato e pubblicato da Capcom. È il remake di Resident Evil 3: Nemesis (1999) e segue Jill Valentine mentre tenta di sfuggire a un’apocalisse di zombi braccata da un’arma biologica intelligente nota come Nemesis.

Il produttore di Capcom, Yoshiaki Hirabayashi, ha menzionato la possibilità di un remake di Resident Evil 3 dopo che il remake di Resident Evil 2 è stato pubblicato nel gennaio 2019. Lo sviluppo è stato assistito da M-Two, fondata dall’ex CEO di PlatinumGames, Tatsuya Minami, utilizzando il motore RE, lo stesso di Resident Evil 7 e Resident Evil 2 – Remake. La modalità multiplayer, Resident Evil: Resistance, è stata sviluppata esternamente da NeoBards Entertainment ed è stata precedentemente annunciata come gioco separato, Project Resistance.

I produttori Masachika Kawata e Peter Fabiano hanno dichiarato che il team ha cercato di onorare l’approccio più orientato all’azione del gioco originale. Di conseguenza, hanno modificato alcuni elementi. Il gioco originale utilizzava controlli e angoli di ripresa fissi, mentre il remake presenterà un gameplay sparatutto in terza persona simile a Resident Evil 2 – Remake del 2019. I design dei personaggi sono stati rivisti, con Jill che indosserà un abbigliamento più pratico e Carlos Oliveira che si presenterà “più ruvido”. Anche Nemesis, il villain del gioco, è stato riprogettato e si avvarrà di nuovi modi per inseguire il giocatore rispetto al Tyrant del remake di Resident Evil 2.

Il lancio è previsto su PlayStation 4, PC e Xbox One il 3 aprile 2020, insieme alla modalità multiplayer online, Resident Evil: Resistance che metterà una squadra di quattro giocatori contro una “mente” che può creare trappole, nemici e altri pericoli.

The Last of Us Part 2

Sviluppato da Naughty Dog e pubblicato da Sony Interactive Entertainment per PlayStation 4, The Last of Us Parte 2 è sicuramente il titolo più atteso di quest’anno. Ambientato cinque anni dopo gli eventi di The Last of Us (2013), indosseremo i panni della 19enne Ellie, in conflitto con un culto misterioso negli Stati Uniti post-apocalittici. I giocatori potranno utilizzare armi da fuoco, armi improvvisate e la furtività per difendersi da umani ostili e creature cannibali infettate da un ceppo mutato del fungo Cordyceps. Il gioco è stato annunciato a dicembre 2016 ed è previsto per la pubblicazione il 29 maggio 2020.

Lo sviluppo di The Last of Us Parte 2 è iniziato nel 2014, subito dopo l’uscita di The Last of Us Remastered. Troy Baker e Ashley Johnson riprendono rispettivamente il ruolo di Joel ed Ellie. La storia è scritta da Neil Druckmann e Halley Gross. Druckmann è anche il direttore creativo. Anthony Newman e Kurt Margenau sono invece i game director; Newman era già stato coinvolto nel primo capitolo occupandosi delle meccaniche di combattimento corpo a corpo mentre Margenau era il game director di Uncharted: The Lost Legacy.

Cyberpunk 2077

Infine, ma sicuramente non meno importante, abbiamo Cyberpunk 2077. Sviluppato da CD Projekt Red, l’ultima avventura dello studio polacco sembra a dir poco incredibile. Sotto diversi aspetti, questo è il gioco che i fan di Blade Runner stavano aspettando. Ambiente distopico squallido? Un protagonista con una giacca alla moda? Androidi? C’è tutto quel che serve per creare un videogioco futuristico di pregevole fattura.

Cyberpunk 2077 sembra così vasto. tanto da sembrare quasi intimidatorio anche per i più esperti del genere. Detto questo, questo, è qualcosa che nessun appassionato di videogiochi può assolutamente perdere. Se Cyberpunk 2077 riesce a mantenere la qualità per cui lo studio è ora noto, darà una degna conclusione a questa generazione di console.

Naturalmente, questi sono solo alcuni dei giochi da non perdere nel 2020. In sostanza, una volta arrivati al mese di marzo, saremo bombardati da una quantità enorme di titoli potenzialmente di qualità. Alcuni dei quali potrebbero essere stati esclusi da questo elenco. Il che fa sorgere spontanea la domanda: quali giochi state aspettando quest’anno? Ditecelo nei commenti qui sotto!

Criterion 10

    Rispondi