Le Olimpiadi: tra tradizione ed innovazione

Le Olimpiadi sono un evento sportivo internazionale che comprende un elevato numero di discipline. Ogni quattro anni i Giochi Olimpici sono ospitati in diverse città, fornendo un intrattenimento coinvolgente a milioni di spettatori internazionali.

L’origine delle Olimpiadi risale all’antica civiltà greca che organizzava le competizioni sportive nella città di Olimpia, per onorare Zeus. La nascita delle competizioni sportive ha portato all’apparizione delle prime attività di gioco e scommesse praticate con la stessa semplicità con cui, oggi, giochiamo alle slot.

Col tempo, le testimonianze di questa tradizione sportiva sono andate perse, pertanto diversamente dall’attività d’azzardo, non è stato possibile constatare una continuità storica. Il dato più recente riferimento risale al XIX secolo in cui vennero riscoperti il fascino e la cultura delle antiche civiltà elleniche e romane. A partire da questo secolo la cultura dei giochi olimpici ritorna alla luce con alcune delle caratteristiche presenti ancora oggi.

Pixabay

Le Olimpiadi Moderne

Come abbiamo anticipato, le Olimpiadi moderne nascono ufficialmente nel 1896 con la formazione del comitato olimpico internazionale, per la prima edizione delle Olimpiadi di Atene. L’aggettivo “moderno” affiancato alle Olimpiadi si riferisce alla tradizione sportiva cominciata nel XIX secolo e al periodo storico di quel tempo, definito appunto età moderna.

Il principio sul quale sono stati istituiti i Giochi Olimpici è quello di diffondere una visione unita dei popoli in gara al di là di ogni competizione. L’importanza di questo messaggio, oltre ad essere il fondamento dell’evento internazionale, è anche diventato il simbolo per eccellenza delle Olimpiadi: i cinque cerchi, infatti, rappresentano l’unione pacifica dei continenti. Sebbene lo spirito olimpico sia quello del confronto tra le capacità sportive degli atleti, la storia ci ha insegnato che le competizioni olimpioniche non sono del tutto estranee alle relazioni e le implicazioni politiche.

Al giorno d’oggi, il comitato olimpico internazionale cerca di mantenere uno spirito olimpico più neutro possibile combattendo l’influenza della politica.

Il futuro dei Giochi Olimpici

Se il fondamento dello spirito olimpico si è mantenuto nel tempo, ciò che è decisamente cambiato è il sistema delle regole e degli sport presenti. Il numero delle discipline sportive attive nelle competizioni è aumentato a dismisura nel corso delle edizioni olimpiche e, senza ombra di dubbio, continuerà a crescere.

Nell’edizione di Tokyo 2020  sono stati introdotte nuove discipline tra le quali: arrampicata sportiva, baseball, softball e skateboarding. La vera innovazione è costituita però dalle Virtual Olympic Series che proietta la tradizionalità deI Giochi Olimpici in un’era futuristica fatta di sport virtuali e digitali. L’avanzata degli eSports ha raggiunto numeri da record non solo al livello economico, ma soprattutto al livello di interesse nel pubblico.

Negli ultimi anni, in vista delle olimpiadi giapponesi, il comitato internazionale ha dibattuto a lungo sulla legittimità degli sport virtuali e sul suo eventuale inserimento tra le discipline sportive, ma ci si muove ancora oggi in un alone di insicurezze e dubbi. Ci sono invece pochi dubbi sulla fama di questi sport che, in Italia, possono già contare una medaglia d’oro.

Arturo D'Apuzzo
Nella vita reale, investigatore dell’incubo, pirata, esploratore di tombe, custode della triforza, sterminatore di locuste, futurologo. In Matrix, avvocato e autore di noiosissime pubblicazioni scientifiche. Divido la mia vita tra la passione per la tecnologia e le aride cartacce.

Rispondi

Latest articles

Articolo precedenteRecensione Chernobylite
Articolo successivoRecensione Hades (Versione PS5)

Related articles