Recensione Jabra Elite 4 Active

Che le cuffie Jabra siano un po’ tutte nella nostra short list di prodotti da consigliare, lo si era capito da un po’. La compagnia danese, infatti, dispone di una delle migliori “line up” di cuffie consumer al momento sul mercato, probabilmente nel rapporto qualità prezzo anche superiore a quella di Sony.

Basti pensare alle top di gamma Jabra Elite 85h, di cui ci aspettiamo un refresh a breve, che hanno dato del filo da torcere alle rivali Sony WH1000XM3 e Bose QuietComfort 35 dal prezzo decisamente più elevato, o alle Elite Active 75t che hanno dimostrato la grande attenzione della compagnia verso il cliente, grazie al rilascio, dopo diverso tempo dall’uscita sul mercato, di un nuovo firmware in grado di aggiungere le funzionalità ANC (Active Noise Cancelation) non precedentemente previste per questo modello.

Naturale quindi che la nuova gamma, semplificata anche nella nomenclatura, ci interessasse particolarmente per verificare se la tendenza ad offrire prodotti di altissima qualità ad un prezzo molto interessante, fosse confermata.

Il nuovo medio gamma

Jabra Elite 4 Active è il modello intermedio della nuova line up e si rivolge alla fascia media del mercato, quella cioè composta da utenti che ricercano auricolari di buona qualità, sia costruttiva che sonora, ma che non necessitano di funzionalità avanzate e non vogliono spendere un occhio della fronte.

Anche dal punto di vista del prezzo le Jabra Elite 4 Active costituiscono il tassello centrale dell’offerta Jabra. Si collocano infatti con un prezzo di 119 euro, tra le Elite 3, (79 euro) e le top di gamma Elite 7 ed Elite 8 pro (rispettivamente 179 e 199 euro) che, oltre ad una qualità audio di altissimo livello, introducono l’impermeabilità totale, l’ANC regolabile e nel caso della Elite 8 pro, l’innovativa tecnologia Jabra MultiSensor Voice che consente di utilizzare la tecnologia di conduzione ossea per trasmettere la voce tramite le vibrazioni della mandibola, quando ad esempio il rumore del vento renderebbe impossibile ai microfoni integrati trasmettere un audio pulito.

Unboxing e design

Jabra ci ha sempre abituato ad un packaging di altissimo livello e queste Jabra Elite 4 Active non fanno eccezione. Può sembrare una banalità, ma vi assicuriamo che un packaging di livello come questo contribuisce in maniera decisiva ad aumentare la qualità percepita sin dal primo contatto.

Nella confezione trovano spazio le cuffie nel classico astuccio arrotondato, un cavetto USB Type C per la ricarica e i gommini auricolari per adattarsi meglio al canale uditivo, oltre naturalmente alla manualistica d’ordinanza.

Dal punto di vista del design, rispetto alle Elite Active 75t che abbiamo recensito qui, le differenze sono minime. Le dimensioni dell’astuccio esteriore innanzitutto sono leggermente più grandi, tuttavia la finitura esteriore gommata ora è limitata alle sole cuffie e questo ci dispiace un po’ perché era stato uno degli elementi di design che avevamo apprezzato di più nella nostra recensione.

Gli auricolari veri e proprio invece, diventano più piccoli, più leggeri e con una forma meno tozza. Questo contribuisce a renderli più saldi all’orecchio anche per chi come me ha un canale uditivo particolarmente stretto e quindi tende a perderli con una certa velocità. Il peso minore però li rende soprattutto più comodi quando li si indossa per lunghe ore.

Rispetto agli Elite 75t, inoltre, il grande pulsante centrale che serve a rispondere ad una chiamata, ad avviare o mettere in pausa la riproduzione, ad effettuare il pairing o ad attivare e disattivare l’ANC, è nascosto alla vista. E’ stato infatti posizionato sotto la finitura in gomma al fine di consentire agli auricolari una maggiore impermeabilità ed ottenere così la certificazione IP57, ovvero la resistenza ad acqua e sudore. Se però amavate il vecchio pulsante come chi vi scrive, state tranquilli, basta davvero poco per riabituarsi alla sua nuova posizione.

Anche i microfoni sono stati spostati ai due lati dell’auricolare, migliorando leggermente la loro capacità di “ascolto”.

Le Jabra Elite 4 Active sono disponibili in quattro colori: Blu, Mint e Nero, ma è probabile che così come accaduto per i modelli precedenti, arrivino in futuro altre colorazioni (come quella sabbia che avevamo recensito per le Elite 75t Active e che crediamo sia ancora tra le più belle colorazioni disponibili per un prodotto di questo tipo).

Pairing e primo avvio

Su iOS il pairing è immediato e, una volta tirate fuori dall’astuccio, le cuffie sono già pronte per l’accoppiamento al vostro dispositivo. Vi consigliamo pero’ di non procedere in questo modo, ma di scaricare preventivamente l’app Sound+ e di seguire le istruzioni visualizzate sullo schermo del vostro smartphone.

Abbinare le cuffie direttamente dalle impostazioni BT di iOS senza passare per l’app, potrebbe creare qualche conflitto (verranno registrati due auricolari identici).

Una volta accoppiate, le cuffie ricorderanno il vostro dispositivo e al prossimo avvio saranno pronte letteralmente in una frazione di secondo.

