Il Trono di Spade, ora tocca alle bottigliette d’acqua

Dopo il caffè aiuta…

Il Trono di Spade si è concluso da poco, non tutti saranno felici su come lo abbia fatto, ma ormai “il dado è tratto”. Se non lo avete ancora fatto, vi invitiamo ad esprimere il vostro parere nel sondaggio pubblicato sulla nostra Pagina Facebook.

Questa ultima stagione del Trono di Spade non solo verrà ricordata per le numerose polemiche e petizioni, ma anche per una serie di sviste quasi clamorose.

Se ricorderete bene, infatti, nell’episodio “Gli ultimi Stark” di fronte ad Emilia Clarke aka Daenerys Targaryen campeggiava un bicchiere della nota catena americana Starbucks.

Trono di Spade Starbucks

Ebbene, nemmeno l’ultimo episodio della stagione è stato esente da questo tipo di sviste. Infatti, verso la fine dell’episodio, al minuto 46:19 (HBO Go e HBO Now) per essere precisi, appare sotto le gambe del pingue Samwell Tarly, interpretato da John Bradley, una bottiglietta d’acqua.

Evidentemente il buon Sam non ha resistito al terribile caldo di Approdo del Re.

I fan però hanno inoltre notato che nella medesima scena è presente un’altra intrusa, anche questa volta si tratta di una bottiglietta d’acqua, questa volta posta tra le gambe di Ser Davos (il Cavaliere delle Cipolle interpretato da Liam Cunningham) e il buon Gendry Baratheon, interpretato da Joe Dempsie.

Su Twitter, i fan si sono infuriati per l’errore, esclamando la loro indignazione per questi errori banali. In ogni caso Bernadette Caulfield, produttore esecutivo della serie, ha sostenuto dopo questo ennesimo sbaglio di essere incredula, in quanto sul set nessuno si è accorto di ciò.

Siamo sinceri, questo tipo di errori, anche su frustranti non rovinano l’esperienza offerta dal video, semmai sono altri i fattori che hanno portato i fan ad essere così arrabbiati.

Sono molti gli esempi di sviste sui set anche di grandi film, basti pensare al Gladiatore, quanti si ricordano la scena dove Massimo Decimo Meridio parlava con il suo fedele destriero e dietro di lui si può tranquillamente notare un uomo in jeans.

Nonostante le numerose sviste, il Gladiatore di Ridley Scott resta un gran film.

Voi che pensate di queste sviste? Hanno influito sul giudizio dello show? Fatecelo sapere nei commenti.

Andrea Bevilacqua
Nato nei magnifici anni '90 ed entrato in tenera età nel magico mondo dei videogiochi. Una splendida avventura iniziata grazie ad un baffuto idraulico italiano ed un prode spadaccino in calzamaglia verde. Oggi, dopo aver passato la fatidica soglia degli "enta", cerco nei moderni capolavori videoludici il titolo in grado di emozionarmi e di regalarmi un gameplay stimolante... il comparto grafico non è sempre così importante. Oltre il mondo del gaming, sono appassionato di musica (ex-chitarrista), calcio (irriducibile cuore rossonero) e cinema.

Rispondi

Latest articles

Related articles