Recensione PGA Tour 2K23

Molti ricorderanno la lunga assenza di titoli dedicati allo sport dopo lo scandalo legato a Tiger Woods. Diversi sono stati i tentativi di salire sul “Trono dei Putter“, ma in pochi hanno portato a casa risultati interessanti. Tra loro, spicca The Golf Club, videogioco sviluppato dai canadesi di HB Studios. Tale successo, non ha lasciato indifferente il team di 2K, che dopo aver rivoluzionato i titoli sportivi dedicati al Wrestling e al Basket (qui la nostra recensione di NBA 2K23), hanno acquisito lo studio nordamericano.

Dopo l’interessante 2K21 (qui la nostra recensione), il team ha preferito prendere del tempo per provare a migliorare alcuni aspetti, dalla già buona gestione dello swing alle modalità di gioco. Per fare ciò, i ragazzi di 2K si sono presi un anno sabbatico, fattore non di poco conto se pensiamo che siamo abituati a titoli sportivi su base annuale. Sarà bastato quest’approccio? Scopriamolo insieme!


Versione testata: PlayStation 5


Tra tradizione ed innovazione…

Questo termine, spesso ispirato ad altri settori, rappresenta perfettamente quanto il team di sviluppo ha fatto finora ed ha portato sui nostri schermi grazie a PGA Tour 2K23. Infatti, i due anni di assenza, sono serviti a portarci una serie di interessanti novità, dalle nuove animazioni ad un parco licenze decisamente enorme. Quest’ultimo, ha permesso al team di inserire come uomo copertina il leggendario Tiger Woods e di inserire personaggi di grande successo come le stelle NBA Micheal Jordan e Stephen Curry, da sempre grandi appassionati di golf.

Altre novità, quelle ancor più innovative, arriveranno dopo il lancio. Stiamo parlando dei miglioramenti al sistema MyPlayer, conosciuto a tutti i fan dei titoli sportivi realizzati da 2K, e di un nuovo approccio alla fisica del vento e del terreno, che nonostante siano di buon livello anche allo stato attuale, doneranno un tasso di sfida superiore a tutti gli appassionati di golf ed un realismo che apprezzeranno sia i neofiti che i veterani.

Per quanto ci riguarda, abbiamo apprezzato la modalità Top Golf. Si tratta di una vera e propria sfida tra noi ed il mondo. Infatti, per uscire vincitori dal Driving Range, dovrete colpire più bersagli possibili avendo a disposizione un limitato numero di palline. Quest’esperienza, è quanto di più simile ad una divertente serata al luna park, quando alle emozioni del campo volete alternare un po’ di sano divertimento.

Se invece, avete in voi l’anima dei costruttori, allora dovete provare la modalità Course Designer, che oltre a darvi la possibilità di creare un campo tutto vostro, vi permetterà di provare i campi creati dagli altri giocatori.

È tutta una questione di Swing!

Dal punto di vista del gameplay, il titolo rispetta “la tradizione”, in quanto PGA Tour 2K23 resta piuttosto vicino ai giochi precedenti, passando proprio per il già buono sistema collegato alla potenza del tiro e all’apprezzato sistema di swing. Se siete dei veterani della serie conoscerete il sistema collegato allo Swing Stick, un modo davvero ingegnoso (ed ostico al tempo stesso) per affinare il vostro swing, elemento base per qualunque golfista che si rispetti. Nel caso in cui non conosciate questa meccanica, vi diciamo sin da subito che prima di padroneggiarla elegantemente, dovrete affrontare una curva di apprendimento non semplice, ma a dir poco soddisfacente.

Se però, non avete tempo da dedicare alla pratica, il team di sviluppo ha pensato di introdurre un sistema “a 3 pressioni”. Questa nuova opportunità ci permette di caricare prima la potenza e poi di bilanciare il colpo, a dirla tutta, è un sistema che ci ha soddisfatto non poco. Se poi, il golf è ancora per voi un mondo da esplorare, abbassate il livello di difficoltà e pensate a divertirvi.

My Career, road to FedExCup

Non può essere un’esperienza completa senza una modalità carriera. Per questo motivo su PGA Tour 2K23 torna My Career, la modalità di gioco che ci permette di creare un nostro alter ego e farlo debuttare nel magico mondo dei professionisti del golf. Partirete infatti dai tornei minori, fino ad arrivare all’ambitissima FedExCup. Se agli occhi di un profano, la modalità in questione si avvicina troppo a quella presente nel titolo precedente, possiamo tranquillamente dire che non è così. Anche questa modalità ha difatti ottenuto la sua giusta attenzione. I ragazzi di Hb Studios hanno deciso di implementare delle interessanti novità, sia nella creazione che nel progresso del nostro alter ego, stiamo parlando dell’aggiunta di una serie di alberi abilità e della possibilità di selezionare quale stile (Archetipo, come lo chiamano in-game) e quali aspetti potenziare. Assieme a tutto ciò, il team di sviluppo, ha voluto donare ai giocatori la possibilità di personalizzare i propri ferri, al fine di sfruttare i vari attributi presenti.

Comparto Tecnico

Le migliorie sono tante, specialmente se consideriamo l’interazione con i venti e l’impatto della pallina sul terreno (sistemi che verranno ulteriormente migliorati nei prossimi mesi), bisogna però ammettere che a livello tecnico PGA Tour 2K23 è ancorato alla generazione precedente, basta osservare i giocatori creati dagli utenti. Per quanto riguarda il comparto sonoro, composto da telecronaca, reazioni del pubblico ed effetti sonori, possiamo tranquillamente dire che è stato fatto un buon lavoro, in grado di offrire un’esperienza audio immersiva.

Commento Finale

La mancanza di un videogioco di Golf ben fatto, dopo lo scandalo legato a Tiger Woods, si è fatto decisamente sentire. Per fortuna, l’ambiziosa idea di 2K e HB Studios ha riportato il golf nelle nostre console e lo ha fatto con prodotti di qualità. Dopo un anno di attesa, questi partner tornano con PGA 2K23, proponendo al pubblico un titolo decisamente interessante, in grado di fornire non poche novità e accompagnarle agli elementi di successo tratti dai precedenti capitoli, opportunamente migliorati. Bisogna ammettere che sembra mancare ancora qualcosa, ma detto questo, possiamo tranquillamente affermare che la strada intrapresa è quella giusta.

8.5

PGA Tour 2K23


La mancanza di un videogioco di Golf ben fatto, dopo lo scandalo legato a Tiger Woods, si è fatto decisamente sentire. Per fortuna, l'ambiziosa idea di 2K e HB Studios ha riportato il golf nelle nostre console e lo ha fatto con prodotti di qualità. Dopo un anno di attesa, questi partner tornano con PGA 2K23, proponendo al pubblico un titolo decisamente interessante, in grado di fornire non poche novità e accompagnarle agli elementi di successo tratti dai precedenti capitoli, opportunamente migliorati. Bisogna ammettere che sembra mancare ancora qualcosa, ma detto questo, possiamo tranquillamente affermare che la strada intrapresa è quella giusta.

PRO

Lo Swing a 3 pulsanti è un'ottima soluzione per vuole giocare sin da subito, Il ritorno di Tiger Woods è una gioia per gli occhi, Interessante l'introduzione dello skill tree, Gameplay solido e soddisfacente, La modalità TopGolf è un passatempo più che piacevole

CONTRO

Tecnicamente c'è ancora del lavoro da fare, Sarebbero gradite più licenze,

Ultimi Articoli

Articoli correlati