Funzionalità

Le Jabra Elite 4 Active per la fascia di prezzo cui appartengono offrono funzionalità superiori rispetto alla concorrenza.
C’è innanzitutto un sistema di cancellazione attiva del rumore che funziona egregiamente e che fa rimpiangere davvero poco le funzionalità avanzate di regolazione presenti sulla sorella maggiore Elite 7. C’è inoltre un sistema heartrough (modalità trasparenza ai rumori esterni), attivabile premendo una sola volta sul pulsante dell’auricolare sinistro o tramite l’app Sound+, che cattura l’audio esterno attraverso i microfoni dell’auricolare e lo ritrasmette all’auricolare.

L’audio riprodotto in questo modo, solitamente è decisamente alterato, ma non in questo caso, grazie all’ottima qualità dei microfoni incorporati.

Le Jabra Elite 4 Active consentono inoltre di utilizzare la funzionalità heartrough in abbinamento ad ANC, per percepire le voci e i rumori essenziali dell’ambiente che ci circonda ma senza il fastidio dei rumori di fondo.

Grazie all’App Sound+ è possibile attivare Sidetone, una funzionalità essenziale nel mondo post pandemia, perché ci consente di sentire la nostra voce quando parliamo a telefono o siamo impegnati in una call, senza il rischio di alzare troppo la voce.

Molto utile anche la funzionalità Find My che fa emettere un suono agli altoparlanti e vi consente di rintracciarli se accidentalmente sono finiti in un luogo non visibile oppure avete dimenticato dove li avete tolti.

Prova d’ascolto

Le cuffie sono state testate con l’ultimo firmware disponibile alla data di pubblicazione di questa review; l’aggiornamento ha richiesto circa 8 minuti ed è stato gestito in modalità completamente wireless tramite l’app Sound+.

Le Jabra Elite 4 Active offrono una buona qualità sonora, ma non aspettatevi miracoli. In particolare, gli alti appaiono estremamente chiari e cristallini, senza risultare mai fastidiosi, la gamma bassa è discreta, sebbene non particolarmente corposa. Ciò che manca davvero è una gamma media più presente e questo risulta evidente se si confrontano con le Elite Active 75t che dovrebbero corrispondere alle attuali Elite 7. Tuttavia stiamo parlando di auricolari che costano quasi 100 euro in più e quindi il confronto è assolutametne impari.

Con l’ultimo firmware, attraverso l’app Sound+ è possibile equalizzare manualmente le cuffie, mentre con il vecchio firmware era possibile soltanto utilizzare i preset classici. Ne è venuto fuori un suono decisamente più caldo che abbiamo preferito all’impostazione classica.

Eccellente invece la qualità in modalità chiamata. Sia l’audio dell’interlocutore che il vostro parlato risulterà sempre chiaro e pulito, e soprattutto fedele alla vostra voce.

Autonomia

L’Autonomia è un altro cavallo di battaglia di queste Elite 4 Active; il produttore dichiara fino a 7 ore di autonomia ed un totale di 28, se si unisce anche la carica fornita dall’astuccio. In effetti a volumi d’ascolto normali, il valore dichiarato è addirittura sottostimato essendo riusciti a portare a casa circa 9-10 ore con una carica completa e senza utilizzare l’astuccio.

All’ampia autonomia si aggiunge anche la ricarica rapida che consente di ottenere un’ora di riproduzione con appena 10 minuti di carica. Considerando quanto avevamo apprezzato le Jabra Elite 75t sotto questo punto di vista, le Elite 4 Active sono una piacevole conferma.

Commento finale

Le Jabra Elite 4 Active sono auricolari dall’eccellente rapporto qualità prezzo: grazie ad una incredibile autonomia, una buona resa sonora e a caratteristiche presenti solo su auricolari appartenenti alla fascia di prezzo superiori, come l’ANC e la certificazione IP57, hanno davvero pochi concorrenti e ci sentiamo di consigliarle a cuor leggero davvero a tutti. Non saranno gli auricolare che suonano meglio in assoluto, ma a 120 euro è davvero difficile chiedere di più.  

Se questo articolo vi è piaciuto, supportateci iscrivendovi ai nostri social:
YouTube
Telegram
Facebook
Gruppo Facebook
Twitch
Twitter
Instagram

Seguici sui nostri social media

8

Jabra Elite 4 Active


Le Jabra Elite 4 Active sono auricolari dall’eccellente rapporto qualità prezzo: grazie ad una incredibile autonomia, una buona resa sonora e a caratteristiche presenti solo su auricolari appartenenti alla fascia di prezzo superiori, come l’ANC e la certificazione IP57, hanno davvero pochi concorrenti e ci sentiamo di consigliarle a cuor leggero davvero a tutti. Non saranno gli auricolare che suonano meglio in assoluto, ma a 120 euro è davvero difficile chiedere di più.  

PRO

Qualità Costruttiva | ANC | Qualità chiamata | Autonomia

CONTRO

Gamma media un po' carente
Arturo D'Apuzzo
Arturo D'Apuzzo
Nella vita reale, investigatore dell’incubo, pirata, esploratore di tombe, custode della triforza, sterminatore di locuste, futurologo. In Matrix, avvocato e autore di noiosissime pubblicazioni scientifiche. Divido la mia vita tra la passione per la tecnologia e le aride cartacce.

Rispondi

Ultimi Articoli

Related articles

Follow us on Social Media