SoulCalibur VI – la nostra recensione

Articolo di · 31 Ottobre 2018 ·

Vi ho fatto aspettare, eh?

Sono sicuro che i fan di Metal Gear mi perdoneranno questa avventurosa parafrasi, sono sicuro che anche Big Boss lo farà, ma il punto è che sono passati ben 6 anni dall’ultimo episodio del picchiaduro in stile “cappa e spada”.

Sarà che dopo i successi di altri picchiaduro come lo storico Tekken o il gradito ritorno di Goku e Co. con Dragoball FighterZ, Namco si sia decisa ad accontentare anche gli storici fan della leggendaria ed immortale saga di SoulCalibur.

Un po’ di storia

Era il lontano 1995, all’epoca la PS1 dominava il mercato videoludico, in quell’anno uscì Soul Edge (Soul Blade in terra asiatica), il gioco sviluppato da Project Soul e pubblicato da Namco, voleva staccarsi dall’ingombrante ombra di Tekken, così decisero di puntare sui combattimenti all’arma bianca. Infatti, i lottatori di questo titolo erano dotati di spade, coltelli e altri tipi di lame.

Soul Edge contrariamente a molti picchiaduro dell’epoca aveva anche una trama, difatti il gioco si svolgeva nel 16esimo secolo, all’interno di un manoscritto appartenuto ad un certo signor Bones, era illustrata l’esistenza di una leggendaria spada (Soul Edge). I possessori di questa arma divina erano destinati ad una fine orrenda, come accaduto al mercante italiano Vercci (meglio noto come il Mercante di Morte).

La spada era allora passata al pirata spagnolo Cervantes De Leon, alcuni dei migliori guerrieri del mondo sono sulle tracce della spada, per sottrarla con qualunque mezzo al malvagio pirata.

Modalità di gioco

Questa nuova iterazione della “storia di anime e spade raccontata in eterno” ospita al suo interno svariate modalità, come:

  • Arcade;
  • Allenamento;
  • Versus;
  • Museo: Modalità che contiene una serie di immagini e testi relative alla storica serie;
  • Creazione: Modalità particolarmente in voga nell’ultimo periodo, qui potrete modificare i personaggi esistenti a vostro piacimento. Oppure potrete creare nuovi super personaggi prendendo ispirazione da altri giochi, film o dalla vostra fervida immaginazione, non daranno vantaggi, ma diamine se sarete fichi!;
  • Gioco Online: All’interno di questa macro-categoria sono presenti le classiche partite classificate e quelle del giocatore, quest’ultime hanno impostazioni personalizzabili e offrono la possibilità di creare stanze sia aperte che private. L’online sembra essere fluido, le problematiche principali notate fino ad ora sono quelle relative ai lunghi tempi di attesa;

Le Cronache di Nar…. dell’Anima

Questa modalità ci permette di seguire la storia di questo titolo che di fatto è un remake del primo SoulCalibur. Fatto che ci permetterà di vivere le avventure di Kilik, Maxi e Xianghua fino ad arrivare alla spada maledetta. Inoltre, ci sarà anche la possibilità di scoprire quali ruoli ricoprono gli altri personaggi che arricchiscono questo titolo.

SoulCalibur VI permette sia ai vecchi aficionados della saga, che a coloro che si affacciano in questo mondo per la prima volta di vivere una storia nuova. I primi potranno carpire piccoli segreti, mentre i secondi verranno invitati a recuperare il tempo perduto.

Il titolo ha una narrazione di certo poco originale, ma l’ambientazione viene ben caratterizzata, difatti il giocatore vivrà l’atmosfera pesante del 16esimo secolo dal punto di vista del team di sviluppo.

La trama vi porterà da un incontro ad un altro e questa dinamica a volte sfocia nella prevedibilità e monotonia, fortunatamente ora possiamo ammirare anche il carattere e la personalità dei personaggi, come Mitsurugi, arrogante oltre ogni limite e un po’ cieco oppure della bionda Sophitia, che lascia il suo mestiere da panettiera per intraprendere una misteriosa avventura.

Bilancia dell’Anima…

Questa è la modalità principale di SoulCalibur VI, ciò è dimostrato dal fatto che è posto in pole-position nel menu di gioco. Per giocare, dovrete creare il vostro personaggio e poi accompagnarlo in un’avventura parallela alle Cronache. Come nei titoli precedenti, potrete spostarvi sulla cartina del mondo di gioco, visitando i luoghi più evocativi dell’iconica serie.

Questa modalità trae spunto dai GDR al fine di aggiungere nuove meccaniche, restando però poco invasive e ben equilibrate con il resto del gioco.

Non solo storia…

In Bilancia dell’Anima, potrete anche giocare ad alcune missioni secondarie, quest’ultime vi garantiranno monete d’oro (valuta del gioco), armi o cibo (utili per attivare bonus temporanei). Alcune ci permetteranno di scoprire nuove informazioni su alcuni dei protagonisti del roster principale .

Personaggi

Il gioco ha ben 21 personaggi, molti derivano dai precedenti capitoli della serie, quest’anno sono stati aggiunti Groh, Azwel, Tira, Geralt e 2B (da Nier:Automata)

Combat System

Il gioco sembra aver abbandonato quella meccanica a crescita eccessivamente verticale, che aveva allontanato molti giocatori (spesso dediti al button-mashing). Per venire incontro ai neofiti Namco ha introdotto il Taglio Invertito, meccanica che permette di contrastare l’offensiva dell’avversario, dando ai giocatori un potente strumento negli scontri.

Ai giocatori di vecchia data possiamo dire con somma gioia che il Contrattacco in corsa è stato ridotto pesantemente. Nonostante alcune piccole imperfezioni, il gioco sembra pronto ad approdare tra gli E-Sports.

Cattive abitudini…

Il Season Pass non è stato apprezzato dai giocatori, per una duplice ragione, la prima dipende dall’introduzione a pagamento di Tira, già pronta in fase Beta. Il secondo aspetto sgradito ai più dipende dal fatto che non è possibile acquistare altri personaggio con la valuta di gioco (gli Euri sono preziosi dopotutto).

Questo slideshow richiede JavaScript.

SoulCalibur VI
8.5 / 10 4News.it
Acquista suAmazon.it
Disponibile suPC, XBOX One
Pro
    - Trama interessante...
    - Combat system riequilibrato
    - Finalmente la serie torna agli antichi splendori
Contro
    - ... anche se resta un po' banale
    - Necessari alcuni ritocchi per tornare al top
Riassunto
Finalmente il Re è tornato, dopo l'insuccesso del precedente capitolo, Bandai Namco torna a mostrare ciò di cui è capace con SoulCalibur VI. Un prequel che piacerà a veterani e neofiti, grazie ad un buonissimo Combat System e una trama molto interessante.
Gameplay
Grafica
Sonoro
Longevità
Giudizio finale
Criterion 10

    Rispondi