Recensione in pillole: Within the Blade

Articolo di · 14 Luglio 2021 ·

Lo sviluppatore indie Ametist Studio ed il publisher Ratalaika Games sono pronti ad uscire su PS4, PS5, Xbox One, Xbox Series X/S e Switch con il loro Action Platformer Within the Blade, già edito 2 anni fa su PC Steam. Il titolo ha riscosso notevole successo, tanto da indurre gli sviluppatori a svilupparlo per tutte le console attualmente in commercio.


Versione testata: Playstation 5


Vediamo come se la cava questa nuova versione, non prima di aver fatto un breve excursus sulla storia: si parte!

Nel 1560 d.C. – l’ultimo Shogunato giapponese perse il pieno controllo del regno causando l’esplosione in una pesante guerra civile con altre province dell’impero un tempo potente ed unito. L’anarchia regnava in tutto il paese mentre i diversi clan conducevano una guerra sanguinosa per la supremazia. Il clan “Steel Claw”, guidato dal loro Daimyo (capo militare) Mamoru Imai, iniziò a cercare la conoscenza di vecchie pratiche proibite e ad adorare entità oscure per cercare di lanciare una maledizione sui suoi nemici. Mamoru fu presto maledetto dallo spirito di un signore della guerra samurai vendicativo e molto malvagio. Attraverso questa maledizione, “Steel Claw” iniziò una campagna di caos totale e odio diffondendo oscurità attraverso le terre, maledicendo anche altre nazioni. Il demone Daimyo si alleò con altri nove potenti demoni e creò un enorme esercito nato dall’odio e alimentato dal sangue. Nessun esercito poté resistergli. L’unica speranza di salvezza risiede all’interno del clan shinobi “Black Lotus”, solo le operazioni di sabotaggio possono indebolire il potere di Mamoru. Il signore della guerra deve essere assassinato o il Giappone si sgretolerà in polvere.


Che gioco è?

Action Platformer, sanguinario, violento, essenziale e veloce. Vestiremo i panni di un Ninja, con l’obiettivo di salvare il mondo da un male inarrestabile. Disegnato con la più classica delle pixel art, a dire il vero, nemmeno troppo ispirata, il gioco si sviluppa in cinque atti, ognuno composto da cinque livelli, affrontando un totale di dieci Boss, rendendo così l’esperienza di gioco piuttosto longeva.

Nota della Redazione: Potremo scegliere in partenza 3 livelli di difficoltà, ma per quel che è stata la nostra esperienza personale, già il livello intermedio offre un buon livello di sfida, vi consigliamo il più difficile solo se amanti ed esperti del genere.

Partendo dal villaggio natale, ci avventureremo man mano nei vari livelli, all’interno dei quali avremo delle sfide da compiere affinché ci venga data più ricompensa possibile al completamento di ogni schema. Il gioco può essere affrontato con vari approcci, sicuramente quello maggiormente consigliato anche durante il tutorial è lo stealth: attraverso questo potremo infliggere danni ingenti ai nostri nemici, esecuzioni brutali ed evitare di subire molti danni.

Man mano che avanzeremo avremo accesso a nuove skill le quali andranno ad ampliare le nostre tecniche di combattimento, rendendoci ancor più efficaci e letali con i nemici. Non è tutto, avanzando nei vari livelli, acquisiremo monete d’oro con le quali acquistare al villaggio equipaggiamento e consumabili come bombe, elisir, veleni, shuriken e tanto altro. Inoltre sarà possibile attraverso l’acquisizione di ricette il crafting (ce ne sono più di 200, ndr) di armi ed equipaggiamento così da rendere il nostro Shinobi sempre più competitivo.


Perché giocarlo?

Within the Blade è piuttosto intuitivo sin dal tutorial iniziale, si muore sì con una certa frequenza, ma altrettanto si imparano in fretta i pattern dei nemici, le loro locazioni, le loro routine e ogni volta che si affrontano nuovamente si ha la sensazione di essere più efficaci.

Il gameplay, il cuore pulsante di Whitin The Blade, è molto veloce, dinamico, distribuito in un piano isometrico in 2D, si salta, ci si nasconde, si eseguono esecuzioni spettacolari, ci si da alla fuga, tutto con estrema velocità ed appagamento. Non mancheranno rocamboleschi capitomboli in fossati pieni di pali acuminati, piuttosto che corse sfrenate in bocca a forti nemici, il tutto però sempre attorniato da un alto tasso di divertimento.

I livelli che si generano casualmente, la buona quantità di schemi e boss, unito alle tante skill da sviluppare e al crafting faranno sì di eliminare quanto più la stucchevole sensazione di dejà-vù e di noia, fornendo sempre nuovi stimoli al giocatore ogni volta che si riparte dal villaggio.


Perché no?

Within the Blade non è localizzato in italiano, anche se ad essere onesti, a differenza di altri titoli dove questo aspetto può essere un problema per il giocatore monolingue, in questo caso è un fatto piuttosto trascurabile: i dialoghi sono corti ed elementari, skill ed equipaggiamento sono comuni a molti altri giochi per cui di facile comprensione.

Artisticamente il gioco non offre scenari imperdibili o livelli particolarmente ispirati, a livello di pixel art ci sono in circolazione anche di sviluppo precedente a questo, ben più congeniati, ricchi ed appaganti visivamente.

Il gameplay, per quanto spina dorsale del titolo, ha alcune dinamiche come salti e camminate sui muri un po’ difficili da apprendere (nulla di impossibile dopo la giusta pratica), e abbiamo notato qualche imprecisione nella mappatura dei tasti, ad esempio premendo due volte il tasto per il doppio salto, alcune volte siamo finiti male in qualche fossato perché una delle due pressioni non veniva ricevuta correttamente dal gioco.


Commento finale

Within the Blade è indubbiamente un buon Action Platformer, non il migliore di certo, ma per gli amanti del genere sicuramente una perla da avere nella propria libreria. Potremo scegliere in base alle nostre esigenze e gusti se goderci l’esperienza su pc, console fissa o portatile con eguali risultati. Un pixel art dalle note splatter, con esecuzioni brutali, gameplay veloce e dinamico, dalla buona longevità e ricco di contenuti, Whitin the Blade dopo il successo riscosso con la versione Pc Steam, si appresta facilmente a ritagliarsi una fetta nel cuore dei gamer anche su console.

Per rimanere aggiornati su tutte le ultime novità del mondo gaming e non solo, unitevi alla nostra community Facebook Telegram per discuterne con noi e segui le nostre pagine!

Criterion 10
8.2

Adrenalinico e brutale

Within the Blade è indubbiamente un buon Action Platformer, non il migliore di certo, ma per gli amanti del genere sicuramente una perla da avere nella propria libreria. Potremo scegliere in base alle nostre esigenze e gusti se goderci l'esperienza su pc, console fissa o portatile con eguali risultati. Un pixel art dalle note splatter, con esecuzioni brutali, gameplay veloce e dinamico, dalla buona longevità e ricco di contenuti, Whitin the Blade dopo il successo riscosso con la versione Pc Steam, si appresta facilmente a ritagliarsi una fetta nel cuore dei gamer anche su console.

author-avatar
Info sull'autore
Gamer dal 1987, padre di due piccoli gamers, griller, Dungeon Master e batterista hardcore. "I VG sono uno strumento che ci permette di entrare in contatto con altri universi".

    Rispondi